A Forte Petrazza la mostra "Arte dal sol levante all'isola del sole" - Tempo Stretto

A Forte Petrazza la mostra “Arte dal sol levante all’isola del sole”

A Forte Petrazza la mostra “Arte dal sol levante all’isola del sole”

lunedì 22 Luglio 2013 - 08:43
A Forte Petrazza la mostra “Arte dal sol levante all’isola del sole”

Esposta per la prima volta in Italia, la mostra rappresenta uno spaccato dell’arte contemporanea giapponese, mostrando come si coniuga la tradizione del Sol Levante con gli impulsi dell’arte occidentale in una commistione unica

Il Museo del Fango e l’Associazione F.A.N.G.O. presentano nella sede del Museo di Forte Petrazza un grande evento artistico e culturale grazie alle 48 opere di 16 artisti giapponesi: Yamada Akiko, Otsuka Atsuko, Komoda Azusa, Kazuko Date, Yokoe Eichi, Izumi Hidenori, Sajiki Izumi, Takayasu Jun, Misawa Kazuko, Kono Mari, Kishida Masumi, Sakakibara Megumi, Omori Midori, Pen2 (Okada Masami), Sughimoto Takeko, Tochihara Toshiko

Esposta per la prima volta in Italia, la mostra rappresenta uno spaccato dell’arte contemporanea giapponese, mostrando come si coniuga la tradizione del Sol Levante con gli impulsi dell’arte occidentale in una commistione unica.

Dei sedici artisti ospitati in mostra, 11 artiste verranno appositamente dal Giappone per presenziare all’inaugurazione del 3 agosto: sarà un’occasione irripetibile per conoscere artisti così distanti dalla nostra cultura eppure così vicini a noi per alcuni aspetti.

Saranno presenti, tra gli altri: il direttore artistico del Museo del Fango, Michele Cannaò, la curatrice della mostra Angela Manganaro; il sindaco di Messina, Renato Accorinti; il capo del Genio Civile di Messina, Gaetano Sciacca; il Presidente della Fondazione di Comunità e di Horcynus Orca, Gaetano Giunta.

Al loro quarto anno di attività – tanti ne sono passati dalla tragedia che il 1° ottobre 2009 devastò quella che i Greci chiamarono Terra delle Belle Acque e che suggerì a Michele Cannaò la creazione di un Museo del Fango che fosse Laboratorio interdisciplinare delle Arti – il Museo e l’Associazione F.A.N.G.O, hanno al loro attivo, oltre a un numero sempre crescente di opere e di adesioni da parte di artisti italiani e stranieri, l’allestimento di diverse mostre, la realizzazione di una serie di incontri e convegni sul patrimonio artistico, sulla salvaguardia del territorio, sull’arte di vivere l’arte, sul legame inscindibile tra Cultura, Legalità e Sicurezza, la concretizzazione della “Montagna ad Arte” con la posa delle prime tre grandi opere (la “Grande Scala o la Veronica” di Michele Cannaò a Giampilieri contrada Lumbri, “L’albero della vita” di Pippo Galipò, Caudio Militti e Togo a Molino, La notte di San Lorenzo” di Sara Teresano a Scaletta Zanclea) e tutti gli eventi relativi al rilancio dell’intera area posta a sud della Provincia di Messina.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007