Una nuova strada a monte per congiungere via del Pozzo, via Peschiera e via delle Mura - Tempostretto

Una nuova strada a monte per congiungere via del Pozzo, via Peschiera e via delle Mura

Una nuova strada a monte per congiungere via del Pozzo, via Peschiera e via delle Mura

giovedì 09 Ottobre 2014 - 16:47

La VII commissione consiliare si è recata a Fondo Galletta, sopra la via del Pozzo e viale Regina Margherita, insieme all’assessore alla Protezione Civile, Filippo Cucinotta. Necessaria una viabilità alternativa a servizio di abitazioni isolate

E’ una situazione frequente. Il Piano Regolatore Generale di Messina prevede la realizzazione di una serie di strade, che mai sono state realizzate, utili ad esigenze di protezione civile. Esistono, infatti, molte strade senza uscita e abitazioni raggiungibili solo a piedi.

Una soluzione tampone è stata trovata in via Puntale Arena, stradina che congiunge a monte la via Pietro Castelli e il viale Boccetta, tramite via San Corrado e via Carrai. Per anni, il passaggio è rimasto ostruito dalla presenza di un’abitazione abusiva, che è ancora al suo posto nonostante le ordinanze di demolizione. E’ stata necessaria la realizzazione di una nuova strada, ripida e tortuosa, che però consente una fondamentale via di fuga.

E’ quanto si vuol realizzare a monte di via del Pozzo, via Peschiera e via delle Mura, tre stradine densamente abitate al di sopra del viale Regina Margherita ma scollegate tra loro. Fondo Galletta, sopra la via del Pozzo, è uno di quei luoghi abitati raggiungibili solo a piedi, che diventano pericolosi in caso di emergenza.

Se n’è discusso nel corso di una seduta sul posto della VII commissione consiliare, presieduta dal consigliere Carlo Cantali, in seguito alla richiesta del consigliere Nicola Cucinotta, ed alla presenza dei tecnici comunali e dell’assessore alla Protezione Civile, Filippo Cucinotta. Proprio all’assessore, i consiglieri Cantali e Cucinotta hanno chiesto di far eseguire un intervento urgente di Protezione Civile, attraverso una viabilità integrativa in grado di alleggerire il traffico veicolare e mettere in sicurezza un’area densamente urbanizzata, a monte delle vie del Pozzo, Peschiera e delle Mura, rendendo anche fruibile al pubblico la pineta comunale ubicata a monte della via Peschiera. Nella stessa pineta comunale, sono stati riscontrati rischi dovuti alla possibile caduta di grossi pini sulle abitazioni sottostanti e la presenza di un muro perimetrale a rischio crollo.

“Via del Pozzo – dichiara il presidente della commissione, Carlo Cantali – è un’angusta e ripida stradina molto transitata a doppio senso di circolazione che da viale Regina Margherita si ricongiunge con via Peschiera e con il Fondo Galletta. La strada continua a rappresentare l’unica via di fuga per i tanti abitanti della zona ed attualmente la strada non risulta adeguata alle esigenze di traffico ed è priva dei minimi requisiti di sicurezza e di protezione civile. L’accesso alla zona in questione avviene da viale Regina Margherita in circostanze di viabilità assolutamente ‘a rischio’ a causa sia delle ridotte e limitate vie di accesso che per l'incontrollata ed irregolare sosta dei mezzi in prossimità degli stessi incroci. In particolare, specificatamente sulle vie del Pozzo e Peschiera, risulta evidente l’attuale e persistente situazione di inadeguatezza della rete viaria, per lo più a doppio senso di circolazione su una sede stradale di limitata larghezza e di problematico accesso. Nell’area in questione, ad elevatissima concentrazione edificatoria, diverse abitazioni del rione Fondo Galletta, sono raggiungibili esclusivamente a piedi per mezzo di scalinate. Per quanto sopra, al fine di ridurre i pericoli per la pubblica incolumità e migliorare la viabilità nelle aree oggetto di sopralluogo – aggiunge Cantali – si rende necessario individuare idonei interventi atti ad elevare le possibilità di accesso, circolazione e fuga dei mezzi (civili e di soccorso), sia nella quotidiana mobilità che, soprattutto, in occasione di calamità. Le vie Peschiera, del Pozzo e delle Mura sono collegate tra loro da una macchia boschiva attualmente chiusa ed abbandonata, di proprietà comunale. Una nuova strada darebbe sfogo a tutta la viabilità dell’area, garantendo, tra l’altro, l’accessibilità dei mezzi di soccorso anche agli insediamenti abitativi (a monte della via del Pozzo e della via Peschiera) attualmente raggiungibili esclusivamente a piedi”.

Tag:

2 commenti

  1. Caro assessore presidente di quartiere e comandante dei vigili urbani più volte abbiamo segnalato con denunzie scritte alle vecchie amministrazioni la presenza delle baracche in via delle mura, sulla sede stradale, abitazioni che risultano abitate con false residenze,ma effettivamente abbandonate.
    Le stesse occupano la sede stradale,limitando solo esclusivamente al passaggio di una sola vettura, le baracche in oggetto confinano con il muro perimetrale del condominio ceit.
    Mi chiedo avendo fatto un sopralluogo per rimettere nuovamente in discussione il progetto strada da realizzare, avete notato tale inconveniente risolvibile con una semplice demolizione di struttute fatiscenti abbusive?

    0
    0
  2. Caro assessore presidente di quartiere e comandante dei vigili urbani più volte abbiamo segnalato con denunzie scritte alle vecchie amministrazioni la presenza delle baracche in via delle mura, sulla sede stradale, abitazioni che risultano abitate con false residenze,ma effettivamente abbandonate.
    Le stesse occupano la sede stradale,limitando solo esclusivamente al passaggio di una sola vettura, le baracche in oggetto confinano con il muro perimetrale del condominio ceit.
    Mi chiedo avendo fatto un sopralluogo per rimettere nuovamente in discussione il progetto strada da realizzare, avete notato tale inconveniente risolvibile con una semplice demolizione di struttute fatiscenti abbusive?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007