Un Natale pieno di “Onde Sonore” - Tempo Stretto

Un Natale pieno di “Onde Sonore”

Emanuela Giorgianni

Un Natale pieno di “Onde Sonore”

martedì 03 Dicembre 2019 - 15:31
Un Natale pieno di “Onde Sonore”

È stato presentato il nuovo ricchissimo programma natalizio del Gruppo Caronte & Tourist, tra Onde Sonore e non solo. Tanta arte e solidarietà.

MESSINA – Le onde sonore sul nostro mare non si fermano mai. Il Gruppo Caronte & Tourist, giunto ormai alla quinta edizione di Onde Sonore, continua a coinvolgere la città con eventi artistici, e sempre a fine solidale, d’avanguardia, introvabili altrove; facendo delle sue navi un palcoscenico d’altissimo livello, per spettacoli imperdibili e momenti di grande festa. Con molto orgoglio mostrano quanto di meritevole, unico, innovativo abbiamo in Sicilia e come è possibile valorizzarlo. Onde Sonore è una kermesse musicale d’eccezione.

Il suo obbiettivo primario è sempre la solidarietà, il sostegno delle cause benefiche e delle associazioni presenti sul nostro territorio. A queste, infatti, viene destinato l’intero incasso dei biglietti dei passeggieri, raddoppiato dal Gruppo Caronte & Tourist.

Proprio il 24 novembre si è conclusa la rassegna di eventi “Onde Sonore Fuori Tempo”, i cui proventi hanno sostenuto ABC – Associazione Bimbi in Corsia, con un afflusso complessivo di 430 passeggieri-spettatori per una cifra raddoppiata da Caronte & Tourist intorno ai 4500 euro, insieme a tanta danza e divertimento.

“Siamo molto felici di aver partecipato, abbiamo ballato, ci siamo divertiti e abbiamo fatto divertire allontanando la paura di affrontare una malattia. L’aiuto ricevuto è fondamentale per il nostro progetto di intrattenimento e gioco per i bimbi, per la nostra iniziativa “Ospedali dipinti”. Grazie all’artista Silvio Irilli, abbiamo già abbellito il Policlinico e vogliamo farlo con tutti gli ospedali, arricchendo di disegni fantastici la sala d’attesa, il reparto di neuropsichiatria, la sala triage dove arrivano i bimbi ricoverati al pronto soccorso pediatrico e così via” ha precisato il Presidente di ABC Nino Abbate.

Il desiderio di C&T è sostenere le associazioni del territorio, potendo fornire un sostegno ogni volta diverso. Per questo motivo Tiziano Minuti, Max Garrubba e Piera Calderone hanno presentato la nuova proposta natalizia di Onde Sonore, ricca di eventi che avranno come destinatari l’associazione LILT, Lega Italiana contro i Tumori, cui sarà diramato il contributo derivante dalle presenze ai concerti; la Fondazione Telethon per la quale è organizzato un evento speciale il 18 dicembre; e la Comunità di Sant’Egidio che verrà aiutata nel suo pranzo con i poveri grazie al ricavato di due feste per bambini, sempre a cuore di Caronte & Tourist, il 22 dicembre e il 6 gennaio, insieme, rispettivamente, a Babbo Natale e alla Befana, con tanti doni a bordo della nave traghetto Telepass.

Massimiliano Grosso, rappresentante di LILT, ha ringraziato per il grande aiuto fornito, necessario a portare avanti un’aspra battaglia per l’innovazione, poiché resta inaccettabile il nostro essere ultimi per la prevenzione nel territorio siciliano. A condividere il suo senso di gratitudine è, anche, Andrea Nucita, responsabile della Comunità di Sant’Egidio: “il Natale è un momento da condividere con la famiglia e noi non siamo altro che una famiglia allargata. Grazie per aver mostrato ai bambini l’importanza di passare insieme le feste”.

Il pranzo della comunità sarà totalmente plastic free, la difesa ambientale è un ulteriore tema per cui si impegna anche C&T, “la nave ammiraglia Elio è la prima nave eco-sostenibile a navigare sul Mediterraneo, alimentata a gnl, a impatto zero, una svolta green che presenteremo proprio a dicembre durante il terzo meeting annuale, dedicato a questo tema” spiega Tiziano Minuti.

Il direttore artistico Max Garrubba presenta, allora, i numerosissimi protagonisti dei cinque spettacoli costituiti da una doppietta di concerti per volta, a bordo, appunto, della nave Elio, vero fiore all’occhiello.

Un cartellone come sempre ricchissimo e nuovo, adatto a tutti i gusti, capace di coinvolgere culture, esperienze e storie diverse, con dieci gruppi appartenenti ad ogni background musicale.

“Sono molto orgoglioso del nostro lavoro. Mi è stato chiesto dalla nostra addetta alla comunicazione Martina Galletta quale fosse la chiave della kermesse. Un tempo la chiave per avere successo sembrava essere quella delle 3 S: Sesso, Soldi e Salute. Io, però, ho preferito creare la regola delle 3 Q: Qualità, è il fattore fondamentale, senza compromessi ma solo proposte importanti e di spessore; Quoziente, inteso come intellettivo, una proposta artistica non può essere stupida, sebbene purtroppo ne siamo circondati, noi e i nostri figli non possiamo assistere a cose ignobili, ce ne dobbiamo assumere la responsabilità, le proposte possono essere anche semplici ma sempre intelligenti e creative ed io mi vanto di esserci riuscito; infine Quorum, non vogliamo raggiungere la pace per tutti, ma di ognuno per i propri gusti, godendo di ciò che è arte. Perciò offriamo una varietà di proposte per tutti, e facciamo qualcosa per chi come me ama altro dal meramente commerciale. Mi piace poter essere polemico”.

Le scelte artistiche, da lui compiute, sono la perfetta incarnazione di queste 3 Q e, in più, tutte “a chilometro zero”, grandi artisti del nostro territorio.

Si inizia, il 15 dicembre con una doppietta rock, “il rock delle chitarre distorte anni 70” precisa il direttore artistico. È “Kiss my… Rock”, con Palco/Oscenico, gruppo guidato da Paride Acacia insieme ad un ensemble di musicisti bravissimi, che mettono insieme recitazione e musica, ma porteranno sulla nave Elio solo le loro incredibili melodie. Dopo di loro, i fenomenali Deuce, una tribute band veramente speciale e anticonvenzionale, che fa propria l’anima (e le sembianze) degli amati Kiss, ma piena anche di materiale inedito e originale.

In questa rassegna di famosissimi gruppi messinesi non potevano mancare le Glorius 4, il quartetto messinese reduce da uno spettacolo incredibile, con ospiti internazionali e un vastissimo pubblico. E il 18 dicembre porterà a bordo, per lo speciale spettacolo dedicato a Telethon, le sue note jazz, gospel, a cappella; seguito, poi, dai Cantustrittu, la divertentissima associazione culturale musicale dal curriculum vastissimo e la pluriennale esperienza nell’ambito folkloristico.

Si continua il 23 dicembre con “You come down from the stars”, con cui Onde Sonore si supera ancora in valenza artistica, aggiungendo, dopo la danza delle scorse edizioni, anche l’esibizione corale. Il merito è di Corale Cantica Nova, 26 scatenati, “dal curriculum lungo come le pagine gialle” scherza Garrubba, che porteranno un repertorio gospel in uno spettacolo totalmente moderno. A far loro compagnia niente di meno che Max Garrubba in persona (e in musica) con il suo gruppo Blue in Blues e lo spettacolo ChristMAX’ N Blues, ricco dei classici della canzone natalizia totalmente riarrangiati in chiave blues, soul e rhythm&blues e dei pezzi dal grandissimo repertorio del gruppo.

Usa to Africa”, il 29 dicembre, riempie di emozioni con Trinity Unite, gruppo composto da due ragazzi mauriziani immigrati insieme a tre palermitani, che uniscono le loro origini, culture ed esperienze diverse, con un repertorio reggae e afro, per portare in scena la loro storia, una storia di barconi e razzismo. “Anche se nell’arte il termine immigrato non ha senso, arte è immigrazione di per sé, è cultura che si fonde a cultura, è contaminazione” afferma Garrubba. Insieme a loro gli Horny Brothers, un gruppo di Reggio Calabria che riarrangia il rock con il bengio, i violini, le chitarre acustiche; qualcosa di mai visto.

L’ultima serata è il 5 gennaio con “Black Sunday”, così chiamata in opposizione al Black Friday, insieme a Alessandra Chiarello Quartet, talenti pazzeschi dallo spirito soul e R&B e il trio Matt Pascale & Walking Blues, talmente eccezionali che a loro il direttore artistico Garrubba vuole passare il testimone: “Non sono ancora così vecchio, ma è giusto che i giovani spingano in avanti la tradizione e non troverei nessuno meglio di Matt a farlo, è uno dei più grandi bluesman mai visti, ha una maestria smisurata nel suonare e il suo personaggio è blues in pieno, un blues elettrico di alto livello; è una porta aperta al futuro”.

Questi momenti irripetibili portano, ancora una volta, tra le onde del nostro mare un grandissimo prestigio. Insieme all’altissima professionalità, l’ingrediente fondamentale del successo Onde Sonore abbiamo visto essere la solidarietà; e tra le tante buone cause sostenute, il loro impegno contro la violenza di genere è sempre presente, destinando nella prima fila della platea, ogni volta, un Posto Occupato per una vittima di violenza, difendendo il grande sponsor etico del Natale C&T.

Ed oltre a professionalità e solidarietà non mancano mai l’allegria, il divertimento e la voglia di fare senza fermarsi, di ottenere sempre di più, a cavallo di queste meravigliose Onde Sonore.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007