Villa De Pasquale. Sopralluogo del M5s: “Patrimonio da restituire alla cittadinanza” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Villa De Pasquale. Sopralluogo del M5s: “Patrimonio da restituire alla cittadinanza”

Emanuela Giorgianni

Villa De Pasquale. Sopralluogo del M5s: “Patrimonio da restituire alla cittadinanza”

lunedì 01 Novembre 2021 - 07:00

La visita dei deputati regionali Zafarana e De Luca in uno dei simboli dell'antica industria agrumaria, ad oggi inaccessibile al pubblico. I consiglieri Argento e Scivolone: “Location ideale per ospitare mostre ed eventi culturali. Si proceda con gli interventi di recupero”

Inaugurata a maggio 2016 e aperta, ma solo per un giorno a settimana, ad aprile 2017, ora Villa De Pasquale è di nuovo chiusa.

La visita

Ieri il sopralluogo dei portavoce del M5S. La visita agli ambienti interni ed esterni della villa è stata condotta dal direttore del MuMe Orazio Micali, su iniziativa della deputata regionale Valentina Zafarana, alla presenza del deputato regionale Antonio De Luca, del consigliere comunale Andrea Argento e del consigliere della II Municipalità Paolo Scivolone.

Luogo che va vissuto

«È chiaro ormai – commenta la deputata – come la riqualificazione, la valorizzazione e la messa in sicurezza di siti storici di alto valore artistico e architettonico della nostra città, come Villa De Pasquale, siano strettamente legati all’apertura al pubblico e all’essere “vissuti” come spazio di tutti, come attrattore di flussi turistici e come polo culturale. Già mi sono attivata per comprendere se l’amministrazione regionale abbia previsto i dovuti interventi e mi farò promotrice di iniziative finalizzate al recupero della Villa già a partire dalla prossima finanziaria regionale».

«La chiusura al pubblico di Villa De Pasquale – le fa eco Antonio De Luca – è uno sfregio alla storia secolare di Contesse. Ad oggi non è previsto alcun piano di riapertura o di rilancio della struttura da parte dell’Assessorato Regionale alla Cultura. Se non si provvederà al più presto a ripulirla e a restituirla alla fruizione degli abitanti, sarà l’ennesima violenza perpetrata a una Città la cui storia sembra destinata ad essere sepolta sempre più in fondo. Musumeci dica cosa intende fare di questo bene: i generosi contributi del governo regionale non possono essere erogati solo per le ville palermitane o le tenute ippiche di Catania».

La necessità di un’azione sinergica

«Villa De Pasquale – commentano Argento e Scivolone – è un luogo che identifica e caratterizza l’intero villaggio di Contesse, rappresentando un sito di grande interesse storico, artistico ed architettonico. Oggi la struttura è chiusa malgrado il notevole potenziale turistico e la possibilità di ospitare mostre ed eventi culturali al suo interno, in un’area della città che chiede a gran voce di potersi riappropriare della sua storia e dei monumenti, spesso poco conosciuti e valorizzati.

La priorità, adesso, è riqualificarla e metterla in sicurezza, in modo che possa essere presto restituita alla fruizione di tutti coloro che desiderano visitarla, così come auspicano tutti i residenti della zona.

Tutte le parti in causa devono agire sinergicamente in questa direzione, procedendo innanzitutto con i necessari interventi di recupero».

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. Cucinotta Giacomo 1 Novembre 2021 10:47

    “VILLA DE PASQUALE”, monumento storico della città di Messina – A distanza dell’ultimo intervento importante nell’anno 2016, è stata di nuova chiusa, forse messa nel dimenticatoio di tutte le autorità interessate o che se ne dovevano interessare. Da cittadino Italiano che paga puntualmente le tasse e da Messinese che ama la propria città natale, mi domando: chi è il responsabile di questo immobile, chi lo custodisce e lo deve preservare da tutti i danni presenti e futuri? Perché non intervengono puntualmente nella gestione dell’immobile? Ci sarà almeno un responsabile o è il solito “scaricabarile”?

    11
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007