Marcia di solidarietà per Alì. Slogan, striscioni e riflessioni - Tempostretto

Marcia di solidarietà per Alì. Slogan, striscioni e riflessioni

Marcia di solidarietà per Alì. Slogan, striscioni e riflessioni

lunedì 23 Aprile 2012 - 06:47

L’iniziativa organizzata dalla Rete Antirazzismo e dal circolo Thomas Sankara

Hanno percorso le strade dove Alì era solito girare per vendere le sue rose. Parliamo dei cittadini che ieri pomeriggio hanno preso parte alla marcia organizzata dal circolo Thomas Sankara e dalla Rete Antirazzismo per mostrare solidarietà all’egiziano colpito alla testa con un bastone. Raduno a piazza Antonello intorno alle 18.30 e poi via in giro tra via Cavour e via Tommaso Cannizzaro con striscioni e bandiere. Tanti i bambini e i ragazzini che accompagnati dai genitori o con altri amici, hanno deciso di essere vicini, con un gesto e con un pensiero, all’uomo ancora ricoverato a Papardo,le cui condizioni sono però migliorate. Nei giorni scorsi, intanto, l’autore dell’aggressione ha chiesto scusa per il gesto compiuto.

Tag:

2 commenti

  1. Falsa solidarietà. Incredibile l’ipocrisia di questa gente che sfila, che fa finta di non sapere che questo Alì è un gran xxxxxxxxxx, irritante, infastidente. Vorrei vedere se nel suo paese si permetterebbe di agire come quì da noi. Messinesi sveglia !!!

    0
    0
  2. Sarà anche come dici tu,GRADY, non lo metto in dubbio, ma in un paese civile non si tenta di spaccare la testa ad una persona solo perchè infastidisce per la vendita delle rose!! Altrimenti, dovremmo andare dai nostri politici ed impiccarli, per quello che hanno fatto e continuano a fare a questo paese, ed in particolare in questa bella ma sfortunata città-

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007