Lotta alla sosta selvaggia: a pagarne le spese è sempre l’estetica - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Lotta alla sosta selvaggia: a pagarne le spese è sempre l’estetica

Lotta alla sosta selvaggia: a pagarne le spese è sempre l’estetica

martedì 11 Aprile 2017 - 12:06

Combattere l’inciviltà con dei paletti, non metaforici ma veri e propri dissuasori in metallo. Succede alle due estremità della gradinata S. Anna: alla base delle scale in via XXIV maggio e in cima nei pressi dell’ex Istituto Dermoceltico. La dove fino a pochi mesi fa sorgeva una mini discarica a cielo aperto e il parcheggio a ridosso della scalinata era cattiva consuetudine oggi sono stati impiantati dei dissuasori a pavimento. Poco simmetrici, per usare un eufemismo, e piuttosto deturpanti, secondo alcuni residenti. La lotta alla sosta selvaggia porta a casa una vittoria, ma a pagarne le spese è ancora una volta l’estetica.
Silvia De Domenico

Tag:

Un commento

  1. MessineseAttenta 11 Aprile 2017 16:02

    Meglio i paletti o la sosta vietata?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x