Messina. La scuola "Giovanni XXIII" e il rischio smembramento nella zona sud VIDEO - Tempostretto

Messina. La scuola “Giovanni XXIII” e il rischio smembramento nella zona sud VIDEO

Giuseppe Fontana

Messina. La scuola “Giovanni XXIII” e il rischio smembramento nella zona sud VIDEO

mercoledì 05 Ottobre 2022 - 13:40

Il dirigente scolastico La Tona parla del calo di iscrizioni e lancia un appello alle famiglie

di Giuseppe Fontana, riprese e montaggio Silvia De Domenico

MESSINA – Tra le varie emergenze scolastiche che attanagliano la città c’è anche quella del sottodimensionamento di alcuni istituti. Si tratta, ad esempio, del caso del Comprensorio “Giovanni XXIII”, una struttura importante per la zona sud di Messina, con classi di scuola dell’infanzia, elementari e medie a dislocarsi su vari plessi e ad abbracciare diverse zone: Villaggio Aldisio, Fondo Fucile, Zir, Gazzi. Il rischio è quello di uno smembramento in un territorio così ampio.

Il calo di iscritti

“C’è stato un calo di iscrizioni che ha portato al sottodimensionamento della scuola e ha dato luogo alla reggenza che quest’anno è toccata a me – spiega il dirigente scolastico Pietro La Tona, ex consigliere comunale e già preside dell’Istituto “Minutoli” -. I motivi del sottodimensionamento con la riduzione delle iscrizioni sono molteplici: dal calo delle nascite al fatto che non ha funzionato probabilmente l’alleanza tra scuola e famiglie. Evidentemente le famiglie del territorio, non in tutti gli ordini di scuola del nostro Istituto comprensivo, hanno fiducia in questa scuola. E così finiscono per sceglierne altre, soprattutto nel passaggio tra infanzia e primaria o tra primaria e secondaria di primo grado”.

“Rapporto da ricostruire”

Cosa può succedere? “Qualora non si riuscisse a risolvere questi problemi, il destino sarebbe lo smembramento. Una parte della scuola sarebbe aggregata ad altri Comprensivi e sarebbe un danno serio per il territorio. Sta a noi ricostruire il rapporto con le famiglie, ma loro devono capire che un Istituto del genere sul territorio è un baluardo importante per queste stesse zone. Tutta la zona sud ha anche altre Istituti ma questa scuola è sempre stata un punto di riferimento. Farò di tutto con i docenti e le famiglie per restuire il rapporto di fiducia, con miglioramenti strutturali e organizzativi”.

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. La 🏫 Giovanni XXIII non si tocca mai

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007