Viviana in auto con Gioele, c'è un video a Sant'Agata Militello - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Viviana in auto con Gioele, c’è un video a Sant’Agata Militello

Redazione

Viviana in auto con Gioele, c’è un video a Sant’Agata Militello

giovedì 13 Agosto 2020 - 11:53
Viviana in auto con Gioele, c’è un video a Sant’Agata Militello

Secondo il procuratore di Patti, Angelo Cavallo, il bambino era con la madre anche al momento dell'incidente, a Caronia

Viviana è uscita dalla sua casa di Venetico il 3 agosto alle 9.30, mentre alle 10.30 un video la ritrae nella sua Opel Corsa a Sant’Agata Militello. In quel video, nell’auto con lei c’è il figlio Gioele. Lo fa sapere il procuratore di Patti, Angelo Cavallo.

E’ un dato importante quello da poco emerso per le ricerche del bambino e per capire come sia morta la donna. Riprende l’autostrada a Sant’Agata alle 10.52 e alle 11.05 ha l’incidente nella galleria Pizzo Turda, a Caronia, per poi sparire due minuti dopo.

Ma quando è rientrata in autostrada a Sant’Agata il bambino era ancora con lei? E’ il famoso “buco” di 22 minuti su cui si concentrano le indagini per capire la dinamica degli eventi.

Secondo la telefonata al 112, subito dopo l’incidente, di uomo con accento settentrionale, Viviana aveva un bambino in braccio, che quindi sarebbe stato con lei anche a Caronia. Gli investigatori la ritengono una versione attendibile, anche se dei testimoni non c’è ancora alcuna traccia.

“Il nostro scopo – dice il pm Cavallo – è ripercorrere il tragitto che ha fatto la signora passo passo. Esiste questa registrazione telefonica, chiunque ha visto parli, non ha nulla da temere, ha già compiuto un’azione meritoria, prosegua, si presenti presso qualsiasi posto di polizia o dei carabinieri e ci dica quello che ha visto. Ogni particolare può essere importante per avere ancora più certezza sul fatto che la signora fosse in quel momento con il bambino, siamo ragionevolmente sicuri di questo. Stiamo cercando la famiglia che avrebbe prestato soccorso, è di provenienza settentrionale perché parlavano con accento settentrionale, sono quattro persone a bordo di una berlina due volumi di colore grigio o chiaro, sicuramente una famiglia in vacanza, composta da padre, madre e due figli, un ragazzo e una ragazza adolescenti. L’uomo alla guida aveva una canottiera o maglietta di colore rosso o arancione, bermuda, era molto abbronzato, calvo e robusto. La signora ha circa 45 anni e aveva un vestito blu, carnagione chiara e capelli raccolti”.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007