Lo Stretto di Messina in barca a vela alla scoperta del mito. VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Lo Stretto di Messina in barca a vela alla scoperta del mito. VIDEO

Matteo Arrigo

Lo Stretto di Messina in barca a vela alla scoperta del mito. VIDEO

giovedì 01 Aprile 2021 - 07:56

Mascalzone Siculo è una barca a vela da regata di 14 mt. Un’opportunità per imparare la vela o semplicemente per godersi la propria città da un punto di vista totalmente diverso. Siamo stati a bordo, passare dalla videocamera al timone è stato un attimo...

Quello di Scilla e Cariddi è sicuramente uno dei miti più famosi dello Stretto di Messina, ma non è solo questo ad animare “il giardino di casa dei Messinesi”, così lo definisce Emanuele Cosio, istruttore della Federazione Italiana Vela e skipper di Mascalzone Siculo.Mascalzone Siculo è una barca a vela da regata di 14 mt, di proprietà dell’avvocato Dimitri Salonia, che grazie alla sua passione per il mare e per la vela, da oltre 6 anni, dà l’opportunità a tanti velisti storici ed a quelli in erba, di praticare questo splendido sport nelle acque dello Stretto.

Sull’onda lunga di Luna Rossa e della Coppa America che ha calamitato milioni di persone attorno al mondo della vela, cresce a Messina un movimento fatto di armatori, skipper e appassionati che iniziano con varie imbarcazioni a navigare questo splendido specchio d’acqua che è lo Stretto di Messina.

La mission è quella di riuscire a portare più gente possibile in mare ad imparare la vela o semplicemente a godersi la propria città da un punto di vista totalmente diverso. Questo può anche diventare una implementazione dell’offerta turistica e un ulteriore servizio che le aziende della Blue Economy potrebbero offrire.

Pagina Facebook Mascalzonesiculo

Pagina Instagram Mascalzone Siculo

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. Graziano Rosponi 1 Aprile 2021 23:23

    La vela per tanti rimane un qualcosa di difficile e collocato, mentre è tutto l’opposto. Ê un po’come il nuoto: pochi sapevano nuotare poi si sono diffuse le piscine e oggi sono pochi quelli che non sanno nuotare. Speriamo che anche la Vela trovi il modo di diffondersi.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x