La Russa: "Il centrodestra a Messina c'è e la Lega non ha voluto Germanà" VIDEO - Tempostretto

La Russa: “Il centrodestra a Messina c’è e la Lega non ha voluto Germanà” VIDEO

Marco Olivieri

La Russa: “Il centrodestra a Messina c’è e la Lega non ha voluto Germanà” VIDEO

sabato 21 Maggio 2022 - 13:16

Ignazio La Russa scommette su Croce "che non ha nessuno dietro a guidarlo e in caso di ballottaggio con la sinistra la Lega ci sarà; parola di Salvini"

Di Marco Olivieri (intervista video di Carmelo Caspanello, montaggio di Matteo Arrigo)

MESSINA – “Un centrodestra con un buon candidato fa la differenza anche se gliene manca un pezzo”. Ignazio La Russa arriva a Messina e in un’affollata piazza Santa Caterina punta tutto su Fratelli d’Italia e su Maurizio Croce. Dice che Germanà non è stato voluto dalla Lega e che Croce è “un candidato vero, non un avatar”, facendo riferimento alla leadership di Cateno De Luca, che metterebbe in ombra il candidato a sindaco Basile.

Il vicepresidente del Senato definisce Croce “il miglior candidato a sindaco possibile, scelto dalle due forze principali del centrodestra a Messina, Fratelli d’Italia e Forza Italia. Prima è stato individuato da Forza Italia e noi abbiamo aderito perché è un’ottima candidatura. Non abbiamo capito perché non lo abbia scelto la Lega”.

Con il big del partito, insieme con una folta presenza cittadina e provinciale, la capogruppo all’Ars Elvira Amata, il deputato Giovanni Donzelli, responsabile organizzativo del partito, Salvo Pogliese, coordinatore della Sicilia orientale di FdI e sindaco di Catania, e la deputata Ella Bucalo.

Elvira Amata

“In caso di ballottaggio col Pd, Prima l’Italia ci sosterrà e la stessa Lega non ha voluto Germanà”

Ha sottolineato La Russa: “Noi di Fratelli d’Italia siamo sempre per l’unità del centrodestra. A Palermo e Messina abbiamo fatto un passo indietro a favore dei candidati migliori. Mi auguro che in futuro, sia che sia vinca, sia che si perda, il centrodestra rimanga unito. La scelta leghista di Germanà e di Prima l’Italia a Messina di sostenere Basile? Una scelta locale ma Salvini si è impegnato a sostenere i candidati di centrodestra in caso di ballottaggio con la sinistra. In ogni caso, l’onorevole Germanà non è stato voluto dalla Lega. Non da noi”.

Ha precisato il senatore, storico esponente della destra italiana e anche personalità conosciuta a livello mediatico, nato a Paternò nel 1947: “Noi su Germanà non avevamo controindicazioni. Credo che la Lega non abbia voluto Nino Germanà. Mi assumo la responsabilità di quello che dico”.

“Il sostegno a Musumeci e Croce non è un avatar ma un candidato vero”

Per La Russa, “esiste un solo presidente uscente alla Regione, Nello Musumeci, e siamo impegnati in Sicilia per vincere nella coalizione. Croce a Messina non è un avatar, non ha nessuno dietro, è un candidato vero”.

A sua volta Elvira Amata ha definito “Croce un tecnico capace di dare risposte immediate ai problemi. Bisogna tornare alla normalità, senza tensioni eccessive, e noi, prima di scegliere il nostro candidato, abbiamo ascoltato i nostri iscritti nei territori, come è giusto che sia. Fratelli d’Italia è un partito abituato ad ascoltare il territorio, ad ascoltare la gente. Maurizio Croce, con l’esperienza decennale come commissario al dissesto idrogeologico, ha dimostrato capacità, competenza e, soprattutto, velocità e immediatezza per dare risposta a una città che non più attendere. Con la quadra che abbiamo messo insieme, possiamo raggiungere obiettivi importanti”.

“Una scelta fondamentale per superare il declino della città”, è stato sottolineato dalla deputata Ella Bucalo, mentre la presenza del parlamentare Donzelli e il coordinatore della Sicilia Orientale dimostrano la compatezza di un partito che punta al primato in Sicilia e a livello nazionale con leader Giorgia Meloni, elogiata dalla stessa Amata.

Maurizio Croce

Croce: “Fondamentale il sostegno di Fratelli d’Italia”

A sua volta il candidato sindaco ha rivelato che “senza il sostegno di Fratelli d’Italia non avrebbe accettato perché lo ritengo un partito essenziale per la coalizione e la mia vicinanza con il presidente Musumeci è assoluta: mi ha dato fiducia, come commissario, nel 2017 e non lo tradirei mai. La scelta di Germanà? La scelta di un singolo che legittimamente si era candidato a sindaco. Quando non è stato scelto, ha deciso di prendere la palla e giocare da un’altra parte”, ha dichiarato Croce.

Per Croce, “il centrodestra è compatto e ha una piena unità d’intenti sul piano programmatico. Una perfetta unità d’intenti sui punti principali per la città. Basta odio e paura: Messina ha bisogno di normalità”.

Secondo il responsabile organizzativo, il deputato Donzelli, “qui il candidato migliore è Croce e in autunno voteremo per Musumeci, che non è discussione. SI tratta del predidente uscente ed è pure lui il miglior candidato possibile”.

Articoli correlati

Tag:

4 commenti

  1. Uno che non conosce i limiti di quartiere un buon candidato, figurati se conosce Messina e poi guarda chi parla uno che ha rinnegato la sua terra. Sono arrivati i soldi e tutti faremo diremo ma poi alla fine non dicono ce li spartiremo. Marionette politiche

    9
    2
  2. Il centro destra a Messina probabilmente c’è, ma non si vede o perlomeno si affaccia in prossimità di elezioni e poi si dissolve di nuovo.

    8
    2
  3. La Russa, Musumeci & C. Quelli che hanno i bastoni tra le ruote..vergognatevi!

    9
    2
  4. La Russa sei venuto a Messina come ospite ora sarebbe meglio che vai via da Messina come turista per sempre per la politica.
    Meglio un Avatar che un turista per sempre.

    12
    2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007