Galleria Vittorio Emanuele, l'assessore Pino:"Il progetto di valorizzazione è alle ultime fasi" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Galleria Vittorio Emanuele, l’assessore Pino:”Il progetto di valorizzazione è alle ultime fasi”

Rosaria Brancato

Galleria Vittorio Emanuele, l’assessore Pino:”Il progetto di valorizzazione è alle ultime fasi”

domenica 18 Ottobre 2015 - 22:07
Galleria Vittorio Emanuele, l’assessore Pino:”Il progetto di valorizzazione è alle ultime fasi”

Il progetto di valorizzazione della Galleria Vittorio Emanuele presentato nei mesi scorsi al tavolo tecnico convocato sin dal 2014 è alle ultime fasi. Ad assicurarlo l'assessore Sebastiano Pino che replica alla soprintendenza ed ai consiglieri comunali Lo Presti, Zuccarello e Sturniolo che nei giorni scorsi hanno sottolineato i ritardi dell'amministrazione.

La vicenda della Galleria Vittorio Emanuele continua ad essere al centro di botta e risposta e dopo la conferenza stampa dei giorni scorsi dei consiglieri comunali Nina Lo Presti,Gino Sturniolo e Daniele Zuccarello insieme agli esercenti dell’associazione La Galleria si registra la replica dell’assessore Sebastiano Pino: “Dispiace constatare come si cerchi di confondere le idee accomunando due situazioni che si muovono su due piani completamente diversi. L’organizzazione di un evento di respiro internazionale ed alto valore culturale come il Sabir Fest nulla ha a che vedere con la richiesta avanzata dai due commercianti. L’Amministrazione comunale, impossibilitata a fornire un contributo economico – per la nota ed oggettiva situazione finanziaria dell’Ente – ha concesso il patrocinio gratuito e fornito la giusta e dovuta collaborazione con i propri servizi ed i propri uomini. Tutte le spese sono state a carico degli organizzatori e Messina ha goduto di 4 giorni di eventi di alto livello culturale molto apprezzati dai cittadini e dai turisti. L’Amministrazione sarebbe lietissima di poter condividere l’organizzazione nella Galleria, di continue manifestazioni tipo Sabir Fest ed invita le Associazioni a proporre eventi con finalità culturali e sociali di interesse pubblico”.

Nel corso della conferenza stampa dei giorni scorsi i consiglieri ed i commercianti hanno sottolineato come da più di un anno (quindi quando ancora Pino non era assessore) attraverso un tavolo tecnico più volte sia stata chiesta all’amministrazione quella collaborazione e quel patrocinio che per il Sabir Fest sono stati concessi. La stessa Soprintendenza ai Beni culturali nella lettera del mese scorso con la quale accoglie il progetto di collaborazione dell’associazione La Galleria in merito al mantenimento del decoro e della pulizia rileva (vedi articolo allegato) come finora il Comune di Messina sia stato assente e non abbia risposto ai ripetuti solleciti sugli interventi da porre in essere per la sicurezza e la valorizzazione della Galleria. Sempre la Soprintendenza invitava gli assessori a completare l’iter avviato con il tavolo tecnico del 2014 e che ha visto la presentazione del progetto dell’architetto Celona, in seguito alle sollecitazioni dei consiglieri comunali Zuccarello, Sturniolo e Lo Presti che da mesi seguono la vicenda.

“Questa Soprintendenza- scrive Scimone a settembre -accoglie favorevolmente la lodevole proposta dell’Associazione e chiede agli Assessori di voler porre in essere con l’urgenza che il caso richiede le iniziative volte a stabilire le modalità di attuazione della proposta e si resta in attesa di un incontro tecnico”.

Nel replicare l’assessore Pino spiega come i commercianti della Galleria siano stati già ricevuti per discutere del progetto e comunque ritiene che poiché non rappresentano la totalità degli esercizi commerciali presenti (in verità qualora al Comune non se ne fossero accorti le saracinesche sono chiuse e continuano ad abbassarsi proprio a causa dell’impossibilità di investire nel sito) “Questo è il motivo principale per cui l’Amministrazione comunale non può cedere a due privati e senza una gara di pubblica evidenza la gestione della Galleria Vittorio Emanuele. L’associazione chiede fra l’altro una deroga al pagamento del canone previsto dal regolamento COSAP e i Consiglieri sanno benissimo che la Giunta non può derogare al regolamento approvato dal Consiglio comunale”. Quanto all’esosità della fideiussione richiesta per la concessione dell’occupazione del suolo pubblico Pino precisa che è stata inserita con emendamento proposto, fra gli altri, anche dallo stesso Zuccarello (su espressa richiesta del dirigente del dipartimento).

“La sterilità di certe polemiche fanno capire come qualcuno si senta già in campagna elettorale. Dispiace che al “perenne candidato” si siano, in buona fede, uniti due commercianti che siamo certi vorrebbero ridare luce alla Galleria Vittorio Emanuele III- continua l’assessore- L’Amministrazione comunale sta lavorando ad un serio progetto di “Riabilitazione, valorizzazione e tutela della Galleria Vittorio Emanuele III” curato dal Servizio Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali dell’Assessorato alla Cultura, che ormai si trova agli ultimi passaggi per i previsti pareri dei Dipartimenti interessati”.

Il progetto quindi, del quale Tempostretto ha pubblicato le linee guida e gli obiettivi nei mesi scorsi ma rimasto fermo al primo step, secondo le rassicurazioni dell’assessore Pino potrebbe essere prossimo ad essere varato dall’amministrazione. Anche quel progetto, che si è avvalso della collaborazione degli esercenti della Galleria, prevede la possibilità per le associazioni di contribuire al mantenimento del decoro e della sicurezza (come l’installazione delle videocamere e la chiusura dei cancelli), nonché presentare progetti per manifestazioni d’interesse culturale ed artistico.

“Sono contento che il progetto che abbiamo sollecitato e sposato da un anno-replica Daniele Zuccarello- secondo l’assessore Pino è giunto finalmente al traguardo, nonostante le assenze alle conferenze dei servizi proprio dell’amministrazione. In ogni caso è la Soprintendenza e non io ad avere chiesto con urgenza agli assessori Pino e Perna di provvedere in tempi brevi a far decollare il progetto. E non mi sembra che il Soprintendente sia in campagna elettorale….Restiamo in attesa dei fatti. Nel frattempo possiamo usufruire finalmente della luce e della pulizia della Galleria, e visti i precedenti è già tanto….”.

Rosaria Brancato

Tag:

2 commenti

  1. NON ESSENDO PIU’ RESIDENTE A MESSINA NON RICORDO BENISSIMO LE OPERE E DISCUSSIONI DI QUESTA POVERA GALLERIA, CHE E’ GEMELLA DELLA GALLERIA DI MILANO. NON PENSO CHE NEGLI ANNI ’20 PER DECIDERE PROGETTARE ED EDIFICARE CI SONO STATI MOLTISSIMI ANNI, ANZI IN BREVE TEMPO. SI PARLA DEGLI ANNI ’20, VERO? MENTRE, IN QUESTA POVERA ITALIETTA PAESE DEI CAMPANELLI (DA NON CONFONDERE CON L’OPERETTA CHE NON MI PIACE L’OPERETTA IL PAESE DEI CAMPANELLI), PER TOGLIERE SCRITTE PROVOCATI DA 2 ZALLI DI FANGO CI VOGLIONO MESI E MESI, COSI’ PER ALTRI PROBLEMI A MESSINA. NON ENTRO IN MERITO ALL’OGGETTO, MA COLGO L’OCCASIONE PER DIRE CHE MESSINA E’ MORIBONDO STA MORENDO E VOI SIETE SEDUTI SUL “TITANIC”, I GRANDI PERSONAGGI SONO MORTI, I NIPOTI NON NATI DORMONO

    0
    0
  2. NON ESSENDO PIU’ RESIDENTE A MESSINA NON RICORDO BENISSIMO LE OPERE E DISCUSSIONI DI QUESTA POVERA GALLERIA, CHE E’ GEMELLA DELLA GALLERIA DI MILANO. NON PENSO CHE NEGLI ANNI ’20 PER DECIDERE PROGETTARE ED EDIFICARE CI SONO STATI MOLTISSIMI ANNI, ANZI IN BREVE TEMPO. SI PARLA DEGLI ANNI ’20, VERO? MENTRE, IN QUESTA POVERA ITALIETTA PAESE DEI CAMPANELLI (DA NON CONFONDERE CON L’OPERETTA CHE NON MI PIACE L’OPERETTA IL PAESE DEI CAMPANELLI), PER TOGLIERE SCRITTE PROVOCATI DA 2 ZALLI DI FANGO CI VOGLIONO MESI E MESI, COSI’ PER ALTRI PROBLEMI A MESSINA. NON ENTRO IN MERITO ALL’OGGETTO, MA COLGO L’OCCASIONE PER DIRE CHE MESSINA E’ MORIBONDO STA MORENDO E VOI SIETE SEDUTI SUL “TITANIC”, I GRANDI PERSONAGGI SONO MORTI, I NIPOTI NON NATI DORMONO

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x