Reggio Calabria. Al via la prima campagna di prospezioni subacquee dei fondali - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Reggio Calabria. Al via la prima campagna di prospezioni subacquee dei fondali

Dario Rondinella

Reggio Calabria. Al via la prima campagna di prospezioni subacquee dei fondali

giovedì 21 Maggio 2020 - 10:22
Reggio Calabria. Al via la prima campagna di prospezioni subacquee dei fondali

Le attività operative consistono nella prospezione strumentale dei fondali fino a 300 m di profondità con Side Scan Sonar

Il segretariato Regionale del MiBACT per la Calabria, il direttore Salvatore Patamia, d’intesa con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia, hanno ravvisato la necessità di potenziare le azioni a tutela della legalità dell’agire amministrativo, in materia di beni culturali sommersi, attraverso la prevenzione e il contrasto ai fenomeni di danneggiamento e trafugamento del patrimonio culturale sommerso.

Questo obiettivo viene perseguito promuovendo, nel quadro delle rispettive competenze, articolate forme di collaborazione interistituzionale, demandando all’Arma dei Carabinieri, con la quale è in corso una proficua attività e collaborazione a supporto del funzionario archeologo subacqueo, la congiunta attuazione dei profili operativi. In questi giorni è in corso la prima campagna di prospezioni subacquee dei fondali antistanti il lungomare di Reggo Calabria.

Le attività operative, espletate con il coordinamento sul territorio dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria, dai Carabinieri del Nucleo Subacquei Messina (Motovedetta e Aliquota Subacquei) e dalla Sezione Addestramento del Centro Carabinieri Subacquei di Genova (operatori ROV e Side Scan Sonar), consistono nella prospezione strumentale dei fondali – fino a 300 m di profondità – con Side Scan Sonar,

relativa verifica dei target di interesse mediante l’ausilio del ROV e nella successiva verifica visiva, alle profondità consentite, da parte dell’Aliquota Subacquei Messina e del Funzionario Archeologo subacqueo. Il ROV “Pluto” è stato aggiornato, in base alle esigenze operative richieste dal MiBACT, dotandolo di strumentazione elettronica di ultima generazione quale il Side Scan Sonar e il sistema GPS di tracciamento del veicolo subacqueo.

Dispone, inoltre di due sonar per ricerca e identificazione target, due videocamere ad alta definizione ed una standard. Le operazioni sono condotte sotto la Direzione Scientifica del Funzionario archeologo subacqueo, Alessandra Ghelli, e presenziate dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza al Comando del Capitano Bartolo Taglietti.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007