Gioveni chiede aiuto al prefetto per far abolire il pedaggio a Ponte Gallo - Tempostretto

Gioveni chiede aiuto al prefetto per far abolire il pedaggio a Ponte Gallo

Gioveni chiede aiuto al prefetto per far abolire il pedaggio a Ponte Gallo

martedì 29 Marzo 2016 - 07:14

Il consigliere comunale rivolge un appello al prefetto Trotta « affinché, prima del suo congedo, interceda con i vertici del CAS per ottenere l'eliminazione totale del pedaggio al casello autostradale di Villafranca/Ponte Gallo»

Per chi ha scelto di trascorrere il giorno di Pasquetta lontano dalla città e ha percorso la l’autostrada Messina –Palermo non sono mancati i disagi. Lunghe code si sono formate soprattutto in prossimità dei restringimenti sul viadotto Ritiro.

In vista della stagione estiva, che aumenterà il flusso delle auto lungo quell’autostrada, il consigliere comunale Libero Gioveni ha quindi deciso di scrivere al prefetto Stefano Trotta, ormai prossimo alla pensione.

«Lo faccio – scrive Gioveni – proprio il giorno dopo della prima (e non certamente ultima) "agonia" di questo 2016 vissuta dai cittadini messinesi nel tratto autostradale DA e PER Ponte Gallo, che ha coinciso ieri, nel giorno di Pasquetta, con l'avvio delle primissime gite fuori porta, ma che ha fatto senz'altro da viatico alle altre giornate da "bollino rosso" che riguarderanno, non solo i prossimi ponti del 25 aprile e 1 maggio, ma anche e soprattutto i prossimi 3 mesi estivi in cui, come è noto, la maggioranza dei cittadini messinesi che si trasferiranno nelle loro residenze estive dei comuni tirrenici, inizieranno la loro lunga "odissea"»

«Non posso nasconderle – continua il consigliere comunale – il mio grande rammarico, già manifestato al sindaco Accorinti, per l'assordante silenzio sull'argomento negli anni da parte, appunto, del primo cittadino, che non ha mai voluto chiedere con insistenza ai vertici del CAS l'eliminazione (anche provvisoria) del pedaggio di 1 euro e 20 cent come segno di risarcimento per gli enormi disagi subiti dai cittadini che egli rappresenta»

Secondo Gioveni, "oltre al "danno" di subire questi enormi disagi, si aggiunge anche la "beffa" di dover pagare l'ingiusto balzello al casello di Ponte Gallo! Né tanto meno può essere considerata sufficiente la riduzione del pedaggio applicata l'anno scorso soltanto in determinate fasce orarie solo come deterrente per evitare le lunghe code nelle ore di punta€

Il rappresentante del Civico Conesso ritiene « assolutamente inaccettabile dover pagare al CAS un servizio che ormai non c'è più da tempo».

Gioveni rivolge un appello al prefetto Trotta « affinché, prima del suo congedo, interceda con i vertici del CAS per ottenere l'eliminazione totale del pedaggio al casello autostradale di Villafranca/Ponte Gallo, come atto simbolico di risarcimento alla cittadinanza per gli enormi disagi subiti e che si subiranno da qui a venire».

Tag:

6 commenti

  1. ennesimo comunicato stampa del buon Gioveni, forse non ricorda che questo problema è stato affrontato innumerevoli volte, ma risposte non ce ne sono mai state e non ce ne saranno, coi soldi del pedaggio tappano diverse uscite!!!

    0
    0
  2. ennesimo comunicato stampa del buon Gioveni, forse non ricorda che questo problema è stato affrontato innumerevoli volte, ma risposte non ce ne sono mai state e non ce ne saranno, coi soldi del pedaggio tappano diverse uscite!!!

    0
    0
  3. FRA QUALCHE ANNO FESTEGGERETE I CENT’ANNI DELLA PROPOSTA DI ABOLIZIONE DEL PEDAGGIO. STIAMO BATTENDO IL RECORD DI ANNI DI VITA COME MATUSALEMME E ANCORA SENTO PARLARE DI QUESTO SVINGOLO. POSSIBILE CHE A MESSINA DEVONO PASSARE ALMENO 30 ANNI? AVETE FATTO UN VOTO ALLA MADONNA DELLA LETTERA CHE PER OGNI PROBLEMA FACILE, O QUESTO, DIFFICILISSIMO GIA’ MOLTE VOLTE SPIEGATO IN PASSATO, DEVONO PASSARE OLTRE UNA GENERAZIONE? FORSE VOLETE IMITARE GLI ANNI DEL POPOLO DI ISRAELE USCITO DALL’EGITTO TRASCORSI NEL DESERTO? NON PENSO CHE VOLETE, ANCHE VOI, LE PIAGHE D’EGITTO. DATVI UNA SCOSSA.

    0
    0
  4. FRA QUALCHE ANNO FESTEGGERETE I CENT’ANNI DELLA PROPOSTA DI ABOLIZIONE DEL PEDAGGIO. STIAMO BATTENDO IL RECORD DI ANNI DI VITA COME MATUSALEMME E ANCORA SENTO PARLARE DI QUESTO SVINGOLO. POSSIBILE CHE A MESSINA DEVONO PASSARE ALMENO 30 ANNI? AVETE FATTO UN VOTO ALLA MADONNA DELLA LETTERA CHE PER OGNI PROBLEMA FACILE, O QUESTO, DIFFICILISSIMO GIA’ MOLTE VOLTE SPIEGATO IN PASSATO, DEVONO PASSARE OLTRE UNA GENERAZIONE? FORSE VOLETE IMITARE GLI ANNI DEL POPOLO DI ISRAELE USCITO DALL’EGITTO TRASCORSI NEL DESERTO? NON PENSO CHE VOLETE, ANCHE VOI, LE PIAGHE D’EGITTO. DATVI UNA SCOSSA.

    0
    0
  5. Ogni tanto si sveglia qualche consigliere comunale e riporta agli onori della cronaca questa vicenda vergognosa. Io non ricordo se Gioveni “rientra” nella gettonopoli messinese, ma questo intervento, come quelli passati, mi sa tanto di “pubblicità politica alla messinese”. Forse non tutti sanno che lo svincolo “cosidetto di Villafranca” (che non è, poichè ricade nel Comune di Messina cioè prima del torrente Gallo, appunto confine tra i due Comuni), fu progettato per servire, quasi esclusivamente, i lavoratori messinesi della Pirelli. Oggi un qualsiasi Giudice potrebbe intimare al CAS di eliminare l’odioso balzello perchè lo svincolo ricade nel territorio Comunale (vi ricordate la barriera di Bordonaro?).

    0
    0
  6. Ogni tanto si sveglia qualche consigliere comunale e riporta agli onori della cronaca questa vicenda vergognosa. Io non ricordo se Gioveni “rientra” nella gettonopoli messinese, ma questo intervento, come quelli passati, mi sa tanto di “pubblicità politica alla messinese”. Forse non tutti sanno che lo svincolo “cosidetto di Villafranca” (che non è, poichè ricade nel Comune di Messina cioè prima del torrente Gallo, appunto confine tra i due Comuni), fu progettato per servire, quasi esclusivamente, i lavoratori messinesi della Pirelli. Oggi un qualsiasi Giudice potrebbe intimare al CAS di eliminare l’odioso balzello perchè lo svincolo ricade nel territorio Comunale (vi ricordate la barriera di Bordonaro?).

    0
    0

Rispondi a giovannino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007