Isgrò: «Attacchi vigliacchi e vili». Il quinto Quartiere: «Affermazioni diffamatorie» - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Isgrò: «Attacchi vigliacchi e vili». Il quinto Quartiere: «Affermazioni diffamatorie»

Isgrò: «Attacchi vigliacchi e vili». Il quinto Quartiere: «Affermazioni diffamatorie»

sabato 24 Settembre 2011 - 11:19

L’assessore non ha digerito le richieste di dimissioni della quinta e della terza Circoscrizione e parla di “manovra” per bloccare il recupero del Waterfront. Russo: «Ritratti queste dichiarazioni e si assuma la responsabilità del proprio ruolo»

«E’ un attacco vigliacco e infame, perché alla fine mira a bloccare i piani di riqualificazione all’affaccio a mare. Ho la sensazione che le manutenzioni c’entrano ben poco, il vero obiettivo è fermare le ruspe a Maregrosso e nella Falce». Queste le dirompenti dichiarazioni rilasciate dall’assessore alle Manutenzioni Pippo Isgrò alla “Gazzetta del Sud”, dichiarazioni che provocano la reazione della quinta Circoscrizione, che insieme alla Terza aveva chiesto espressamente le dimissioni dell’assessore. «Pur riconoscendone, onestamente, l’impegno e la dedizione, l’assessore Isgrò – scrive il presidente Alessandro Russo – rischia di confondere specie ittiche differenti, quando mette nel medesimo calderone la difficile tematica delle manutenzioni cittadine e la riqualificazione dell’affaccio a mare. Nessuno ne nega l’impegno, e nessuno nega quanto meritorio sia l’intervento sul tratto compreso tra Maregrosso e la zona falcata. Stia sereno, pertanto, Isgrò, perché nessuno, nel consiglio della V Circoscrizione, ha intenzione di ostacolare il suo percorso di bonifica del litorale, anzi tutti lo sosteniamo. Ciò che risulta grave e diffamatorio, nelle dichiarazioni dell’assessore Isgrò, è il definire come “vigliacco ed infame” una posizione unanime del consiglio circoscrizionale, organo politico rappresentante democratico della comunità territoriale. Su questo punto, il Consiglio non può transigere: “vigliacco ed infame” è l’atteggiamento della mafia e della criminalità. L’assessore Isgrò ritratti questa affermazione che lascia sgomenti e basiti i consiglieri della V Circoscrizione, che ne sentono il peso diffamatorio e infangante».

«Pur nella foga della replica – continua Russo – l’assessore Isgrò dimentica di essere un esponente della politica cittadina e, in quanto tale, così come ognuno di noi consiglieri circoscrizionali, può essere oggetto di legittime critiche e di contestazioni basate sui fatti. Se si dovesse reagire ad ogni critica, dando degli infami e dei vigliacchi ai nostri oppositori, la politica diverrebbe guerra selvaggia: non compia, l’assessore Isgrò, tale errore. Ritorni sui propri passi e ritratti quelle deliranti parole che dipingono le legittime posizioni politiche del consiglio della V Circoscrizione (per tacere di quelle analoghe della Terza) come frutto di attacchi “vigliacchi ed infami”, perché affermando queste cose, egli sta insultando l’onorabilità di un intero consiglio circoscrizionale». Il Quartiere ribadisce: «Isgrò, pur tra mille sacrifici, non sta riuscendo a gestire adeguatamente la delega relativa alle manutenzioni stradali: la scusante dei “soldi che mancano” è oggi inaccettabile. L’assessore si ingegni a trovarli, i soldi, nelle maglie di bilancio. E se non ne trova, non rigetti la responsabilità su altri (assessore al bilancio, consiglio comunale, dirigenti, …), ma si assuma la responsabilità di fronte alla città sulla impossibilità a gestire una delega così sensibile. La città, le sue periferie, cadono a pezzi. Chi dovrà mai assumersi la responsabilità di questo sfacelo? Quanto potrà durare la inutile politica del rattoppo? La V Circoscrizione, impegnata soltanto a difendere le ragioni del suo territorio, vuole elevarsi dalle chiacchiere vane, e pretende che l’Amministrazione compia ogni passo per saper trovare le risorse necessarie nel bilancio 2011 e da destinarsi alle manutenzioni cittadine; se così non fosse fatto, ci si chiede a che servirebbe mantenerne ancora l’inoperativa delega relativa».

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007