Sventato il complotto della mmunnizza, consiglieri agitati, pedaggio per pochi intimi - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sventato il complotto della mmunnizza, consiglieri agitati, pedaggio per pochi intimi

Sventato il complotto della mmunnizza, consiglieri agitati, pedaggio per pochi intimi

giovedì 03 Luglio 2014 - 05:39
Sventato il complotto della mmunnizza, consiglieri agitati, pedaggio per pochi intimi

Il direttore generale del Comune, rimandato a settembre da Tempostretto la prende con stile e ironia. La presidente del Consiglio comunale conia nuovi termini per bacchettare i colleghi ribelli, il Cas introduce bizzarre agevolazioni per il pedaggio. Ma lo scoop della giornata è la scoperta degli autori del complotto della mmunnizza. Come sempre, nessuno si offenda, è solo tempo di sorridere un po'

Chiacchiere del 3 luglio

1)IL SENSO DELL’IRONIA DEL..LE DONNE

Il direttore generale di Palazzo Zanca ha un grande senso dell’ironia. Rimandato a settembre nei giudizi di fine anno di Tempostretto, alla richiesta di un’intervista da parte di Francesca Stornante ha risposto con autoironia: “E lei vuol avere notizie da una persona rimandata a settembre? Mi sento come quegli alunni per i quali gli insegnanti dicono “studia tanto…ma non ci arriva..”. Aaaahhh, comunque, sa che le dico…Meglio rimandato a settembre che rinviato a giudizio…”

Solo per questa battuta Antonino Le Donne merita gli applausi e la promozione sul campo

2)CONSIGLIERI AGITATI…

Consiglio Comunale– Come accade durante le fasi concitate delle sedute di Consiglio c’è un po’ di confusione, c’è chi chiacchiera, chi litiga, chi risponde al telefono, chi ne approfitta per andar via alla chetichella. In uno dei momenti di maggior caos, per riportare la calma interviene la presidente del consiglio, ormai abituata a bacchettare i colleghi. In questo caso è Nicola Cucinotta a “far caciara” ed Emilia Barrile così lo apostrofa: “Collega Cucinotta che ha oggi? La vedo in continuo fermento. Lei oggi è troppo fermentato”

3)RIDUZIONI PER POCHI INTIMI

Dal 1. luglio è entrata in vigore la riduzione del 50 % sul pedaggio di Orto Liuzzo. Un’agevolazione da “meglio che niente” ma che suona un po’ da beffa quando, da qualche anno a questa parte, tutti i week end estivi si impiega la bellezza di un’ora per muoversi da Messina alla costa tirrenica e viceversa. Di abolizione, neanche a parlarne. In compenso, il pedaggio è ridotto a 60 centesimi solo per i possessori di telepass, solo nei mesi di luglio e agosto, solo dalle 14 alle 16 e dalle 21 alle 8. Meraviglia non si sia pensato a qualche altra assurda limitazione, magari solo per chi indossi una maglietta blu o solo per chi esibisca la tessera di appartenenza al club “Amici dei gatti”.

4)CLAMOROSO: SVENTATO IL COMPLOTTO DELLA MMUNNIZZA

Esclusiva interplanetaria di Tempostretto: sventato il complotto della mmunizza. Grazie all’intervento di agenti chiamati direttamente dall’Fbi (perché la giunta, come è noto, non si fida della polizia locale e preferisce esperti esterni) che hanno utilizzato sofisticate apparecchiature della Nasa, è stato sventato il “complotto della mmunnizza”, un vero e proprio piano diabolico architettato da “quelli che c’erano prima”. Dopo ore ed ore di appostamenti travestiti da materassi e da lavatrici abbandonate vicine ai cassonetti, gli agenti, al comando di Mister Agente segreto del 2011, sono riusciti a venire a capo del mistero del secolo: come è possibile che nonostante l’anno epocale Messina sia invasa dai rifiuti ormai al limite dell’emergenza? Stando all’informativa Fbi diramata all’alba sembra sia stato colto in flagranza di reato tale Buzzanca Giuseppe fermato mentre saltellava di cassonetto in cassonetto introducendo ogni genere di rifiuto. Alcuni degli agenti sotto copertura giurano d’aver visto l’uomo mettere in un cassone addirittura due poltrone e mentre lo faceva era in lacrime, si capiva che ci si era affezionato. I particolari saranno resi noti in una conferenza stampa epocale ma sembra che il tale Buzzanca Giuseppe, convinto di agire impunito, spruzzasse con una bomboletta spray puzza in ogni dove sogghignando al pensiero di disturbare l’olfatto dei residenti. Immediatamente perquisito gli è stato trovato un pizzino con la mappa dei cassonetti più puliti da sporcare. Secondo una fonte Ansa pare che l’autore del pizzino sia un tale Genovese Francantonio, attualmente impossibilitato fisicamente a partecipare all’operazione mmunnizza e costretto quindi a utilizzare un messo per fare arrivare le indicazioni. In attesa che la Camera autorizzi le intercettazioni telefoniche e ambientali per arrivare alla mente del diabolico piano c’è chi sussurra che alle riunioni segrete partecipassero anche un tale D’Alia Gianpiero (a giorni alterni, come sua abitudine),Salvatore Leonardi detto Turi e Ricevuto Giovanni, detto Nanni.

Seguiranno aggiornamenti nelle prossime edizioni.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x