Picciolo chiede verità sui valori ambientali. I nuovi dati dell'Arpa - Tempostretto

Picciolo chiede verità sui valori ambientali. I nuovi dati dell’Arpa

Serena Sframeli

Picciolo chiede verità sui valori ambientali. I nuovi dati dell’Arpa

venerdì 03 Ottobre 2014 - 11:51

Il deputato regionale presenta un’interrogazione per conoscere la realtà dei danni causati dall’incendio, mentre l’Arpa comunica i dati dei giorni scorsi

Il deputato regionale Giuseppe Picciolo, capogruppo all’Ars del Patto dei democratici per le riforme, ha presentato un’interrogazione urgente con risposta scritta per conoscere le reali cause che stanno determinando un danno ambientale nella Valle del Mela a seguito dell’incendio avvenuto alla Raffineria di Milazzo.

“La cisterna 513 della Ram – afferma Picciolo – continua ancora a bruciare e su questa anomalia ancora in pochi si sono chiesti il perché. Troppi episodi apparentemente inspiegabili stanno caratterizzando il dopo rogo mentre si continuano ad alzare colonne di fumo, divampano focolai e, nonostante le rassicuranti parole dell’Arpa, l’aria nel comprensorio della Valle del Mela continua ad essere irrespirabile”.

Picciolo intende far luce sulle cause che hanno determinato l’incendio e sulle azioni di salvaguardia poste in essere dalla società che gestisce la raffineria; chiede quindi “che venga fatta chiarezza su quali metodologie sono state applicate per spegnere l’incendio e se le cause che hanno determinato il tragico episodio potevano essere previste.”

“Siamo convinti – ha concluso il deputato del Pdr – che sull’episodio verrà fatta chiarezza ma preventivamente diciamo che non siamo disposti a mettere pietre di alcune genere sopra la sicurezza della nostra gente: vogliamo la certezza che tutti i valori ambientali siano veramente a norma e non ci accontenteremo di semplici comunicati sul ritorno alla normalità della struttura petrolchimica del milazzese, anche a costo di mettere in discussione questo sistema produttivo che certamente non vale la vita e la salute di migliaia di abitanti”.

Giungono intanto i dati dell’Arpa della qualità dell’aria nei giorni 1 e 2 ottobre 2014, fino alle ore 14: “Si comunica che i dati relativi alle Centraline della rete di monitoraggio di qualità dell’aria posizionate nei Comuni di Milazzo, Valdina, San Filippo del Mela, San Pier Niceto e Pace del Mela relativi ai parametri S02-NO-N02-NOX-03-CO-PM10 e quelli delle centraline di Arpa Sicilia (Termica) del Comune di Milazzo relativi ai parametri Benzenc-CO-N02-03-PM10 hanno rilevato fino alle 14.00 di oggi, valori di Benzene pari a 5,56 lg/m3 media oraria alle ore 07:00 dd giorno 02.10.2014 con direzione del vento CALMA; e Contrada Gabbia del Comune di Pace del Mela relativi ai parametri S02-N02-Bcnzene, hanno rilevato valori di Benzene pari a 16,63 lg/m3 media oraria alle ore 07:00 e di 8,59J.lg/m3 media oraria alle ore 08:00 del giorno 02.10.2014 con direzione del vento rispettivamente SE eENE. A maggior chiarimento si comunica che il D.Lgs 155/1 O prevede valore limite annuale pari a 5 J.lg/m3 (media anno civile)”.

L’Agenzia regionale per la Protezione Ambiente ha comunicato che “in data 3 ottobre saranno forniti altresì i valori della media giornaliera dei dati di PM10 per il 02/10/2014, così come previsto dalla norma, mentre si comunica che i dati del PM10 del 30/09/2014 sono risultati pari a 17,0 ug/m3”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007