Scuola in piazza, anche a Messina: “Si modifichi il testo del Sostegni bis” VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Scuola in piazza, anche a Messina: “Si modifichi il testo del Sostegni bis” VIDEO

Redazione

Scuola in piazza, anche a Messina: “Si modifichi il testo del Sostegni bis” VIDEO

mercoledì 09 Giugno 2021 - 13:52

Protesta a sostegno delle tante richieste di modifica del decreto legge. Si chiede una scuola non più precaria ma più sicura e rispettosa dei diritti di tutti

MESSINA (Nel video intervista a Maria Falcone, segretaria generale Cisl Scuola Messina) La scuola protesta. Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal e Anief anche a Messina sono scesi in piazza, sotto la sede della Prefettura, a sostegno delle numerose richieste di modifica al testo del decreto legge “sostegni bis”, il cui iter di conversione in legge è già avviato alla Camera.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare il Governo e i gruppi parlamentari ad approvare le necessarie correzioni e integrazioni al testo secondo quelle richieste che sono state avanzate in questi giorni al Ministro dell’Istruzione e che vogliono disegnare una scuola non più precaria ma più sicura e rispettosa dei diritti di tutti. Il manifesto diffuso nei giorni scorsi riporta in sintesi le richieste delle organizzazioni promotrici, che rivendicano coerenza tra le scelte del Governo e i contenuti del Patto per la Scuola al centro del Paese, sottoscritto dalle Confederazioni a Palazzo Chigi il 20 maggio.

“Il Patto per la Scuola – sostengono le cinque organizzazioni – riconosce l’impegno profuso da tutto il personale durante la pandemia. Ora questo riconoscimento va concretizzato e tradotto in misure e interventi che assicurino stabilità e continuità al lavoro e il regolare avvio dell’anno scolastico il primo settembre con l’ascolto del mondo della scuola. Bisogna cambiare profondamente le misure sul reclutamento con l’assunzione dei precari chiamati dalla prima e seconda fascia delle graduatorie delle supplenze, superare i blocchi sulla mobilità del personale ripristinando l’assegnazione provvisoria annuale, rafforzare gli organici del personale docente, educativo ed Ata, ridurre il numero di alunni per classe”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x