Protesta Rifotras, lavoratori al Comune: "Sindaco, qui ci sono cento bocche da sfamare" VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Protesta Rifotras, lavoratori al Comune: “Sindaco, qui ci sono cento bocche da sfamare” VIDEO

Francesca Stornante

Protesta Rifotras, lavoratori al Comune: “Sindaco, qui ci sono cento bocche da sfamare” VIDEO

mercoledì 11 Novembre 2020 - 11:52

Nuovo sit-in dei lavoratori della Rifotras sotto le bandiere della Uil davanti al Comune di Messina per gridare al primo cittadino la rabbia di 22 famiglie

«E’ assolutamente inammissibile scherzare con il lavoro e il pane di 22 lavoratori». Il messaggio è diretto ancora una volta al sindaco di Messina Cateno De Luca. A lanciarlo da piazza Unione Europea sono stati i 22 lavoratori della Rifotras, l’azienda che operava nell’area della via Don Blasco, recentemente espropriata dal Comune. Lavoratori che, insieme alle loro famiglie, si trovano adesso letteralmente in mezzo ad una strada e senza alcuna prospettiva occupazionale.

«La Rifotras è stata chiusa a seguito dell’esproprio dell’area nella quale si trova l’azienda, effettuato dal comune di Messina, per realizzare la Via Don Blasco. Ribadiamo, e lo faremo fino alla nausea, che la costruzione della Via Don Blasco è fondamentale e strategica per il futuro di Messina. Riaffermiamo, allo stesso tempo, che si devono salvare i 22 posti di lavoro ed evitare la macelleria sociale dei lavoratori della Rifotras» ha affermato Ivan Tripodi, Segretario generale Uil Messina, in prima linea in questa vertenza.

Secondo il sindacato questo potrà avvenire attraverso la delocalizzazione dell’azienda o, in extremis, per mezzo di una piccola variante all’arteria. «Purtroppo, fino ad oggi, notiamo un generalizzato assordante silenzio, a partire dal sindaco di Messina De Luca che è il responsabile della drammatica situazione che colpisce ben 22 famiglie, oggi sul lastrico. Noi -ha ribadito il segretario Tripodi – insieme alle maestranze, non ci fermeremo e auspichiamo concreti interventi per salvare dal dramma i 22 lavoratori della Rifotras».

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x