Terremoto e maremoto nella città dello Stretto: al via l’esercitazione di Protezione Civile - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Terremoto e maremoto nella città dello Stretto: al via l’esercitazione di Protezione Civile

Terremoto e maremoto nella città dello Stretto: al via l’esercitazione di Protezione Civile

lunedì 07 Maggio 2012 - 07:08

L’obiettivo dell’iniziativa organizzata dal dipartimento di Protezione Civile Comunale è quella di testare la capacità dei cittadini ma soprattutto evidenziare eventuali criticità nella gestione dell’emergenza

Crollate oltre quattromila abitazioni, inagibili più di 31 mila edifici, quasi 70 mila i senza tetto. Fortunatamente il catastrofico scenario che vi abbiamo appena descritto non è la realtà. Queste, però, sono le conseguenze che un sisma del sesto grado della Scala Richter potrebbe determinare nella città dello Stretto. Di fronte a questa emergenza quale sarebbe la reazione dei messinesi? Li si vedrebbe girare per strada come formiche impazzite o seguirebbero le indicazioni previste dal Piano di Protezione Civile Comunale? E quale sarebbe la capacità di gestione da parte degli “addetti ai lavori”? Sono queste alcune delle domanda a cui si proverà a dare risposta al termine della Settimana di Esercitazione di Protezione Civile che ha preso il via questa mattina e che si concluderà sabato 12 maggio con un incontro finale al Palacultura con gli interventi del sindaco Buzzanca e dei rappresentanti delle Istituzioni. Nell’occasione sarà anche presentato il video sulla esercitazione del 2011.

L’obiettivo dell’iniziativa, giunta alla terza “edizione”, è quella di mettere in atto tutti gli interventi di emergenza previsti dal Piano a seguito di terremoto e di successiva onda di maremoto, evidenziando la capacità operativa delle varie unità coinvolte, ed fornire spunti di riflessione per la correzione dei comportamenti e per la programmazione di interventi indispensabili per il miglioramento del livello di sicurezza. Il sisma simulato è di tipo C, ovvero un evento che per intensità ed estensione deve essere fronteggiato con mezzi e poteri straordinari. Nelle attivazioni di emergenza si terrà conto della vulnerabilità degli edifici, delle infrastrutture e delle reti di erogazione dei servizi essenziali. “Messina 2012” considera l’intero territorio comunale e le attività operative di simulazione saranno distribuite nelle sei circoscrizioni, con particolare attenzione alla zona di Capo Peloro e quindi interesserà l’Area Sud, San Filippo, Gazzi, Centro, Annunziata e Peloro. Lo scenario delle simulazioni sarà distribuito nelle sei circoscrizioni, ma con particolare attenzione alla zona di Capo Peloro.

Di seguito il programma della I Giornata, lunedì 7 maggio
Ore 9.08, evento sismico simulato: IX MCS 6,3 Richter.
Ore 9.10, il sindaco, on. Giuseppe Buzzanca, a seguito della scossa, accertata la conseguente situazione generale procede ad attivare il Centro Operativo Comunale (COC), avvisare la Prefettura, la Regione, la Provincia; attivare le Procedure di Emergenza. Ore 9.15, sistema della viabilità: verifica percorribilità viabilità strategica e attivazione cancelli/presidi nelle aree di maggiore criticità.
Ore 9.30 Scuole (Istituto Tecnico Quasimodo – Istituto Tecnico Minutoli e Ist. Ainis): prove di evacuazione interna ed esterna.
Ore 10 Palazzo Zanca – Sede del Comune di Messina, Attivazione procedure di emergenza; evacuazione settore 1 (PT + P1) verso zona piazza Immacolata di marmo; evacuazione settore 2 (PT + P1) verso zona attesa piazza Antonello; evacuazione settore 3 (PT + P1 + Palazzetto) verso zona attesa piazza Bellini.
Ore 10,15 Palazzo Weigert – Sede Soggetto Attuatore; attivazione procedure di emergenza; evacuazione settore 1 (PT + P1) verso zona piazza Immacolata di marmo; evacuazione settore 2 (PT + P1) verso zona piazza Immacolata di marmo; verifica danni alle strutture degli edifici.
Ore 10.30 scuole Liceo Maurolico, Media Mazzini, prove di evacuazione interna ed esterna e trasferimento studenti, docenti presso area attesa piazza Duomo.
Ore 10.45 Palazzo dei Leoni, attivazione procedure di emergenza; evacuazione Settore 1 – 2 verso zona attesa piazza Duomo; evacuazione Settore 3 verso zona attesa piazza Antonello e verifica danni alle strutture degli edifici.
Ore 11 Università – Piazza Pugliatti, Uffici Amministrativi ed Aule; Attivazione procedure di emergenza, evacuazione Settore 1 verso zona Piazza Pugliatti, verifica danni alle strutture degli edifici.
Ore 11.15 Facoltà di Economia (Uffici Amministrativi – Aule); attivazione procedure di emergenza, evacuazione Settore 2 verso zona attesa piazza interna; verifica danni alle strutture degli edifici ed intervento dei VV.F. per salvataggio feriti .
Alle ore 11.30 prove di evacuazione interna ed esternale nelle scuole del Distretto 29;
Alle 12.00 Facoltà “Scienze della Formazione (Via Concezione n.6/8), attivazione procedure di emergenza con evacuazione Settore 1 verso zona Villa Mazzini e Settore 2 verso zona attesa piazza S.Vincenzo.
Alle 12.45 Uffici Comunali – Palazzina Uffici Polizia Municipale: Tutela del Territorio e Infortunistica e UCL 2 allo Stadio S. Filippo e sede COC alternativo; attivazione procedure di emergenza ed evacuazione verso zona area attesa.
Alle 15 Sede 1° Circoscrizione (Tremestieri): prova di evacuazione dall’edificio da parte dei consiglieri e dei condomini dello stabile e spostamento presso Area Attesa c/o parcheggio SMA. Alle ore 16 gli Ordini Professionali di ingegneri, geologi, architetti, e Collegio geometri, organizzeranno il supporto logistico per interventi delle squadre operative e verifiche dei danni ad edifici strategici.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x