Argiroffi: "Approvato il consuntivo 2014, estinti i debiti e salvato il Comune" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Argiroffi: “Approvato il consuntivo 2014, estinti i debiti e salvato il Comune”

Argiroffi: “Approvato il consuntivo 2014, estinti i debiti e salvato il Comune”

venerdì 12 Giugno 2015 - 09:23

Il primo cittadino di Roccalumera commenta l'approvazione del consuntivo 2014: "Chi mi ha preceduto ha impoverito la comunità. Mi auguro che non accada più"

La Giunta Municipale di Roccalumera ha approvato oggi il consuntivo 2014. Soddisfazione in merito ha espresso il sindaco Gaetano Argiroffi che commenta: “Atto che decreta la fine delle sofferenze finanziarie di Roccalumera e rende efficace e valido il procedimento relativo ai debiti riconosciuti il 30 dicembre 2014 e l’8 gennaio successivo, legato alla vendita dei lotti, occorsa per tre di essi. Due motivi mi rallegrano in particolare. Il primo è che il riconoscimento del debito, per come è stato concepito, è stato un percorso obbligato, la cui riuscita ci inorgoglisce. Il secondo è che d’ora innanzi i debiti per il nostro comune saranno un lontano ricordo”.

Il primo cittadino prosegue: “In ventiquattro mesi, da quando sono stato eletto, sono stati pagati debiti per 2 milioni e 800 mila euro (spazzatura); per 1 milione e 800 mila (transazioni con ditte) e per 200 mila euro (cause e contenzioso). Cinque milioni di euro di debiti ereditati da chi mi ha preceduto. Uno scandalo – chiosa il sindaco – che ringrazia “coloro che hanno contribuito all’impresa del risanamento e del rilancio economico di Roccalumera, e cioè il Vice Sindaco, gli Assessori, il Presidente del Consiglio ed i Consiglieri Comunali, i quali, senza risparmio e senza tirarsi indietro, hanno permesso il successo della nostra azione politico-amministrativa. Un grazie va anche al Segretario Comunale ed ai dipendenti tutti. Ma un grazie devo rivolgerlo soprattutto ai nostri concittadini, i quali hanno compreso il nostro sforzo nel rimettere in sesto le casse comunali ed hanno accettato qualche sacrificio, più del dovuto”.

Per Argiroffi il pagamento dei debiti era “un atto dovuto, in quanto la zavorra debitoria esistita avrebbe compromesso ogni programma ed iniziativa comunale”.

L’ultima considerazione è per la compagine guidata da Rita Corrini: “Ai consiglieri di minoranza, i quali si sono sempre sentiti piccati dalle nostre accuse per la pregressa maldestra gestione amministrativa, di cui si sono assunti l’onere della difesa, voglio dire che la riuscita del risanamento contabile è stata per noi una scommessa condotta nell’interesse della comunità e non per acquisire meriti dell’uno contro l’altro. Perché con il risanamento contabile ottenuto ha vinto Roccalumera e chi ha creduto in Roccalumera”.

“E’ un fatto incontestabile che con 5 milioni di euro il nostro paese avrebbe potuto arricchirsi di opere e servizi innumerevoli, con benefici per tutta la collettività. Chi mi ha preceduto ha, invece, impoverito la nostra comunità, ed è sotto gli occhi di tutti. Mi auguro che non accada più”, ha concluso Argiroffi.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x