Roccalumera. "I lavori ritardano e il torrente Allume rischia di esondare" - Tempo Stretto

Roccalumera. “I lavori ritardano e il torrente Allume rischia di esondare”

Gianluca Santisi

Roccalumera. “I lavori ritardano e il torrente Allume rischia di esondare”

venerdì 15 Novembre 2019 - 17:33
Roccalumera. “I lavori ritardano e il torrente Allume rischia di esondare”

Grido d'allarme del gruppo di minoranza che ha presentato una mozione al sindaco Argiroffi

ROCCALUMERA. “Il torrente Allume è stato trascurato nella pulizia e manutenzione tanto  da destare  preoccupazione in quanto sono presenti cumuli di ghiaia, detriti di ogni genere e una folta vegetazione di alto fusto che possono costituire ostacoli al deflusso delle acque in occasione di piogge di media-alta intensità”. Il grido d’allarme è del gruppo di minoranza che oggi ha presentato una mozione al sindaco, Gaetano Argiroffi, allo scopo di sbloccare i lavori di messa in sicurezza.

I finanziamenti della Protezione Civile

Il Comune di Roccalumera ha beneficiato i due finanziamenti della Protezione Civile regionale per i “Lavori per il ripristino muri d’argine e risagomatura alveo e consolidamento versanti torrenti Allume, Sciglio e S. Nicola” (importo complessivo di 150mila euro) e per i “Lavori per la messa in sicurezza dei Torrenti Sciglio e Allume a rischio esondazione e regolarizzazione funzionalità scatolare” (50mila euro), ma a distanza di quasi un anno dall’avvio delle procedure di gara “i lavori – sostiene la minoranza non sono stati ancora concretamente avviati”. Eppure la situazione è a rischio.

“Argini bassi e insufficienti”

“Dalle segnalazioni di tanti cittadini e da un sopralluogo effettuato – incalza l’opposizione – si sono riscontrati tratti del percorso in cui gli argini appaiono fortemente bassi e insufficienti per contenere eventuali piene. Tale problematica è maggiormente avvertita nella parte immediatamente a monte dell’autostrada fino all’attraversamento della Statale 114 in quanto un’eventuale tracimazione causerebbe danni alla viabilità oltre che alle abitazioni ed agli abitanti siti nelle immediate vicinanze”.

Per la minoranza è necessario “intervenire immediatamente con tecniche di pulitura meccaniche del letto da cumuli di ghiaia, della vegetazione arbustiva e rimuovere i materiali che costituiscono ostacoli o restringimenti al deflusso”.

Per questo motivo, la mozione impegna sindaco e Giunta “ad avviare con urgenza e con priorità assoluta i lavori di messa in sicurezza dei torrenti, visto che sono finanziati con fondi a carico della Protezione Civile e non gravano sul bilancio comunale” e ad attivare, in ogni caso, “gli interventi immediatamente necessari alla messa in sicurezza dei torrenti ai fini della tutela della pubblica e privata incolumità, nel caso di ulteriori ritardi del concreto avvio degli interventi già finanziati”.

La priorità conclude il gruppo guidato da Rita Corrini è “dare priorità assoluta  agli interventi in corrispondenza dei centri abitati e degli attraversamenti carrabili, con particolare riguardo al torrente Allume che è visibilmente in condizioni precarie ed a rischio”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007