Aumentano le richieste d'aiuto al 1522. Rete anche a Messina in difesa delle donne VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Aumentano le richieste d’aiuto al 1522. Rete anche a Messina in difesa delle donne VIDEO

Giuseppe Fontana

Aumentano le richieste d’aiuto al 1522. Rete anche a Messina in difesa delle donne VIDEO

giovedì 25 Novembre 2021 - 06:50

Quasi raddoppiati i numeri tra 2019 e 2020. La dottoressa Tornesi del dipartimento politiche sociali del Comune evidenzia quanto bisogna ancora fare nella lotta alla violenza

Di Giuseppe Fontana e Silvia De Domenico

MESSINA: “Il numero in rialzo riguarda gli anni 2018 al 2021, soprattutto nel 2019 e nel 2020 si sono raddoppiati. Il 1522 registra questo incremento e per noi è positivo che le donne o chi è al loro fianco riescano a chiedere aiuto”. Vogliamo partire da qui, da questa frase estrapolata dall’intervista realizzata a Rosaria Tornesi del dipartimento politiche sociali del Comune di Messina. Tra 2019 e 2020 le richieste di aiuto al numero 1522, dedicato alle vittime di violenza o stalking, sono passate da 8mila 652 a 15mila 709 in tutta Italia. Di queste ultime, 2mila 462 sono arrivate solo dalla Sicilia. Un trend in crescita confermato nei dati relativi al primo semestre del 2021: 8mila 558 chiamate totali, mille 231 in Sicilia. Numeri elevatissimi, ma che testimoniano una nuova consapevolezza, quella di donne che diventano ogni giorno più consapevoli di poter chiedere aiuto.

89 donne al giorno in Italia sono vittime di reati di genere

“I sistemi di comunicazione funzionano e sta maturando l’opinione pubblica – spiega la dottoressa Tornesi. Ci sono troppe donne che vivono in silenzio, insieme ai loro bambini, queste criticità”. Nel 2021 sono ancora troppe le donne vittime di violenza, soprattutto scaturita in ambito familiare. Ma la dottoressa Tornesi sottolinea che “le donne possono rivolgersi a qualsiasi punto della rete istituzionale, servizi sociali, asp, prefettura, forze dell’ordine. Lavoriamo in maniera integrata, tutti insieme”. Ancora oggi sono 89 al giorno le donne vittime di reati di genere in Italia. Di queste, il 62% subisce violenze e maltrattamenti in famiglia. Numeri inaccettabili contro cui combattere non soltanto nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ma ogni giorno.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x