Acqualadrone, un borgo che rischia l’isolamento. Gli abitanti dicono no - Tempostretto

Acqualadrone, un borgo che rischia l’isolamento. Gli abitanti dicono no

Acqualadrone, un borgo che rischia l’isolamento. Gli abitanti dicono no

venerdì 13 Gennaio 2012 - 08:19

Fissato per domani alle 15.30 da cittadini e rappresentanti di circoscrizione, un incontro-assemblea per manifestare disagi e preoccupazioni legate alle condizioni in cui versa la SS113 che conduce al centro marinaro

Gli abitanti del villaggio di Acqualadrone non hanno più intenzione di restare in silenzio. La paura che il centro rimanga isolato, e i cittadini letteralmente intrappolati, cresce di giorno in giorno a causa delle condizioni in cui versa la SS113, che nel tratto in cui conduce verso la discesa per il centro abitato rischia di franare nel sottostante torrente dei Corsari. Lo sostengono a gran voce i rappresentanti di circoscrizione, che chiedono dunque al più presto un interessamento da parte dell’amministrazione. Proprio per questo, per domani pomeriggio, alle 15.30, è stato fissato un appuntamento durante il quale cittadini e consiglieri manifesteranno contro il disinteresse mostrato rispetto ai problemi che interessano il centro. Un destino, quello dell’isolamento, che purtroppo non riguarda solo gli abitanti del Acqualadrone, ma che a turno ha interessato anche i villaggi di Rodia, San Saba e in ultimo Ortoliuzzo, proprio a causa delle condizioni in cui, soprattutto dopo un’ondata di maltempo, si riduce la strada statale 113. I cittadini sperano dunque di poter ottenere qualche risposta prima che la situazione precipiti in modo definitivo. (EDP)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007