Unime. Motostudent 2020, Stretto in Carena al quinto posto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Unime. Motostudent 2020, Stretto in Carena al quinto posto

Redazione

Unime. Motostudent 2020, Stretto in Carena al quinto posto

lunedì 19 Luglio 2021 - 11:38

La squadra dell'Università di Messina quinta sul circuito spagnolo di Aragon

Gli studenti UniMe della squadra “Stretto in Carena”, conosciuta ai più semplicemente come Sic, hanno ottenuto un ottimo risultato in Spagna, sullo storico asfalto del circuito di Aragon, durante la più importante competizione motociclistica internazionale per studenti universitari di tutto il mondo,  il Campionato Internazionale MotoStudent.

Dopo tre giorni di prove e prendendo il via dalla sesta posizione in griglia (su 37 partecipanti), la moto, progettata e assemblata dai ragazzi dell’Ateneo peloritano e guidata dal pilota Ludovico Papale, ha tagliato il traguardo al quinto posto assoluto, classificandosi, inoltre, prima fra le due ruote debuttanti nella categoria Rookie.

I membri della squadra – giunti in 15 sul circuito spagnolo – hanno così commentato sulla loro pagina Facebook: “Nove giri adrenalinici che hanno tenuto ognuno di noi sulle spine. Abbiamo avuto paura, ma ce l’abbiamo fatta. Grazie al nostro pilota, grazie al nostro consigliere di facoltà, grazie ai nostri sponsor, ai nostri docenti, al nostro rettore, al nostro direttore di dipartimento, ai membri della squadra che non hanno potuto essere presenti, grazie alle nostre famiglie e ad ogni singola persona che abbia creduto in noi”.

In particolare, gli studenti di Sic hanno raggiunto ottime prestazioni nella prova di “Accelerazione”, dove si sono classificati al primo posto.

Dal febbraio 2018, anno in cui è cominciato il lavoro di gruppo, la squadra ha preso forma e, ottenendo l’approvazione dell’Università di Messina, ha manifestato la volontà di prendere parte al Campionato. Per raggiungere l’obiettivo e per progettare, produrre, sviluppare e testare un prototipo di motoveicolo da gara 250 cc, 4 tempi e monocilindrico, la squadra si è suddivisa in sottogruppi di lavoro, ciascuno con un proprio supervisore: aerodinamica dinamica, elettronica, struttura, motore, it, settore commerciale, veicolo, amministrazione, gestione finanziaria e comunicazione. Dunque, la composizione della squadra non ha coinvolto solo futuri ingegneri, ma diversi Dipartimenti e CdL dell’Ateneo; da Economia e Commercio sino anche a Giornalismo.

Guidati dal consigliere di facoltà, prof. Giacomo Risitano (afferente al Dipartimento di Ingegneria), l’avventura ha trovato il suo naturale approdo al MotoStudent; gli studenti di UniMe che hanno presenziato alla MS2, fase finale del torneo (la precedente fase si era già svolta e aveva visto Sic ottenere degli ottimi traguardi), sono: Claudio Agati, Gianluca Aquilia, Alessandro Caristi, Marco Mantineo, Francesco Mondello (partiti per primi con il prototipo), Massimiliano Chillemi, Davide Crisafulli, Gianmarco Interdonato, Marco Manfrè, Dario Milone (caposquadra), Umberto Previti, Giulia Puliafito, Marco Romano, Marcello Saccà e Nino Scipilliti, insieme al pilota Papale e al prof. Risitano.


Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x