Difese i braccianti di Gioiosa. Un Convegno Cgil ricorda Peppina Fastuca - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Difese i braccianti di Gioiosa. Un Convegno Cgil ricorda Peppina Fastuca

Sara Faraci

Difese i braccianti di Gioiosa. Un Convegno Cgil ricorda Peppina Fastuca

giovedì 21 Marzo 2013 - 17:59
Difese i braccianti di Gioiosa. Un Convegno Cgil ricorda Peppina Fastuca

Ad un anno dalla sua morte, Peppina Fastuca viene ricordata da un convegno della Cgil. La sindacalista è stata una figura di grande spessore nella difesa dei diritti dei braccianti agricoli di Gioiosa Marea

E’ stato un incontro intenso e commosso quello con cui stamane la CGIL ha deciso di ricordare Peppina Fastuca. A un anno dalla scomparsa della volitiva e caparbia sindacalista, un convegno organizzato a Gioiosa Marea dalla stessa Cgil con la cooperazione del Sindacato Pensionati, della Flai, la Federazione dei Lavoratori Agro-Industriali e della Camera del Lavoro di Gioiosa, ha celebrato le energiche iniziative adottate dalla Fastuca, certamente precorritrici di un nuovo e più attivo ruolo della donna nel mondo politico e sindacale.

Una figura di spessore, estremamente proiettata verso una perentoria difesa dei braccianti agricoli operanti all’interno del comune tirrenico di cui la stessa era natia.

L’incontro ha voluto ripercorrere la sfida della rivoluzionaria sindacalista, una sfida doppia in quanto non soltanto improntata all’affermazione di quelle prerogative pure pericolosamente minacciate al giorno d’oggi da crisi e precariato ma basata anche su un’azione in controcorrente con i canoni di allora relativi all’attivismo femminile.

E’ stata così ripercorsa la movimentata vita di Peppina Fastuca, dal suo iniziale arruolamento nella Federbraccianti, fino all’attività con la Flai e lo Spi e che l’ha resa figura di spicco nella storia della Cgil e importante motore propulsore anche dell’attività della locale Camera del Lavoro.

Notevoli anche gli interventi delle professoresse dell’Università di Messina, Daniela Novarese, docente di Storia delle istituzioni politiche e Luciana Caminiti, insegnante di Storia moderna, che hanno contribuito alla ricostruzione del quadro storico del lavoro agricolo in seno alla Provincia di Messina, dalla pratica del bracciantato e fino ai giorni nostri.

Particolarmente cariche d’emozione, poi, le parole della responsabile della Camera del Lavoro di Gioiosa, Carmela Lamonica, che ha ricordato, commossa, passione e generosità di Peppina, rimaste intatte sino alla sua morte.

Anche il Comune si adopererà a riconoscere l’entità dell’operato della militante della Cgil, intestandole una piazza o una via che sarà un ulteriore tributo dopo la targa che ieri è stata consegnata in occasione dell’evento. (Sara Faraci)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007