Regionalismo differenziato, l'Ars: "Basta con le sperequazioni tra Nord e Sud" - Tempostretto

Regionalismo differenziato, l’Ars: “Basta con le sperequazioni tra Nord e Sud”

Redazione

Regionalismo differenziato, l’Ars: “Basta con le sperequazioni tra Nord e Sud”

giovedì 21 Febbraio 2019 - 09:18

Approvato all'unanimità il documento della Commissione presieduta da Elvira Amata

L’Ars ha approvato all’unanimità il documento sul Regionalismo differenziato predisposto dalla Commissione presieduta dalla messinese Elvira Amata, Fd’I.

il Parlamento siciliano impegna il Governo Musumeci affinché chieda a Roma che subordini la stipula degli accordi con Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna che chiedono l’autonomia differenziata al soddisfacimento di una perequazione tra settentrione e meridione.

La questione non si pone sulla richiesta di maggior autonomia da parte di chi propugna di gestire autonomamente ulteriori funzioni (come nel caso dell’Emilia Romagna) senza richiedere la sottrazione di risorse allo Stato centrale che oggi le detiene. Diverso è il caso in cui all’aumento delle competenze si aggiunge la sottrazione delle imposte che, normalmente, sono spalmate sull’intero territorio nazionale.

In questo modo- spiega Elvira Amata- la misura andrebbe a scapito del Sud e della Sicilia, la cui condizione di insularità rappresenta uno svantaggio denunciato a gran voce da Fratelli d’Italia in numerose occasioni. Crescerebbero così non solo le differenze tra Nord e Sud -che già oggi sono al centro di una sperequazione vergognosa-, ma anche tra Regione e Regione e ciò indebolirebbe l’intera nazione nei confronti degli altri Paesi in termini di competitività”

Con il documento approvato dall’Ars si ribadisce che la distribuzione delle risorse sul territorio italiano deve mettere al centro la necessità di garantire a tutti i cittadini parità di servizi e quella di superare i divari tra le differenti regioni. I meccanismi in atto aggraverebbero il divario, trascurando le esigenze del sud profondamente bisognoso di infrastrutture e servizi essenziali.

Un meridione che ancora in questi giorni è protagonista di vicende che tagliano le gambe dei nostri enti locali come il prelievo forzoso concentrato sulle sole ex province Siciliane che le sta conducendo al default con gravissimi effetti sui cittadini. Siamo al cospetto di misure che affermano una sostanziale destrutturazione della solidarietà nazionale”, conclude la Amata.

Tag:

Un commento

  1. Andrea D'ANDREA 21 Febbraio 2019 11:00

    Giustissimo, brava Elvira Amata, Andrea D’Andrea

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007