I Giovani Imprenditori ai candidati sindaco: «Messina città delle opportunità» - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

I Giovani Imprenditori ai candidati sindaco: «Messina città delle opportunità»

Francesca Stornante

I Giovani Imprenditori ai candidati sindaco: «Messina città delle opportunità»

mercoledì 30 Maggio 2018 - 14:44

I giovani di Sicindustria hanno inviato ai 7 candidati sindaco una lettera con le linee programmatiche sul mondo dell'imprenditoria giovanile, sulla città e sulla necessità di mettere al centro di questa campagna elettorale il lavoro ma con risposte concrete e progettuali

I giovani imprenditori di Sicindustria per la prima volta in campo nell’arena di una campagna elettorale che ormai è praticamente alle sue ultime battute in vista del 10 giugno. Perché parlare di lavoro non basta, parlare di giovani nei programmi elettorali non è sufficiente, servono proposte serie, azioni mirate, idee chiare. Loro hanno dimostrato di averle chiarissime e per questo ha deciso di mettere nero su bianco le linee programmatiche che Sicindustria giovani adesso sottopone a tutti i candidati sindaco. «Messina deve uscire dalla dimensione provinciale in cui è troppo spesso relegata. E’ necessario porre rimedio a quello che sembra un declino ormai irreversibile e per fare questo serve una politica seria, credibile e autorevole». Ha esordito così la presidente di Sicindustria Giovani, Sveva Arcovito, che ha subito puntato i riflettori sulla necessità di difendere, aiutare e tutelare chi in questa città ha creato impresa.

Come ha spiegato insieme ad Andrea Freni e Patrizia Floro, la priorità che sperano che ogni candidato sindaco metta nella sua agenda nei confronti delle imprese è la semplificazione dell’apparato burocratico. Ma tra le richieste di Sicindustria giovani ci sono anche le infrastrutture e quel gap che rende meno attrattivo dal punto di vista imprenditoriale il nostro territorio. E poi chiedono soprattutto di essere ascoltati: «L’imprenditoria si fonda sulla proposta e bisogna avere capacità di proporre. Si chiede solo che queste proposte possano essere ascoltate in modo consapevole e competente. Si chiede dialogo».
Ed ecco dunque la lettera indirizzata a tutti i 7 candidati sindaco della città:

«Legalità e sviluppo

Noi Giovani Imprenditori siamo inseriti all’interno di un Sistema e di una rappresentanza sociale solida e trasparente, che è garante di un progetto all’insegna dello sviluppo e della legalità; quest’ultima non deve essere quindi un obiettivo, ma un prerequisito per ogni amministrazione. La Politica, quindi, non deve perseguire fini impropri che portino a qualificare come “finalizzati allo sviluppo” interventi destinati di fatto al mero consenso.

Efficienza e semplificazione

Siamo convinti che sia necessario puntare sull’efficienza della P.A. per garantire alle nostre imprese tempi certi e veloci nella gestione delle pratiche burocratiche: semplificazione e digitalizzazione devono essere le parole d’ordine per la prossima amministrazione. La certezza normativa e la qualità dei servizi essenziali per le imprese e per i cittadini rendono perseguibile un modello di crescita e di sviluppo competitivo, in grado di assicurare il più possibile la resilienza del sistema locale.

Fare e creare rete

È necessario, inoltre, che la prossima Amministrazione adotti un metodo “inclusivo”, che metta in rete e coinvolga maggiormente tutte le forze sociali, imprenditoriali e intellettuali della città, per il perseguimento di obiettivi comuni e la definizione di strategie e programmi. Chiediamo, quindi, alla Politica di creare condizioni per la crescita della produttività, di stimolare uno spirito di appartenenza territoriale e capace di accrescere i valori della libera iniziativa con l’aiuto delle imprese del Territorio.

Infrastrutture per la crescita

Noi crediamo in una Messina che può crescere. In tal senso riteniamo prioritario ridurre quel gap infrastrutturale che rende impossibile e insostenibile, al giorno d’oggi, fare impresa: la velocità e la facilità negli spostamenti delle merci e delle persone è il vero motore per l’economia di un intero territorio.

Rigenerazione e riqualificazione urbana

Dalla rigenerazione delle varie zone dismesse e periferiche della città, inoltre, può partire il rilancio di Messina. La loro riqualificazione, infatti, è una straordinaria occasione non solo per rimettere in moto intere filiere produttive, e crearne di nuove, ma anche per trasformare e riqualificare la nostra città, per renderla più vivibile e anche attraente. In tal senso, crediamo che il ruolo del privato possa essere stimolato anche attraverso agevolazioni fiscali per chi vuole ridare vita a queste aree portandovi nuove attività e progetti innovativi.

Da troppo tempo ormai ci interroghiamo sui problemi e sul futuro della nostra città: noi quindi saremo dalla parte di chi ha una visione e propone azioni concrete per lo sviluppo e il bene comune, di chi rifugge la demagogia delle promesse seduttive e si vuole rivolgere a obiettivi concreti e indifferibili.

Siamo convinti che tutte le Istituzioni e le forze imprenditoriali della città debbano lavorare all’unisono per far uscire Messina da una dimensione provinciale e periferica, e giocare invece su un campo più aperto, candidandosi a diventare punto di riferimento dell’area metropolitana e dello Stretto.

Messina deve diventare la città delle Opportunità».

Francesca Stornante

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x