Risanamento Messina: audizioni alla Camera. Consegnato dossier di 100 pagine - Tempostretto

Risanamento Messina: audizioni alla Camera. Consegnato dossier di 100 pagine

Rosaria Brancato

Risanamento Messina: audizioni alla Camera. Consegnato dossier di 100 pagine

martedì 28 Luglio 2020 - 19:50

Iniziate le audizioni alla Camera. Il presidente Scurria consegna un dossier e un pezzo di tetto in amianto

Entra nel vivo l’iter per la legge sul risanamento di Messina. Sono iniziate oggi presso la Commissione Ambiente della Camera dei deputati, le audizioni nell’ambito della proposta di legge (a firma Siracusano, D’Uva e Navarra) per l’eliminazione delle baracche a Messina. A nome della Regione invece del presidente Musumeci è intervenuto l’assessore per le Infrastrutture Marco Falcone (che ben conosce la problematica ed ha seguito quanto di competenza per la Regione),  il sindaco  Cateno De Luca e il presidente ArisMe Marcello Scurria.

Obiettivo: legge speciale

Tutti e tre gli intervenuti hanno evidenziato la drammaticità della situazione nonché una battaglia che va avanti da decenni ed hanno auspicato l’approvazione in tempi europei e certi della legge speciale. L’obiettivo infatti è una legge nazionale che consenta deroghe alle procedure ordinarie ed una dotazione finanziaria adeguata per poter sbaraccare e bonificare le aree, e consegnare alloggi dignitosi agli 8mila cittadini messinesi che vivono da decenni in condizioni indecenti.

Siracusano: battaglia prioritaria

Nonostante gli sforzi encomiabili profusi da Regione e Comune di Messina- ha commentato Matilde Siracusano– è emerso con chiarezza dai vari interventi che non vi è alcun dubbio sulla necessità di un intervento del Parlamento e del governo. Per Forza Italia, grazie anche all’impegno della capogruppo Mariastella Gelmini l’eliminazione delle baraccopoli rappresenta una priorità. Continueremo il nostro lavoro in Parlamento per raggiungere un obiettivo che non deve avere alcun colore politico ma che può e deve rappresentare il punto di partenza per il rilancio di un’intera comunità”.

Scurria consegna il dossier

Nel corso della sua audizione il presidente ArisMe Marcello Scurria ha presentato un dossier di oltre 100 pagine con documenti ed integrazioni alla proposta di legge. Scurria ha anche consegnato al presidente di Commissione, Alessandro Benvenuto, con un gesto altamente simbolico, un pezzo di tetto in eternit di una baracca. Il totale dell’amianto presente nelle zone da risanare supera i 60 mila metri quadrati.

Navarra: celerità ed efficacia

Soddisfatto anche Pietro Navarra che è firmatario della proposta di legge: “Sono intervenuto per approfondire alcuni aspetti relativi al superamento dei potenziali conflitti di competenza tra Stato e Regione, alla dotazione di risorse in atto disponibili per le opere di risanamento, alla programmazione degli interventi e alla previsione della relativa spesa. Tutti argomenti questi che metteranno il Parlamento di legiferare con consapevolezza per dare una risposta, con celerità ed efficacia, che la città di Messina attende ormai da troppo tempo”.

De Luca: fate presto

Il sindaco De Luca è invece intervenuto per via telematica raccontando l’iter ed il fallimento della legge regionale 10 del 1990: “Ingenti risorse destinate alla città di Messina per risolvere il problema delle baracche che si trascina da quasi cento anni. Purtroppo gran parte di tali risorse sono andate perse per l’incapacità di tradurre in azione le nobili previsioni normative della legge 10/90. Serve una legge speciale che deroghi al codice degli appalti, che semplifichi le procedure ambientali e che conferisca anche poteri speciali sotto il profilo dell’ordine pubblico. Mi auguro che aldilà delle posizioni politiche il Parlamento Italiano approvi questa legge che consente di chiudere una delle peggiori vergogne sociali di inaudita crudeltà”. Le audizioni continueranno anche domani, 29 luglio.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007