Il flusso turistico a Taormina punta sulla Spagna e il Pugliatti si adegua - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Il flusso turistico a Taormina punta sulla Spagna e il Pugliatti si adegua

Il flusso turistico a Taormina punta sulla Spagna e il Pugliatti si adegua

sabato 11 Maggio 2013 - 08:51
Il flusso turistico a Taormina punta sulla Spagna e il Pugliatti si adegua

Il progetto è di alternanza scuola-lavoro finanziato dai fondi sociali europei erogati dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca. Gli allievi sono stati anche impegnati, di recente, nella manifestazione Fiorart che si è svolta sul corso Umberto di Taormina. Tra questi anche gli studenti che hanno imparato i primi rudimenti di spagnolo

Si studia spagnolo all’Istituto secondario superiore S. Pugliatti guardando ad un mercato che quest’anno sarà in crescita. Anche per il corrente anno scolastico 2012-13 l’istituto che ha sede nella frazione di Trappitello, coordinato dal dirigente Luigi Napoli, ha ampliato la propria offerta formativa creando nuove opportunità di crescita culturale e proiettandosi verso l’obiettivo di creare nuovi sbocchi occupazionali per i propri allievi. A questi studi seguirà un’esperienza lavorativa in loco.

Il progetto è di alternanza scuola-lavoro finanziato dai fondi sociali europei erogati dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca. Gli allievi sono stati anche impegnati, di recente, nella manifestazione Fiorart che si è svolta sul corso Umberto di Taormina. Tra questi anche gli studenti che hanno imparato i primi rudimenti di spagnolo. Una lingua questa assolutamente necessaria, per esempio, nel panorama taorminese. “Il mercato spagnolo – ha detto per esempio il direttore dei servizi turistici, Antonio Belcuore – è assolutamente interessante per la cittadina turistica. Lo scorso anno anche gli spagnoli hanno sentito la crisi ma certamente le previsioni di quest’anno sono convincenti. Esistono due voli diretti da Catania Fontanarossa dalle principali città spagnole e dunque fondamentale prepararsi a questo flusso turistico conoscendo anche la lingua di questi ospiti”.

In effetti i dati degli ultimi cinque anni hanno fatto attestare le presenze turistiche della penisola iberica in circa 20mila presenze all’anno. Un movimento, in un lustro, di oltre centomila pernottamenti. Insomma un esercito di turisti che deve essere accolto al meglio. Le indicazioni per quest’anno sono assolutamente positive, stando agli esperti. E nel futuro prossimo si annuncia un aumento graduale di questo mercato anche pensando all’America latina. D’altra parte lo spagnolo, con i suoi 330 milioni di parlanti, è la quarta lingua più parlata al mondo.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x