Sequestrati 30 kg di pesce a Villafranca e 4 kg a Falcone senza tracciabilità - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sequestrati 30 kg di pesce a Villafranca e 4 kg a Falcone senza tracciabilità

Redazione

Sequestrati 30 kg di pesce a Villafranca e 4 kg a Falcone senza tracciabilità

martedì 17 Novembre 2020 - 17:36
Sequestrati 30 kg di pesce a Villafranca e 4 kg a Falcone senza tracciabilità

Pesce distrutto perché giudicato non idoneo al consumo umano. Rigettati in mare 12 piccoli pescispada ancora vivi

La Guardia Costiera di Milazzo ha sequestrato 30 kg di pesce congelato in una rivendita al dettaglio a Villafranca Tirrena, commercializzato in assenza delle informazioni obbligatorie per il consumatore finale e pertanto in violazione della normativa relativa alla etichettatura dei
generi alimentari. Il prodotto è stato giudicato non idoneo al consumo umano dal personale veterinario dell’Asp di Messina e quindi destinato alla
distruzione.

Stesso discorso in un’altra pescheria di Falcone, dove sono stati sequestrati circa 4 kg di pesce senza indicazione della provenienza.

La Guardia Costiera ha sequestrato anche alcuni Fad (fishing aggregating devices – dispositivi di concentrazione pesca), privi della necessaria marcatura, abitualmente impiegati da pescatori diportisti che praticano abusivamente la pesca della lampuga, che può essere fatta solo con specifiche autorizzazioni e seguendo le norme.

Nel mare tra Villafranca e Spadafora, trovati e sequestrati 3.500 metri di palangari derivanti, rigettati in mare 12 pesci spada sotto misura ancora in vita.


Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x