Recovery Fund a Messina. Il Pd e Articolo Uno: "De Luca apra alla condivisione" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Recovery Fund a Messina. Il Pd e Articolo Uno: “De Luca apra alla condivisione”

Rosaria Brancato

Recovery Fund a Messina. Il Pd e Articolo Uno: “De Luca apra alla condivisione”

martedì 22 Settembre 2020 - 17:34
Recovery Fund a Messina. Il Pd e Articolo Uno: “De Luca apra alla condivisione”

I segretari provinciali dem e art.1 Bartolotta e Siracusano invitano il sindaco ad avviare la concertazione sui progetti

Le risorse del Recovery Fund rappresentano un’opportunità per Messina a prescindere dal Ponte sullo Stretto. Ma il Comune non può pensare di fare il solista. E’ quanto spiega il segretario del PD Nino Bartolotta commentando positivamente l’iniziativa della giunta De Luca sul Recovery Fund.

Bartolotta: ora il confronto

 “Bene il tempismo del sindaco De Luca su “Recovery Fund” e progettazione del Comune di Messina – spiega Bartolotta – ma  attenzione a non ripercorrere esperienze “solitarie” che nel passato hanno prodotto solo un mero contenitore di progetti non funzionali alle reali esigenze del territorio e ancor meno alla indispensabile prospettiva di sviluppo strategico. La Città di Messina deve essere “hub” naturale di un sistema  infrastrutturale, produttivo ed economico che tenga conto anche dei territori e delle istanze dei Comuni dell’ Area Metropolitana Messinese nonché dei perduranti problemi connessi alla continuità territoriale nell’ area dello Stretto”.

Bartolotta invita De Luca ad una concertazione non solo con il Consiglio comunale di Messina ma anche con Sindaci, Ordini professionali, Organizzazioni Sindacali e Università, per pianificare le principali linee di intervento progettuale a valere sui previsti fondi per il Sud.

Articolo Uno: molte sfide

Sul Recovery Fund interviene anche il segretario provinciale di Articolo Uno Domenico Siracusano che evidenzia come il dibattito sul Ponte tradisca una certa pigrizia di elaborazione e non colga il senso della sfida che abbiamo di fronte. ” Immaginare di destinare tutte le risorse disponibili ad un’ unica grande opera, su cui permangono ancora dubbi e incertezze, significa rinunciare ad un ragionamento sullo sviluppo locale ampio e articolato- scrive Siracusano- Sotto l’ombra del ponte (che non c’è), la città è caduta inesorabilmente nel baratro. Allo stesso modo non è sufficiente consegnare al Governo una sorta di “lista della spesa”, un elenco di possibili proposte, che ripercorrano gli ambiti delle linee guida senza avviare un confronto partecipato con le rappresentanze istituzionale, le forze sociali e produttive della città”.

I progetti della Giunta De Luca per accedere a 632 milioni di euro del Recovery Fund secondo Siracusano devono essere condivisi ed è pertanto fondamentale avviare un confronto con il Consiglio Comunale, con le rappresentanze sindacali e datoriali, con l’Università e con i diversi attori dello sviluppo.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007