Richiesta di arresto per l'onorevole Francantonio Genovese, quattro "suoi uomini" ai domiciliari - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Richiesta di arresto per l’onorevole Francantonio Genovese, quattro “suoi uomini” ai domiciliari

Richiesta di arresto per l’onorevole Francantonio Genovese, quattro “suoi uomini” ai domiciliari

mercoledì 19 Marzo 2014 - 06:48
Richiesta di arresto per l’onorevole Francantonio Genovese, quattro “suoi uomini” ai domiciliari

Coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina, dalle prime ore dell’alba di questa mattina uomini della Squadra Mobile e della Sezione di polizia giudiziaria della Questura di Messina e del locale Comando Provinciale della Guardia di Finanza stanno dando esecuzione alla notifica della richiesta di autorizzazione all’esecuzione di misura cautelare personale nei confronti dell'onorevole Francantonio Genovese e quattro uomini della sua "cerchia"

Associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio, peculato e truffa per aver conseguito finanziamenti pubblici per progetti formativi in diversi corsi di formazione. Altra mega bufera sul mondo della formazione messinese e siciliana. Finisce nel mirino della giustizia l'onorevole Francantonio Genovese, insieme a quattro suoi "fedelissimi". Per il leader del Pd messinese, deputato alla Camera dei Deputati, è stata già notificata la richiesta di autorizzazione all'arresto, già in precedenza notificata presso la Presidenza della Camera dei Deputati.

Finiscono ai domiciliari, invece, quattro uomini appartenenti alla sua "cerchia".

Oltre ai già noti L.U.Me.N., A.R.A.M. e A.N.Co.L., sono finiti sotto la lente degli investigatori l’ENFAP, l’ENAIP, lo IAL, TRAINING SERVICE, la L&C LEARNING & CONSULTING, la CESAM, la ECAP, la E.S.O.FOP., l’APINDUSTRIA e RETI.

Le indagini, dirette dal Procuratore Aggiunto, dott. Sebastiano Ardita, e dai Sostituti, Camillo Falvo, Liliana Todaro, Fabrizio Monaco e Antonio Carchietti, hanno permesso di accertare che i soggetti indagati, attraverso gli enti di formazione e società filtro appositamente create, grazie a prezzi gonfiati per l’acquisto di beni e servizi o, addirittura, a prestazioni totalmente simulate, sottraevano a loro vantaggio i fondi assegnati per lo svolgimento dei corsi di formazione. La gran parte degli artefici dei reati sono risultati tra loro legati da vincoli di parentela.

L’onorevole Genovese, destinatario della richiesta di misura cautelare, emerge dall’attività investigativa come l’unitario centro di interessi cui fanno riferimento una ragnatela di enti e società, uniti tra loro da una trama volta a consentire, attraverso meccanismi di fatturazione in tutto o in parte inesistenti, la sistematica sottrazione di consistenti volumi di denaro pubblico. Il parlamentare, nel corso del tempo ha acquisito, grazie ad una rete di complici riferibili anche alla propria famiglia, il controllo di numerosi enti di formazione operanti in tutta la Sicilia e, parallelamente, di una serie di società che gli hanno permesso di giustificare le appropriazioni, così da lucrare illeciti profitti.

Tag:

50 commenti

  1. La stanza dei bottoni sta crollando, la casta trema…era ora!

    0
    0
  2. Ma i nomi, del resto già circolanti nel passapariola mediatico, degli arrestati?
    O si aspetta la sceneggiata della conferenza stampa?…

    0
    0
  3. SI CHIUDE MISERAMENTE UN’EPOCA, un parte del sistema di interessi, coagulato intorno al PARTITO DEMOCRATICO, che abbia soffocato e impoverito Messina, condizionato la libertà politica dei messinesi, perde il suo riferimento principale, Francantonio GENOVESE, si sgretolerà rapidamente, tentando di infettare altri partiti politici e lo stesso PD messinese. La svolta di rottura definitiva con questo sistema marcio è Francesco PALANO QUERO, segretario cittadino del PARTITO DEMOCRATICO.

    0
    0
  4. Quando parlavo di novità clamorose, ancora una volta avevo ragione.
    E non ci si fermerà qui.
    Tremano alcuni che non possono godere dell’immunità parlamentare.
    Mi auguro che la Giustizia colpisca duro, contro chi ha asservito una città ed una cittadinanza ai suoi voleri.
    Adesso mi divertirò ad assistere alle prese di distanza di tutti coloro che, un tempo sodali e servi, adesso cominceranno ci terranno a sottileare la loro diversità.
    George

    0
    0
  5. Voglio ringraziare ancora una volta RENATO sindaco per aver compreso il rischio drammatico, per le sorti di Messina, di una eventuale elezione di Felice CALABRO’, politico di punta di Francantonio GENOVESE. A distanza di nove mesi provo un brivido di smarrimento al solo pensare del rischio corso dai messinesi di DESTRA e di SINISTRA, del MOVIMENTO 5 STELLE, di RESET. A giugno del 2018, dopo che il sindaco in maglietta, con la scoccia dura, senza paura, farà il lavoro sporco, rimettendo a posto i conti, relegando in un angolo chi si nutre avidamente dei soldi dei messinesi, riportando a Palazzo Zanca l’etica nell’amministrazione della città, cioè la ricerca quotidiana dell’interesse generale, i partiti finalmente liberi potranno cimentarsi per governare la Urbs Messana.

    0
    0
  6. Dio non è mastro che paga il sabato.
    George

    0
    0
  7. Dalle stelle alle ….stalle!

    0
    0
  8. Non tralasciamo la cosa piu importante per noi umili osservatori inermi di questo schifo…..vogliamo immediatamente recuperato il xxxxxxx con annessi interessi

    0
    0
  9. Mariedit il solito giustizialista , gente che mette subito il cappio al collo, che vergogna , che uomini senza raziocinio , prima di esprimersi e barricarsi su posizioni così rigide , aspettiamo l’esito del processo , aspettiamo il terzo grado di giudizio .

    0
    0
  10. Salvatore La Macchia, ex commissario dell’Ato3 di Messina; il Stefano Galletta, commercialista e contabile; Roberto Giunta e Domenico Fazio, della segreteria di Genovese.

    0
    0
  11. MessineseIncallito 19 Marzo 2014 08:29

    ERA ORA…

    0
    0
  12. carcere e confisca dei beni..
    hanno rovinato questa città adesso è giusto che soffrano..

    0
    0
  13. Caro Mariedit, in Italia, dove vivi anche tu tranne se non sei diventato TIBETANO, si dice LASCIAMO CHE LA GIUSTIZIA FACCIA IL PROPRIO CORSO! E invece tu, e non solo tu, cogli l’occasione BRUTTA SOLO PER CHI LA SUBISCE per sparare addosso ai cadaveri e per mettere sempre in mezzo la tua OSSESSIONE CALABRO’. In questo frangente per te uso un altro appellativo che non ti ho mai appioppato: AVVOLTOIO!!!

    0
    0
  14. bene, trito e ritrito ci sta, ma non capisco come mai chi sapeva (e stava già con tutto il suo GRANDE sapere all’interno del palazzo) non ha mai detto nulla e si scopre adesso grande conoscitore di tutte le verità… etica è ETICA sempre.

    0
    0
  15. velista anonimo 19 Marzo 2014 08:43

    … i corsi finanziati dalla Regione dovevano essere seriamente organizzati !
    intanto perché sono sono finanziati con i soldi dei cittadini !
    i cittadini, le imprese pagano le tasse quindi versano dei soldi allo Stato e alla Regione
    oltre che ai Comuni o alla Provincia …
    Questi soldi poi sono stati utilizzati giustamente
    per promuovere la formazione in Sicilia ..
    I corsi dovevano servire per migliorare la formazione dei giovani
    per dare loro una chance in piu’ o una possibilità in piu’
    per trovare lavoro o fare impresa
    per migliorare le loro condizioni di vita, aumentare il loro benessere …
    e questo doveva servire per sottrarre i giovani anche dalle organizzazioni criminali,
    aumentare l’ occupazione, che dati i dati e’ uno dei problemi piu’ importanti da risolvere ed
    e’ uno dei problemi che ci divide di piu’ dal resto dell’ Italia e questo
    coloro che si dovrebbero occupare di politica dovrebbero saperlo o coloro
    che fanno politica non possono non saperlo !!
    Creare occupazione o dare le giuste conoscenze ai giovani
    puo’ permettere loro di creare delle imprese o delle piccole aziende
    nel campo del turismo o dell’agricoltura ….
    E’ invece si e’ organizzata una rete di società con xxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
    un sistema che potrebbe essere stato utilizzato anche in altri interessi .. chissa’

    0
    0
  16. Certo, sicuramente è tutto un errore giudiziario…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

    0
    0
  17. L'Osservatore 19 Marzo 2014 09:15

    Hai ragione!!!Lasciamo che la giustizia faccia il proprio corso…
    Ma nel MONDO CIVILE, in quei Paesi( ma anche negli altri…)che molto spesso prendiamo ad esempio, un “onorevole” indagato e con la propria moglie agli arresti domiciliari da più di sei mesi si sarebbe DIMESSO già da tempo!!!
    Per quanto riguarda Calabrò: non era cosa sua fare il sindaco, i messinesi lo hanno capito e sonoramente bocciato al ballottaggio. P U N T O !!!
    Cordialità.

    0
    0
  18. Anche per il tuo idolo è in preparazione un regalino.
    George.

    0
    0
  19. Non mi sembri molto un pensante, cambia nick!!!

    0
    0
  20. Dell”onorevole Francantonio Genovese si ricorda l’appassionato impegno parlamentare teso ad accelerare la chiusura della Stretto di Messina…in accordo e sintonia con gli utili idioti messinesi che hanno condannato i propri figli all’emigrazione forzata ed alla mancanza di reali prospettive di crescita.

    0
    0
  21. invelatosempre 19 Marzo 2014 09:41

    permettetemi di pronunciare un solenne e sentito ringraziamento ai Giudici Procuratori (con la G maiuscola), che con questa indagine mi permettono di rinfocolare una speranza che tenevo in serbo nel mio cuore e, precisamente, quella che un giorno i miei figli, emigranti alla ricerca di cultura e lavoro, possano tornare nella loro terra. E possano farlo senza questuare al boss politico o al sagrestano di turno; senza sposare partiti o religioni. Possano farlo solo offrendo competenze ad un sistema che dovrebbe richiedere solo competenze.
    Grazie ancora da parte di un padre.

    0
    0
  22. Quello che mi rammarica è che nessuno della classe politica Messinese si salva VEDRETE…….. gli altri non potevano non sapere…………………….

    0
    0
  23. Bisogna leggere attentamente i commenti, altrimenti si corre il rischio di prendere cantonate. Il terzo grado di giudizio vale per i processi, la responsabilità penale è personale, quindi sotto questo aspetto me ne infischio delle sorti di Francantonio GENOVESE, dovrà vedersela con la sua coscienza, mentre sono da anni interessato alle responsabilità politiche, risalenti al GENOVESE sindaco inconcludente, al GENOVESE oppositore all’acqua di rose di Buzzanca, al GENOVESE catalizzatore di questo sistema di interessi che abbia soffocato e impoverito Messina. SONO STATO CHIARO?

    0
    0
  24. Dovremmo a questo punto autogestirci visto che nessun sindaco fino ad oggi non è stato in grado di amministrare Messina!!!

    0
    0
  25. Quel giorno di giugno sarà ricordato Come giorno della liberazione

    0
    0
  26. MessineseAttento 19 Marzo 2014 10:51

    Che cazzaro.
    Le do una cattiva notizia, il personaggio che tenta di crearsi, esiste solo nella sua testa da dissociato. Esattamente come il suo amico immaginario che le da le notizie da palazzo Piacentini.
    Si limiti al suo ruolo di Paolini dei poveri, basta (e avanza) quello per rendersi ridicolo.

    0
    0
  27. L'Osservatore 19 Marzo 2014 11:11

    …eeehhmm…veda che il sig. Genovese non si eleggeva “da solo”…
    I suoi figli (me compreso, visto che lavoro fuori isola) torneranno nella loro terra se quest’ultima verrà venduta (meglio se REGALATA) agli svizzeri/tedeschi.

    0
    0
  28. MessineseAttento 19 Marzo 2014 11:16

    Qui l’unico xxxxxxxx è colui per il quale, lei, sta facendo il garantista. Ovvero colui che ha xxxxxx la campagna elettrale a Calabrò (che a questo punto è lecito pensare si trattasse di xxxxxxxx xxxxxxxxx). Ovvero colui che ha xxxxxx il futuro ai nostri giovani. Ovvero colui che si è xxxxxxxxxxx dei messinesi. Ovvero colui che stava tentando di xxxxxxxxxxxxxx. Ovvero colui che, oggi, è accusato di ASSOCIAZIONE a DELINQUERE. Ovvero colui che faceva affidamento sull’immunità sperando di poter continuare a xxxxxxxxxxxxxxxxxx sui fondi dedicati ai nostri giovani. Ecc, ecc, ecc, ecc, ecc.
    Sinceramente non mi pare che l’avvoltoio sia esattamente mariedit.

    0
    0
  29. MARIEDIT è perfettamente inutile che ti giustifichi perché resti sempre un AVVOLTOIO!! Lo sanno anche le pietre che la responsabilità è personale e quindi che c’entra nei tuoi commenti fare spuntare sempre COMU UN TRITROLU CALABRO’? Perché non parli dell’opposizione all’acqua di rose che hanno oggi Accorinti e Signorino in consiglio comunale anziché blaterare sempre sull’accoppiata GENOVESE-BUZZANCA? E poi se la responsabilità penale è personale perché metti tutto nello stesso calderone? E’ come se tutti i rappresentanti di Forza Italia fossero tutti implicati nel falso in bilancio e nella corruzione e sfruttamento della prostituzione. E’ questo il senso dei tuoi commenti e PRIMA DI RISPONDERTI li leggo ATTENTAMENTE e sono in grado di constatare se prendo o meno CANTONATE (la tua espressione era rivolta alla mia persona).
    Ti consiglio spassionatamente di ponderare bene prima di scrivere i commenti! Comunque ti dico che me ne frego altamente di Genovese.
    All’Osservatore dico come fai a dire di Calabrò che non era cosa sua fare il Sindaco, ma perché l’abbiamo messo alla prova o anche tu sostieni che ha governato Messina dall’opposizione! I messinesi(quali?) l’hanno capito e l’hanno bocciato al ballottaggio però non dici come l’hanno bocciato. E’ mia opinione, e resta tale, che è stato bocciato grazie al disimpegno di D’Alia e il voto all’altro candidato di Russo e palano Quero e nel dire anch’io PUNTO ricambio le cordialità!!

    0
    0
  30. Rosica, rosica.
    Sapressi un decimo di quello che so io, so benissimo cosa ci faresti.
    Dopo una vita da servo del potente di turno, ti sta crollando il tuo mondo addosso.
    Io nutro cristiana pietà per gli sconfitti come te.
    A proposito.
    L’amico non è uno solo.
    Anche per il padrone che ti sei scelto qualche regalino è pronto.
    Ti avviso in tempo per darti modo di trovartene uno nuovo.
    Per te no sarà difficile.
    Ciao, sconfitto.
    George.
    P.S. Ah, ah, ah, ah, ah, ah!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    0
    0
  31. Meglio tardi che mai.
    Sarà un caso, ma da quando a Messina c’è un Capo della Procura che si chiama Lo Forte, il marcio della città sta cominciando a venire fuori a poco a poco.
    E non ci illudiamo ce ne sta ancora tanto, ma tanto tanto.
    Ricordo la definizione di un membro della Commissione Antimafia fatta 20 anni fa (era il tempo degli scandali al Tribunale, all’Università, al Policlinico ecc. ecc.) : VERMINAIO.
    Come aveva ragione…

    0
    0
  32. PRRRRRRRRRRRR!!!!

    0
    0
  33. MessineseAttento 19 Marzo 2014 15:19

    Sentirsi dare del perdente, da chi oggi è costretto ad inventare, per uscire da quell’ombra che lo circonda da decenni, divenendo servo di se stesso e di ciò che avrebbe voluto essere, è per me una vittoria assoluta.
    Continua così, caro Paolini dei poveri. Ma non si dimentichi la brutta fine che ha fatto il suo collega più illustre, che le serva da monito.
    La pietà non è mai troppa per questi perdenti cronici.

    0
    0
  34. beh… però non possiamo dimenticare:

    1. che calabrò ha messo tra le sue scelte per eventuale giunta un massone (difendendo tale scelta)

    2. quando in un’intervista video proprio su questo sito a una domanda sulla formazione ha risposto in modo quanto meno equivoco…

    3. la proprietà delle strutture presso le quali veniva fatta parte della campagna elettorale

    calabrò sarà anche un bravo ragazzo, ma da qui a dire che non c’entra nulla con il sig. genovese ne corre…

    0
    0
  35. concordo…

    0
    0
  36. seeee… dove l’ho già sentita qsta???

    0
    0
  37. non farei qste affermazioni… meglio tacere… non si sa mai…

    0
    0
  38. rosica rosica

    0
    0
  39. bernardo santilli 19 Marzo 2014 18:52

    caro maredit,vorrei proprio sapere cosa ti ha fatto di personale Calabrò visto che sembri proprio ossessionato da costui.Mi chiedo se lo conosci personalmente,se non è cosi e sono certo che non è cosi ti invito a farlo,avresti sicuramente tante cose da imparare e capiresti finalmente come è stato possibile che il tu o amato tibetano abbia vinto al ballottaggio.In quanto a Quero “asino perdente è”.

    0
    0
  40. Al solito, non hai capito nulla.
    Io godo.
    George.

    0
    0
  41. Non hai fatto in tempo e te la sei fatta addosso per la paura.
    Ahi, ahi, ahi, sig.ra Longari!!!!
    George.

    0
    0
  42. La mia nei tuoi confronti, messineserincitrullito, è infinita.
    Stai sereno, sconfitto.
    George

    0
    0
  43. Avvocato difensore di mezza tacca.
    E pure sconfitto.
    George.

    0
    0
  44. Paolini ha un grande merito.
    Fa scoppiare i palloni gonfiati.
    Stai sereno, sconfitto.
    George.

    0
    0
  45. MessineseAttento 20 Marzo 2014 10:46

    Tenga a freno la sua frustrazione per essere stati cancellati dal panorama politico messinese e non si lasci andare ad espressioni controproducenti, come quella riferita a Ciccio Quero.
    Fuori da quei gazebo, durante le primarie BARZELLETTA, c’era l’intero personale della formazione professionale messinese. Sicuramente stregati dall’irresistibile fascino di Calabrò. Sicuramente..

    P.S. “lei cosa pensa, che i voti li andiamo a prendere sulla luna!?”

    Mi stia bene!

    0
    0
  46. Arresto indagini inutili

    Questa persona ha fatto tutto ciò che i ns politici messinesi hanno fatto chi più chi meno.

    Credo che nei danni ci vogliono le riparazioni cosa che in italia in sicilia non esistono.

    esempio:
    Ho rubato a giovanni? ok risarcisco giovanni, ho fatto danno a messina restituisco subito ciò che ho tolto.

    Ovviamente sn solo parole e rimarranno tali processi infiniti

    0
    0
  47. MessineseAttento 20 Marzo 2014 19:02

    Togliete il vino a questo represso.
    Dopo una vita vissuta nel limbo della medicrità, adesso si è convinto che con due amichetti immaginari e facendo il disturbatore, possa uscire dall’anonimato.
    Il caso umano di TS.

    P.S. sono talmente lontano dal guano della politica, che da qua su, la marmaglia in cui lei affoga giorno dopo giorno, nemmeno la vedo.

    0
    0
  48. Manco si conoscevano…come Renzi che neanche una foto con lui si è voluto fare

    0
    0
  49. Certo certo…tra qualche mese dirai anche tu che non lo conoscevi nemmeno

    0
    0
  50. Mi introduco molto in ritardo nella discussione e la riprendo per rispondere a Msssinese Attento che è tale e quale a Mariedit e cioè AVVOLTOIO=AVVOLTOIO!!! Se Lei non è garantista non so quale aggettivo le posso appioppare in questo frangente. Ma mica sarà come la maggior parte dei messinesi che prima sbavavano davanti a Genovese e ora perché in disgrazia lo insultano! Da parte mia: ME NE FOTTO DI GENOVESE E SCRIVO QUELLO CHE PENSO! E’ FORSE VIETATO? OPPURE PENSATE CHE TU E MARIEDIT SIETE I TENUTARI( pardon I DEPOSITARI) DELLA VERITA’ E TUTTI GLI ALTRI DEBBONO RIMANERE SILENTI DAVANTI AI VOSTRI SPROLOQUI!!!! Sono sicuro che su molti argomenti ci scontreremo sempre soprattutto perché io ho la mente sgombra da qualsiasi preconcetto e quindi a ben SCONTRARCI!!!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x