Colletta alimentare per i più bisognosi: Messina dona 56 tonnellate di cibo - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Colletta alimentare per i più bisognosi: Messina dona 56 tonnellate di cibo

Colletta alimentare per i più bisognosi: Messina dona 56 tonnellate di cibo

lunedì 27 Novembre 2017 - 08:37

Questa grande “festa del dono”, giunta alla sua XXI edizione, ha visto una straordinaria partecipazione, con oltre 145.000 volontari impegnati in tutta Italia. Sono state donate, in un solo giorno, 8.200 tonnellate di alimenti. Messina e la sua provincia hanno dimostrato grande generosità

Come ogni anno Messina ha risposto presente alla chiamata del Banco Alimentare in occasione 21ª Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. 1300 volontari che si sono alternati in 121 supermercati della provincia, di cui 49 nel comune di Messina e la generosità dei messinesi hanno permesso di raccogliere 56.482 kg di alimenti, di cui 25.003 kg nella sola città di Messina. Una grande quantità di cibo che nei prossimi giorni sarà distribuita alle 65 strutture caritative convenzionate che assistono complessivamente circa 12.300 persone bisognose.

la Colletta Alimentare è un grande evento di popolo che coinvolge in un unico grande abbraccio volontari, donatori e persone bisognose.

Questo grande evento di gratuità, che ha potuto godere dell’ Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, è stato reso possibile grazie alla collaborazione dell’Esercito Italiano, di Poste Italiane, del Comando Polizia Municipale di Messina, della Città Metropolitana di Messina – Autoparco e Protezione Civile, Misericordia di Messina e alla partecipazione di volontari aderenti a movimenti, associazioni, realtà caritative di vario genere e delle migliaia di donatori che hanno fatto la spesa nei supermercati di tutta Italia.

“Il gesto della Colletta si sposa alla perfezione con le parole pronunciate all'Angelus da Papa Francesco – ha commentato Santo Giordano presidente del Banco Alimentare Sicilia Occidentale Onlus – con cui ha rimarcato quanto il non aver fatto, il non aver aiutato o il non aver sostenuto uno degli ultimi corrisponde a un gesto fatto contro di me, contro di Lui. E io ho pensato a tutto quello che è stato fatto ieri per la Colletta Alimentare: gesti concreti che andranno a vantaggio degli ultimi e che testimoniano che il cuore dell'uomo è fatto per il bene”.

Identico pensiero con un messaggio in più rivolto ai più giovani si ritrova nella dichiarazione di Pietro Maugeri, presidente del Banco Alimentare della Sicilia Onlus: “Ciò che mi ha colpito mentre facevo l'autista, è stato il vedere che fare del bene trascina. Sono stati tantissimi i volontari di altre associazioni che ci hanno chiesto di unirsi a noi. E poi vorrei fare un applauso ai giovanissimi che ci hanno aiutato per tutto il giorno senza mollare mai. A fine giornata – prosegue Maugeri – ho chiesto a un gruppo di ragazzini di dodici anni se e quanto fossero stanchi e loro mi hanno risposto che sarebbero rimasti in piedi ancora per ore sapendo che stavano raccogliendo del cibo per chi ha bisogno. Ed è proprio così, la nostra fatica è nulla in confronto a quella sostenuta da chi non ha nulla da portare a tavola”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x