Intervento a Forza d’Agrò previsto tra un mese. Mancherà l’acqua per 3 o 4 giorni - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Intervento a Forza d’Agrò previsto tra un mese. Mancherà l’acqua per 3 o 4 giorni

Marco Ipsale

Intervento a Forza d’Agrò previsto tra un mese. Mancherà l’acqua per 3 o 4 giorni

giovedì 25 Agosto 2016 - 12:41
Intervento a Forza d’Agrò previsto tra un mese. Mancherà l’acqua per 3 o 4 giorni

Verrà sostituito un tratto di condotta di circa 200 metri, rispetto ai 65 metri di ieri a Calatabiano. Qui la Protezione Civile aveva promesso di andare in gara per la messa in sicurezza della collina entro Ferragosto, ma anche quella data è trascorsa invano. Discorso simile per l'intervento di Siciliacque sull'Alcantara. Termini e De Cola tornano a fare la voce grossa. Al lavoro anche su crediti e debiti

Un intervento concluso in 12 ore, una manutenzione straordinaria, la sostituzione di 65 metri di condotta, che alla fine è diventata ordinaria, visto che la maggior parte dei cittadini non si è neppure accorta dell’interruzione idrica.

Gli interventi di manutenzione sull’acquedotto Fiumefreddo sono diversi ogni anno ma, dall’ottobre scorso, cioè da quando la collina di Calatabiano è franata sulla condotta, ogni minimo segnale d’allarme diventa un incubo. Anche perché, a distanza di dieci mesi, non si è ancora intervenuti su quel versante e l’acqua arriva in città solo grazie a quattro tubi provvisori, tra l’altro già andati a fuoco una volta e sostituiti.

E’ questo il fronte principale sul quale è necessario intervenire al più presto. La Protezione Civile regionale aveva detto che l’intervento di messa in sicurezza della collina sarebbe andato in gara entro Ferragosto ma anche quella data è trascorsa senza risultati. “Non abbiamo né una nuova data né altre notizie – dice l’assessore Sergio De Cola -, e questo un po’ ci sconforta a dire il vero. Voglio sottolineare che noi non cerchiamo lo scontro, forse è passato questo messaggio sbagliato, chiediamo solo a gran voce che venga fatto ciò che è necessario nell’interesse della città”.

Discorso simile per ciò che concerne i lavori che Siciliacque deve realizzare per ripristinare l’acquedotto dell’Alcantara, interrotto da sei anni all’altezza di Alì. In un primo momento la società si era impegnata a concludere i lavori entro aprile, ma ancora non sono neppure iniziati ed il progetto è stato approvato a luglio. La nuova promessa è che si inizi a settembre ma, a questo punto, lo scetticismo è d’obbligo. “Nell’ultimo incontro alla Protezione Civile, lo scorso 10 agosto – prosegue De Cola -, abbiamo chiesto loro di chiamare Siciliacque ad un tavolo e chiedere l’impegno di fornire una data precisa per l’apertura del cantiere, che sia rispettata. Anche questo non è avvenuto”.

Se per Calatabiano si aspetta la Protezione Civile e per l’Alcantara Siciliacque, l’Amam può muoversi in proprio per mettere in sicurezza la condotta a Forza d’Agrò. “I progetti saranno pronti entro fine mese – afferma il presidente di Amam, Leonardo Termini -. Una volta depositati, andremo subito a bando, fermo restando che non potremo intervenire sull’intera collina, che è e resterà pericolosa. Incredibile ma vero, si tratta di un terreno edificabile e quindi dovremo occuparci anche di eventuali espropri. Domani è prevista la gara per le forniture, i lavori potranno iniziare presumibilmente a fine settembre”.

I dettagli sui tempi li fornisce il direttore generale facente funzioni dell’Amam, Francesco Cardile: “Si tratta di interventi molto più complessi rispetto a quelli appena conclusi a Calatabiano. L’interruzione idrica potrà durare tre o quattro giorni, ma dipenderà da tanti fattori. Oltre alla posa della nuova condotta, sarà necessario consolidare il tracciato con ancoraggi, data l’elevata pendenza. Potremo essere più precisi quando sarà approvato il progetto e se ci saranno eventuali varianti in loco, poi ci devono essere tutte le condizioni tecniche e climatiche favorevoli per lavorare in sicurezza”.

Con l’intervento di ieri di Calatabiano e quello previsto tra un mese a Forza d’Agrò, le spese straordinarie per l’Amam da ottobre a oggi sfioreranno i 3 milioni. “Stiamo cercando di incassare i milioni di crediti che l’azienda vanta – riprende Termini -, da settembre pianificheremo nuove riduzioni e chiusure verso quelle utenze che non pagano il dovuto. Queste somme saranno impiegate per migliorare la rete idrica interna e, di conseguenza, la distribuzione. Ci stiamo già lavorando, col supporto dell'Università di Messina”.

Non solo crediti, l’Amam ha anche debiti, soprattutto verso i fornitori. “Nella prima decade di settembre – conclude il presidente Termini – avremo un incontro con Eni per risolvere le problematiche in corso, dopo contiamo di farlo anche con Enel”.

(Marco Ipsale)

Tag:

6 commenti

  1. Sergio martino 25 Agosto 2016 17:55

    Siamo all’assurdo o meglio al grottesco!!!qui sembra di assistere a comunicati provenienti dal fronte di guerra!!Ma assessore che cosa ci sta a fare li?Se la protezione civile, la regione o Siciliacque fanno orecchio da mercante e rischiano di mettere in ginocchio una città si agisca con fermezza e polso fermo!siamo stanchi di vivere in queste condizioni una città ormai allo sbando in quei servizi essenziali come acqua e rifiuti, non si riesce a venirne a capo.Il sindaco faccia anche lui la voce grossa si rivolga al governo al presidente della Repubblica ma facciamoci sentire!se lavori andavano fatti perché si continua a perdere tempo?

    0
    0
  2. Sergio martino 25 Agosto 2016 17:55

    Siamo all’assurdo o meglio al grottesco!!!qui sembra di assistere a comunicati provenienti dal fronte di guerra!!Ma assessore che cosa ci sta a fare li?Se la protezione civile, la regione o Siciliacque fanno orecchio da mercante e rischiano di mettere in ginocchio una città si agisca con fermezza e polso fermo!siamo stanchi di vivere in queste condizioni una città ormai allo sbando in quei servizi essenziali come acqua e rifiuti, non si riesce a venirne a capo.Il sindaco faccia anche lui la voce grossa si rivolga al governo al presidente della Repubblica ma facciamoci sentire!se lavori andavano fatti perché si continua a perdere tempo?

    0
    0
  3. letterio.colloca 25 Agosto 2016 20:06

    CONTINUO,in buona compagnia di gente PERBENE,a domandarmi “cosa trattiene” questi personaggi nei vari posti dirigenziali,scontata ed acclarata,la INCOMPETENZA ARROGANTE di costoro.La faccia tosta?ordine dei loro padroni che ce li hanno insediati?non ci sono alternative a cotanta “genialità(falso!)?sono xxxxxxxxxxxx ad oltranza e non si rendono conto delle xxxxxx che ripetono?sarebbero altri DISOCCUPATI se fossero in grado di avere …..PUDORE?Considerato che la prerogativa di costoro é chiaramente la….SPUDORATEZZA,se ne deduce che BRAMANO xxxxxxx finché la MAGISTRATURA glielo consentirà!!!! E’ solo questione di tempo “concesso”,ma la VITA ha sempre dato ragione a chi credeche:TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE.So aspettare sulla riva.

    0
    0
  4. letterio.colloca 25 Agosto 2016 20:06

    CONTINUO,in buona compagnia di gente PERBENE,a domandarmi “cosa trattiene” questi personaggi nei vari posti dirigenziali,scontata ed acclarata,la INCOMPETENZA ARROGANTE di costoro.La faccia tosta?ordine dei loro padroni che ce li hanno insediati?non ci sono alternative a cotanta “genialità(falso!)?sono xxxxxxxxxxxx ad oltranza e non si rendono conto delle xxxxxx che ripetono?sarebbero altri DISOCCUPATI se fossero in grado di avere …..PUDORE?Considerato che la prerogativa di costoro é chiaramente la….SPUDORATEZZA,se ne deduce che BRAMANO xxxxxxx finché la MAGISTRATURA glielo consentirà!!!! E’ solo questione di tempo “concesso”,ma la VITA ha sempre dato ragione a chi credeche:TUTTI I NODI VENGONO AL PETTINE.So aspettare sulla riva.

    0
    0
  5. Assessore DEL…COLA: ….”la maggior parte dei cittadini non si è neppure accorta dell’interruzione idrica”…Cioè, io non me la sento di scagliarmi contro questa persona, è chiaro che vive in una confusione totale. Alla fine quello che riesce a dire e fare è solo da apprezzare io lo “congederei” con una bella medaglia al merito STA DANDO IL MASSIMO. Pagella Di Cola: voto 6 (..grazie comunque). P.S.: mi raccomando, sempre riunioni urgenti…domani mattina, non te lo scordare….!

    0
    0
  6. Assessore DEL…COLA: ….”la maggior parte dei cittadini non si è neppure accorta dell’interruzione idrica”…Cioè, io non me la sento di scagliarmi contro questa persona, è chiaro che vive in una confusione totale. Alla fine quello che riesce a dire e fare è solo da apprezzare io lo “congederei” con una bella medaglia al merito STA DANDO IL MASSIMO. Pagella Di Cola: voto 6 (..grazie comunque). P.S.: mi raccomando, sempre riunioni urgenti…domani mattina, non te lo scordare….!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x