Raffineria di Milazzo. Lavoratori in sciopero, Formica: “Margini per trovare soluzioni” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Raffineria di Milazzo. Lavoratori in sciopero, Formica: “Margini per trovare soluzioni”

Salvatore Di Trapani

Raffineria di Milazzo. Lavoratori in sciopero, Formica: “Margini per trovare soluzioni”

venerdì 22 Maggio 2020 - 15:31
Raffineria di Milazzo. Lavoratori in sciopero, Formica: “Margini per trovare soluzioni”

Il sindaco di Milazzo interviene sullo sciopero dei lavoratori della Raffineria: “Credo ci siano margini e disponibilità per trovare soluzioni”.

Resta sotto i riflettori la vicenda della Raffineria di Milazzo. Ieri mattina l’avvio dello sciopero ad oltranza dei lavoratori, dopo il mancato incontro tra i vertici della Ram, i sindacati e Confindustria. Tra le questioni che si sarebbero dovute affrontare, anche il rientro a lavoro di circa 600 dipendenti.

Le dichiarazioni del sindaco di Milazzo

Sulla questione è intervenuto il sindaco di Milazzo, Giovanni Formica: «È un peccato che l’incontro sia saltato –ha dichiarato- Sono certo che sarebbe stato utile per fare un passo in avanti nella delicata trattativa che vede protagonisti centinaia di lavoratori dell’indotto della RAM al momento fermi. Comprendo che, a fronte della situazione di stallo determinatasi, la decisione delle organizzazioni sindacali di proclamare lo stato di agitazione era ineluttabile, così come scontate erano le azioni di protesta di chi, al momento, non riesce ad immaginare il proprio futuro».

Il primo cittadino mamertino ha quindi aggiunto: «Credo, dalle informazioni che ho assunto –ha dichiarato- che ci siano margini e disponibilità per trovare soluzioni che permettano di gestire questa complessa vicenda col minor danno per tutti nell’immediato, nella prospettiva di un pieno e rapido ritorno alla normalità. È ovvio, però, che gli attori in campo devono sentirsi pronti ad esaminare i profili critici fuori dagli schemi tradizionali. Stiamo vivendo un momento particolarmente delicato in cui ciascuno deve avvertire come più forte la responsabilità del proprio ruolo».

I sindaci danno disponibilità nel trovare soluzioni

Una vicenda particolarmente delicata, dunque, che richiederà il confronto fra tutti gli attori coinvolti. La vicenda della Raffineria di Milazzo interessa l’intero comprensorio, non solo il comune mamertino, sotto diversi profili: quello lavorativo, quello economico e quello ambientale.

Formica ha concluso che, in sinergia col sindaco di San Filippo del Mela, continuerà a monitorare la situazione dando disponibilità ad intervenire “nella ricerca delle soluzioni possibili”.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007