Scarichi abusivi a Messina, un mese per regolarizzarsi. Poi l’Amam agirà in danno - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Scarichi abusivi a Messina, un mese per regolarizzarsi. Poi l’Amam agirà in danno

Marco Ipsale

Scarichi abusivi a Messina, un mese per regolarizzarsi. Poi l’Amam agirà in danno

martedì 29 Ottobre 2019 - 11:19
Scarichi abusivi a Messina, un mese per regolarizzarsi. Poi l’Amam agirà in danno

Il sindaco Cateno De Luca ha firmato un’ordinanza che impone agli amministratori di condominio di dichiarare entro trenta giorni la conformità degli scarichi

MESSINA – Alcuni scarichi abusivi eliminati, molti altri da eliminare. San Licandro e Ganzirri sono solo due delle zone venute alla ribalta. Oltre alla rete fognaria di Messina, ora l’Amam gestisce anche le acque bianche, dopo che il Consiglio, lo scorso 2 ottobre, ha approvato il nuovo regolamento.

Sversamenti di liquami nella rete delle acque bianche e nei torrenti sono state segnalate dopo molte videoispezioni ed ispezioni dirette, ecco perché si punta ad un controllo più efficace con un tavolo tecnico permanente, la realizzazione di una banca dati e la costituzione di un apposito nucleo anti scarichi abusivi.

Il sindaco Cateno De Luca ha firmato un’ordinanza che impone agli amministratori di condominio di dichiarare entro trenta giorni la conformità degli scarichi ed il regolare allaccio alla rete fognaria. In caso contrario, devono presentare apposita denuncia con l’impegno di adeguare gli scarichi entro sei mesi.

Nelle zone non servite da pubblica fognatura, si dovrà presentare istanza di autorizzazione allo scarico con sistema alternativo di depurazione. Il Comune revocherà l’agibilità a chi non si metterà in regola.

Qualora, da attività ispettiva, si riscontrassero scarichi abusivi, si procederà, attraverso lavori da parte di Amam, in danno al proprietario dell’immobile.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. stefania cardì 30 Ottobre 2019 09:47

    l’ordinanza non dice questo. l’ordine non è rivolto solo agli amministratori. le notizie riportate sono solo parziali e furvianti. si prega di leggere l’ordinanza sindacale n.244 pubblicata il 28 ottobre

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007