I migranti di Villa Zucchero sono stati trasferiti: "Centro non adatto" - Tempostretto

I migranti di Villa Zucchero sono stati trasferiti: “Centro non adatto”

I migranti di Villa Zucchero sono stati trasferiti: “Centro non adatto”

lunedì 02 Novembre 2015 - 12:02

Lo avrebbe dichiarato il gestore di Villa Zuccaro ai manifestanti che sabato mattina hanno protestato di fronte alla residenza per dire no all'accoglienza

Si è svolta sabato mattina la manifestazione organizzata da Massimo Adonia, portavoce del movimento “Noi con Salvini”, a cui hanno partecipato militanti di Giardini Naxos e Messina, la Lega Nord, l’Associazione “L’Italia è”, per protestare contro il trasferimento di ventotto migranti da Messina alla villa Carlo Zuccaro di Taormina. I manifestanti si sono confrontati con il gestore della residenza per anziani che avrebbe spiegato che l’accoglienza è stata imposta dal sindaco Renato Accorinti e dal Prefetto di Messina, ma avrebbe anche specificato che non ritiene il centro un posto per ospitare immigrati, “in quanto inadeguato e privo degli standard di sicurezza”. Alla base della protesta non solo la convivenza fra gli anziani di Villa Zuccaro e i migranti, ma la preoccupazione per la situazione, dopo la fuga di due ragazzi dal centro. La residenza, già da oggi, tornerà alla sua condizione di sempre, infatti è fissato in giornata il trasferimento dei migranti rimasti.

Tag:

2 commenti

  1. imprenditore messinese 2 Novembre 2015 14:16

    Ma perché Accorinti avrebbe dovuto imporre un atto ad una struttura di Taormina? Lo avrebbe fatto ad una di Messina! E se così fosse non si sarebbero ribellati anche i titolari della struttura di Sant’Alessio ? La verità è che il gestore della Zuccaro gira le carte in tavola per non vedersi revocata la concessione dal Comune di Taormina, a cui non ha il coraggio di svelare la verità, ossia che è stato lui a chiedere di ospitare i ragazzi. Circa poi la protesta di sabato, i testimoni oculari riportano della presenza di uno o due manifestanti di Giardini Naxos ed uno o due di Letojanni, ossia in totale solo 3 (e nessuno di Taormina) . E la chiamano protesta? Allora le proteste alle poste dei pensionati che sono: “la presa della Bastiglia”?

    0
    0
  2. imprenditore messinese 2 Novembre 2015 14:16

    Ma perché Accorinti avrebbe dovuto imporre un atto ad una struttura di Taormina? Lo avrebbe fatto ad una di Messina! E se così fosse non si sarebbero ribellati anche i titolari della struttura di Sant’Alessio ? La verità è che il gestore della Zuccaro gira le carte in tavola per non vedersi revocata la concessione dal Comune di Taormina, a cui non ha il coraggio di svelare la verità, ossia che è stato lui a chiedere di ospitare i ragazzi. Circa poi la protesta di sabato, i testimoni oculari riportano della presenza di uno o due manifestanti di Giardini Naxos ed uno o due di Letojanni, ossia in totale solo 3 (e nessuno di Taormina) . E la chiamano protesta? Allora le proteste alle poste dei pensionati che sono: “la presa della Bastiglia”?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007