Messina, sempre gli stessi problemi. Serve una svolta. - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina, sempre gli stessi problemi. Serve una svolta.

Pippo Trimarchi

Messina, sempre gli stessi problemi. Serve una svolta.

sabato 20 Giugno 2020 - 13:37

Il degrado della Villetta Attilio Salvatore in via Libertà è l'emblema di una città che non riesce a migliorare.

La manutenzione ordinaria. In tutti i settori a Messina manca la manutenzione ordinaria, senza la quale ci dibatteremo sempre con le stesse problematiche. In questo caso parliamo della villetta Attilio Salvatore in via Libertà.

Degrado già denunciato

In questa area verde di fronte agli imbarcaderi Caronte Tourist, abbiamo evidenziato più volte condizioni di degrado simili a quelle che vedete nel video di questo articolo. Ne sono seguiti di volta in volta interventi di manutenzione straordinaria che hanno momentaneamente restituito decoro alla villetta. Se però manca un costante lavoro di pulizia e manutenzione, è inevitabile il ritorno alla sporcizia, ai rifiuti che rendono disagevole anche sedersi nelle panchine, alle erbacce incolte. Così, cittadini e organi di informazione si trovano a denunciare ciclicamente le stesse situazioni.

Assenza di ordinaria manutenzione in tutta la città

La condizione che abbiamo appena descritto per la villetta Attilio Salvatore riguarda tutta la città, che non è curata ordinariamente come dovrebbe. Così la nostra qualità della vita è impossibile che migliori in maniera stabile e gratificante.

Attualmente, girare per le strade di Messina significa vivere una condizione di schizofrenia: da un lato la bellezza ammaliante della natura, dall’altro il vero schifo creato dall’uomo e dalla debole e discontinua azione amministrativa. Dire che non si può più continuare così è purtroppo un refrain che comincia a diventare alienante nella sua inutilità.

Da anni combattiamo sempre con gli stessi problemi. Quando sembra che qualcosa cominci a girare per il verso giusto, la realtà ci riporta immediatamente alla dimensione vera delle dinamiche distorte che dominano il contesto in cui ci troviamo.

Non perdere la speranza del cambiamento

Con simili presupposti è davvero difficile coltivare la speranza di un effettivo e duraturo cambiamento. Nonostante tutto, però, non dobbiamo mollare la presa. Una via d’uscita è sempre possibile anche in situazioni disperate come la nostra. Ma perché questa non resti una mera aspirazione retorica è necessario che maturi un progetto nuovo di città, affidato a persone che non abbiano amore per il proprio ego smisurato ma che si pongano umilmente al servizio di una comunità prostrata. Messina non ha bisogno di personaggi da ribalta televisiva, di uomini divisivi con un personalissimo concetto della democrazia. Messina e i messinesi non hanno bisogno di propagandisti abili ad usare le loro capacità comunicative per circondarsi di folle adoranti. Messina e i messinesi hanno bisogno di persone e soprattutto giovani che lavorino in silenzio e dedizione, con competenza e visione e che riescano a gestire la cosa pubblica con la stessa generosità con cui la natura ha sparso la sua potente bellezza sul nostro irriconoscente territorio.

La svolta serve subito

Questa svolta bisogna cominciare a costruirla adesso, prima che passino tutti i treni di un possibile riscatto. L’amministrazione De Luca deve fare la sua parte, se ne è capace. Ma è anche necessario che si mettano in gioco con coraggio le energie migliori della città. Se questo non succederà al più presto, Messina non riuscirà a liberarsi dai suoi problemi, piccoli o grandi che siano. E proseguirà, inarrestabile, il declino.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

5 commenti

  1. Effettivamente la Messina Servizi potrebbe dare una bella ripulita ed evitare questo sconcio. Speriamo in un piccolo miracolino al più presto, magari anche domani.

    1
    0
  2. Servono telecamere, fare multe

    1
    0
  3. Il servizio ha centrato perfettamente il problema a Messina manca a tutti i livelli il servizio ordinario,dallo spazzamento strade alla scerbatura.
    Per non parlare poi di segnaletica stradale e manutenzione asfalto ecc. .
    Senza quello tutti i vari servizi straordinari sono solo ‘pannicelli caldi’ momentanei..Speriamo che cambi qualcosa e si cominci a lavorare,non soltanto prendere stipendi.

    0
    0
  4. LOMBARDOOOOOO
    DOVE SEI ? DOVE GUARDI?

    0
    0
  5. LOMBARDOOOO DOVE SEI?
    DOVE CONTROLLI ? DOVE GUARDI? TI RACCOMANDIAMO INIZIA SEMPRE DALLE ZONE PIÙ FACILI ZONA SUD. .

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007