Test di Medicina, altri studenti ammessi con riserva. Per l’Ateneo peloritano un bel problema - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Test di Medicina, altri studenti ammessi con riserva. Per l’Ateneo peloritano un bel problema

DLT

Test di Medicina, altri studenti ammessi con riserva. Per l’Ateneo peloritano un bel problema

DLT |
mercoledì 17 Settembre 2014 - 16:12
Test di Medicina, altri studenti ammessi con riserva. Per l’Ateneo peloritano un bel problema

Esultano invece gli avvocati messinesi Bonetti e Delia, secondo cui «gli Atenei, in osservanza ai provvedimenti vittoriosi, non avranno problemi ad assorbire i nuovi ingressi

I test d’ammissione a medicina finiscono ancora una volta sotto la lente di ingrandimento del Tribunale amministrativo. Anche il concorso per l'ammissione ai corsi di laurea in medicina e chirurgia e odontoiatria e protesi dentaria per l'anno accademico 2014/2015 è oggetto di ricorso da parte di numerosi studenti, che ancora una volta si sono affidati agli “specialisti” del settore, i legali Michele Bonetti e Santi Delia.

Lo scorso 11 settembre il T.A.R. Lazio ha pubblicato numerosi provvedimenti di ammissione di studenti siciliani delle Università di Messina e Catania.

Il tribunale Amministrativo ha accolto la richiesta di sospensiva della graduatoria unica del concorso e disposto «l’immatricolazione con riserva e in sovrannumero della parte ricorrente e la tempestiva frequenza delle lezioni al corso di laurea in Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria presso gli Atenei in ricorso specificati».

Nell’accogliere l’istanza cautelare , i giudici amministrativi hanno anche fissato la data per la trattazione di merito del ricorso, che si svolgerà in udienza pubblica il 23 ottobre 2015. In attesa di quella data, i ricorrenti potranno frequentare le lezioni e sostenere esami.

«Altri studenti –commentano gli avvocati Bonetti e Delia -potranno studiare e realizzare i propri sogni».

Esulta meno l’Ateneo peloritano, che da un lato annuncia che eseguirà immediatamente, appena li riceverà, i provvedimenti dell’organo amministrativo, ammettendo quegli studenti il cui ricorso è stato accolto; dall’altro ammette che non mancheranno i problemi di organizzazione.

«Le ammissioni in sovrannumerosi legge in un comunicato dell’Università – influiranno negativamente, non solo a Messina, sull’attività didattica. Le strutture e il numero dei docenti, infatti, sono configurati per offrire un servizio a un numero limitato di studenti».

Di parere diametralmente opposto gli avvocati Bonetti e Delia, secondo cui «gli Atenei, in osservanza ai provvedimenti vittoriosi, non avranno problemi ad assorbire i nuovi ingressi, visto che, come da sempre diciamo, la capienza strutturale delle università c’è, così come sussiste la richiesta di nuovo personale medico negli ospedali».

Danila La Torre

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007