Sub cadaveri a Tusa, madre tunisina: "sono i miei figli" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sub cadaveri a Tusa, madre tunisina: “sono i miei figli”

Alessandra Serio

Sub cadaveri a Tusa, madre tunisina: “sono i miei figli”

giovedì 01 Ottobre 2020 - 17:15
Sub cadaveri a Tusa, madre tunisina: “sono i miei figli”

Una madre tunisina ha riconosciuto i tatuaggi di 2 suoi figli nelle foto diffuse per identificare i sub cadaveri trovati sulle coste siciliane a gennaio

Una donna tunisina ha riconosciuto grazie ai tatuaggi i tre sub recuperati cadaveri tra Cefalù, Trabia e Castel di Tusa 10 mesi fa. Secondo Jalila Taamallah, nelle foto diffuse dalla Procura di Termini Imerese si riconoscono chiaramente i tatuaggi di due dei suoi figli, morti nella traversata a bordo di un’imbarcazione tra le coste tunisine e quelle della Sicilia.

“Chiedo di accogliere la mia richiesta di autorizzare le analisi del Dna per i miei figli, in modo che io possa al più presto far rimpatriare i loro corpi“, dice la donna che è stata aiutata nella ricerca dall’associazione tunisini in Italia con sede a Parma e dalla sua rappresentante Rebecca Kraiem. “Si è parlato di traffici di droga – aggiunge – ma questa vicenda con la droga non c’entra nulla. I miei figli erano con altri quattro connazionali su una barca che è naufragata e indossavano la muta perché la nostra è una famiglia di pescatori e loro si vestivano così quando andavano per mare”.

Se confermato, il riconoscimento potrebbe essere una svolta nelle indagini, portate avanti parallelamente da più procure, compresa quella di Patti guidata dal Procuratore capo Angelo Cavallo.

Indagini che hanno collegato il rinvenimento dei corpi a Cefalù il 31 dicembre, a Castel di Tusa l’8 gennaio e il 15 successivo a Trabia, con il ritrovamento di pacchi di hashish spinti dalle correnti sulle spiagge di Castelvetrano, Cefalù, Messina e Agrigento più o meno nello stesso periodo.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007