Coronavirus a Messina. Tante richieste al centro psicologico di Unime. VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Coronavirus a Messina. Tante richieste al centro psicologico di Unime. VIDEO

.

Coronavirus a Messina. Tante richieste al centro psicologico di Unime. VIDEO

. |
mercoledì 11 Marzo 2020 - 15:30

"Le maggiori paure sono legate all’incertezza del momento che stiamo vivendo e soprattutto al fatto che per molti nulla sarà più come prima di questa emergenza"

MESSINA – Il Centro di ricerca e di intervento psicologico (Cerip) dell’Università, ha attivato un servizio di consulenza psicologica online destinato agli studenti, ai loro familiari ed a tutta la cittadinanza, per fornire suggerimenti psicologici pratici, atti ad affrontare e superare preoccupazioni, paure e incertezze, connesse all’emergenza coronavirus. Il servizio, ad opera degli psicologi afferenti al Centro, è effettuato sulla piattaforma Skype, digitando il contatto Cerip Unime o per via telefonica al numero 3295457990  

“Il servizio è attivo tutti i giorni della settimana, compresi il sabato e la domenica dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 – ha detto la professoressa Marianna Quattropani, psicologa clinica -. Stiamo ricevendo numerose richieste di supporto  da parte di tutta la cittadinanza, le maggiori paure sono legate all’incertezza del momento che stiamo vivendo e soprattutto al fatto che per molti nulla sarà più come prima di questa emergenza.

La paura è un’emozione potente e utile, è stata selezionata dall’evoluzione della specie umana per permettere di prevenire i pericoli ed è quindi funzionale a evitarli, ma funziona bene se è proporzionata a questi ultimi. Oggi molti di questi non dipendono dalle nostre esperienze. Ne veniamo a conoscenza perché sono descritti dai media e sono ingigantiti dai messaggi che circolano sulla rete. Succede così che la paura diventi eccessiva rispetto ai rischi oggettivi. E’ in questi casi che la paura si trasforma in panico e finisce per danneggiarci. Il nostro consiglio – spiega la professoressa Quattropani – è quello tenere in considerazione solo le notizie fornite da fonti ufficiali, di condurre, seppure dentro casa, una vita all’insegna della normalità, quindi di nutrirsi in maniera regolare e senza eccessi di alcol o altre sostanze e anche quello di continuare a fare attività fisica nel caso si fosse abituati a farlo”.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007