Vulcano, la sfida delle strutture ricettive. A fine mese riapre il Therasia Resort - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Vulcano, la sfida delle strutture ricettive. A fine mese riapre il Therasia Resort

Salvatore Di Trapani

Vulcano, la sfida delle strutture ricettive. A fine mese riapre il Therasia Resort

mercoledì 17 Giugno 2020 - 16:46
Vulcano, la sfida delle strutture ricettive. A fine mese riapre il Therasia Resort

Il resort tenta la ripresa, nonostante la crisi generata dall’emergenza coronavirus. L’imprenditore Luigi Polito: “un atto d’amore per le isole eolie”.

Il turismo eoliano ci prova e accetta la sfida, nel tentativo di ripartire dopo l’emergenza coronavirus. Il Therasia Resort di Vulcano pronto a ripartire già dal prossimo 26 giugno. Un vero e proprio “atto d’amore per le isole eolie” ha spiegato l’imprenditore Luigi Polito, proprietario anche di Imperatore Travel World.

Il compromesso tra turismo e distanziamento sociale

«Viviamo in un momento complesso e surreale, questo è un anno difficile per tutti ma noi vogliamo fare la nostra parte fino in fondo –racconta il proprietario del Therasia- Abbiamo preso dunque la decisione di spalancare le porte del nostro resort con tutto l’amore e la responsabilità che ne consegue. Garantiremo ai nostri ospiti un soggiorno sicuro e con le più alte condizioni di sicurezza».

La struttura ha già predisposto tutte le modifiche del caso, così da garantire il distanziamento sociale e proporre una vacanza in piena sicurezza. La disponibilità delle camere e degli spazi comuni, infatti, è stata ridimensionata per l’occasione. Complice anche l’ampio spazio sul quale si erge il resort, gli spazi e le distanze non saranno dunque un problema.

Riparte la filiera dei produttori locali

Nonostante le difficoltà sul piano economico affrontate dal settore del turismo, il Therasia è pronto ad abbracciare la stagione facendosi forte di alcune novità. I manager della struttura, Umberto Trani e Pierpaolo Tiretti, anticipano: “Riapriremo con i 4 ristoranti e con nuove 10 camere, per le quali abbiamo fatto un restyling totale, introducendo anche il meglio della tecnologia al servizio dell’ospite”.

Dal turismo si tenta un rilancio anche per i produttori locali, principale fonte di approvvigionamento del Therasia nel quale si prediligono prodotti a chilometro 0. Un rapporto “simbiotico” sotto il profilo economico, tra strutture del territorio e fornitori.

«La pandemia –spiegano ancora i manager dell’azienda- ci ha indotto a riflettere sulle nostre responsabilità e sul nostro contributo per la filiera e per la sostenibilità. Per questa ragione investiremo sui piccoli produttori, con lo scopo di cambiare rotta allontanandoci dal consumismo. A dominare sarà la genuinità, che non prevede stoccaggio di materie prime, quindi cucineremo con ciò che si troverà al mercato oppure da artigiani o da piccoli produttori. E questa sarà una garanzia anche per l’ospite e offrirà la massima motivazione allo chef, già pronto a divertirsi con stimoli sempre nuovi, ogni giorno».

Turismo culinario per i vegetariani e ripartenza dei trasporti

Torna anche la proposta per i vegetariani del ristorante Tenerumi, con lo chef Daniele Teresi e con a capo Giuseppe Biuso. Tra le novità diversi piatti basati sulle verdure marine di Vulcano, come la salicornia. Ad accompagnare il tutto i vini scelti dal capo sommelier Giuseppe Fiorito, che introduce una collezione di prodotti siciliani affiancati da vini da tutto il mondo.

Il Therasia, infine, ripartirà anche dai trasporti. Il tour operator Luigi Polito anticipa la ripartenza dell’aliscafo Snav Napoli – Eolie e la conseguente apertura delle vendite dei ticket, che potranno essere acquistati sui portali di Imperatore Travel.

Insomma il turismo eoliano ci prova, consapevole delle difficoltà del periodo ma anche della necessità di curare un settore nel quale la Sicilia e le isole minori sono da sempre al primo posto.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007