Stop allo sconto per la differenziata nelle isole ecologiche, scelta di buon senso - Tempostretto

Stop allo sconto per la differenziata nelle isole ecologiche, scelta di buon senso

Marco Ipsale

Stop allo sconto per la differenziata nelle isole ecologiche, scelta di buon senso

Tag:

martedì 21 Marzo 2023 - 11:55

Non ha più motivo di esistere visto che il porta a porta è esteso a tutta la città

Dal 1 gennaio 2023 non è più valido lo sconto per chi conferisce la raccolta differenziata alle isole ecologiche. Una scelta della giunta Basile, poi approvata dal Consiglio comunale, che non ha mancato di generare polemiche.

Ma è una scelta ineccepibile. Lo sconto aveva un senso quando non c’era il porta a porta perché serviva aumentare la differenziata. Ma nel momento in cui il porta a porta è in tutta la città che senso ha? Perché si dovrebbe caricare, ad esempio, della carta in macchina e portarla in un’isola ecologica, visto che invece si può gettare nel bidone sotto casa? E perché chi lo fa, contribuendo ad aumentare inutilmente traffico e inquinamento, dovrebbe essere premiato rispetto a chi getta il rifiuto differenziato nel bidone sotto casa?

La differenziata è un obbligo per tutti

Quello sconto, da 58 a 110 euro l’anno a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare, veniva compensato dall’aumento della tariffa per gli altri. Ma se fino a quando non c’era il porta a porta poteva essere giusto premiare chi faceva la differenziata rispetto a chi non lo faceva, oggi non più perché la differenziata è un obbligo per tutti. Ed è un obbligo farla bene perché, in caso contrario, i rifiuti non vengono ritirati e possono anche scattare le multe. Quindi, a parità di differenziata corretta, ci sarebbero cittadini che pagano di più e altri di meno, senza un motivo valido.

Il 4 % del totale

Nel 2022, nelle isole ecologiche, sono state conferite circa 4mila tonnellate di rifiuti differenziati che contribuivano allo sconto (carta, vetro e plastica), cioè il 4 % del totale. Vuol dire che anche se chi portava la differenziata nelle isole ecologiche per avere lo sconto smettesse di farlo e, per assurdo, quei rifiuti non li gettasse correttamente nei bidoni sotto casa, la percentuale di differenziata diminuirebbe del 4 %. Se tutto funzionerà per il verso giusto, invece, la percentuale resterà invariata.

Diminuiranno gli accessi alle isole ecologiche, che però potranno continuare a funzionare per raccogliere rifiuti speciali, ingombranti o anche differenziati, se qualcuno volesse liberarsene in giorni diversi da quelli previsti dal porta a porta.

6 commenti

  1. Una delle poche scelte sensate fatte dalla giunta Basile. Con la raccolta differenziata e il porta a porta non ha senso andare nelle isole ecologiche per avere un risparmio del 30%, quando il tutto viene prelevato sotto casa.

    6
    7
  2. Di buon senso non ha nulla, solo aumentare il corrispettivo da saldare.
    Chi ha memoria ricorda la tando decantata riduzione del 30 % fatta da precedente sindaco, poi svanita misteriosamente

    12
    11
  3. Mi dispiace solo di aver votato ‘sto sindaco.
    Chiunque pensa solo ad intascare soldi.
    Come può Messina avere la tari più cara d’Italia?
    Come possono nel 2023 alcune zone di Messina restare senza acqua a partire da mezzogiorno?
    Differenziare è un obbligo ok !
    Parliamo dei diritti dei cittadini? Abbiamo la città che è un cantiere aperto
    – la cavolata dei parcheggi in viale Europa
    – zona falcata degrado
    – via Salandra (pressi ex sfascia carrozze) strada completamente dissestata
    – via Santa Cecilia ( lato via industriale)
    – innumerevoli buche un po’ ovunque
    – netturbini che non compiono il proprio lavoro di pulizia delle strade
    E potrei continuare senza sosta…
    Però abbiamo i vigili con il monopattino elettrico, e Salvini con Basile che vogliono fare il ponte… Se mai si iniziasse finirebbe forse tra 100 anni e voglio essere ottimista!

    7
    4
  4. Ora che lo sconto non c’è più, inutile portate la differenziata all’isola, ditemi che senso ha tenere un numero esagerato di operatori che passeggiano all’interno dell’isola????

    5
    1
  5. Se è per questo alcuni operatori nell’isola passeggiavano pure prima, in quanto dovevano fare tutto gli utenti.

    2
    0
  6. Fra poco ci faranno dei bei parcheggi a pagamento e vai!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007