Alma Patti vince Gara1 dei quarti. Orlandina prepara i playout. Torrenova in corsa per i playoff - Tempostretto

Alma Patti vince Gara1 dei quarti. Orlandina prepara i playout. Torrenova in corsa per i playoff

Redazione

Alma Patti vince Gara1 dei quarti. Orlandina prepara i playout. Torrenova in corsa per i playoff

lunedì 02 Maggio 2022 - 09:33

Importante vittoria esterna sul campo della Cestistica Spezzina per le siciliane. Orlandina giocherà i playout contro Nardò. Torrenova insegue i playoff in Serie B

Bella è spregiudicata l’Alma Basket Patti scesa in campo al PalaMariotti di La Spezia e vincente contro Spezzina in Gara 1 75-77. In un incontro iniziato subito bene per la formazione allenata (nell’immagine in evidenza di Carlo Ferrara) da coach Mara Buzzanca, nulla La Spezia ha potuto per portare a casa i due punti e mantenere, soprattutto, il fattore campo ai quarti di playoff. Due giocatrici in doppia doppia per le pattesi, Oumou Toure (23 punti + 13 rimbalzi) e Allegra Botteghi (12 punti + 10 rimbalzi), mentre hanno chiuso in doppia cifra Liliana Miccio con 18 punti e Sara Iuliano con 13 punti. La serie si sposta al PalaSerranò di Patti giovedì 5 maggio, palla a due alle 16:30.

L’Orlandina chiude la fase ad orologio nel migliore dei modi, battendo Fabriano, già retrocessa in Serie B, tra le mura amiche per 102-73. Chiude a 24 punti Tevin Mack, seguito dai 15 di King. 12 punti per Diouf e Bartoli, quest’ultimo autore di 4 schiacciate e 4 assist. Doppia cifra anche per Poser, con 11 punti, mentre Traini sfiora la doppia doppia con 8 punti e 10 rimbalzi. Nulla cambia in termini di classifica, in vista della serie playout che vedrà i paladini di fronte ai pugliesi di Nardò per mantenere la categoria. Si comincia domenica 8 e martedì 10 maggio al Palasport di Lecce, mentre Gara3 si giocherà al PalaFantozzi venerdì 13 maggio.

La Torrenova ritrova la vittoria davanti al suo pubblico battendo Avellino 87-63 nell’ultima apparizione casalinga della regular season. La squadra di coach Bartocci impatta bene la gara, scappando dopo qualche minuto di equilibrio ed amministrando al rientro dalla pausa lunga. Grazie a questa vittoria la Cestistica Torrenovese mantiene vivo anche il sogno playoff nella post season: una vittoria nell’ultima partita a Sant’Antimo darebbe la qualificazione come ottava in classifica del Girone D.

Cestistica Spezzina – Alma Basket Patti 75-77

Nel primo quarto il team del presidente Attilio Scarcella vola sul +9 in tre minuti e mezzo grazie ai canestri di Iuliano, Toure, Verona e Miccio. Le siciliane battezzano l’incontro tirando con oltre il 50 per cento e a metà frazione tutte le giocatrici messe in campo da Buzzanca sono andate a referto. Presente. ma non incisiva quanto le siciliane, La Spezia si è affidata a Pini, capitan Templari e N’Guessan e pur avvicinandosi ai 20 punti in soli 10’, non ha potuto tenere testa ad un’Alma da 28 punti nella sola prima frazione.

Sul 17-28 che ha aperto il secondo quarto i ritmi a canestro si abbassano. Pini realizza per le padrone di casa, a cui ha risposto Iuliano per Patti. Ancora i punti di Pini e i liberi di N’Guessan riportano le bianconere sul -8 (22-30 a 6:13”), ma la risposta delle ospiti sono rappresentata da una tripla per parte di Botteghi e Miccio, in grado di portare l’Alma sul +14 in 40 secondi. A metà frazione il botta e risposta tra La Spezia e Patti è costante. Colognesi, Castellani e Stoichkova lottano per costruire il -3 (41-44) concretizzato a soli 40 secondi dalla pausa lunga, trovando però sulla propria strada un’Alma glaciale al dispetto della stagione primaverile: in 30 secondi, grazie ai canestri di Iuliano e Botteghi, le ospiti chiudono al suono della seconda sirena sul +6 (41-47).

Nella terza frazione l’Alma Basket sigla il +10 con capitan Marta Verona. Le bianconere si difendono ancora con il trio Castellani, Colognesi e Stoichkova riuscendo ad impensierire Patti solo a 3:30” del quarto; e cioè esattamente quando N’Guessan e Zolfanelli completano l’ennesima “scalata” portando la squadra sul -4. L’ingenuità di Guzzoni ad 11 secondi concede ad Allegra Botteghi tre tiri liberi, dopo aver subito fallo da un tiro da tre scagliato poco dopo la metà campo. La giocatrice bolognese sbaglia uno dei tiri a disposizione, permettendo comunque a Patti di condurre sul 56-67.

A 4:23” N’guessan non concretizza un gioco da tre punti e capitan Templari fallisce la tripla del pareggio. Sbaglia anche Colognesi, così come Iuliano. Diventa fatale il secondo errore di Templari perché Botteghi in attacco non sbaglia e riporta l’Alma sul +5 (72-77 a 2.57”). Coach Corsolini corre al time out, La Spezia sbaglia tre tentativi di attacco e in difesa commette fallo su Toure, con Castellani ora costretta ad abbandonare la gara per i cinque falli commessi. Mai doma La Spezia piazza la tripla con Colognesi e si sposta sul -2 (75-77), Templari da tre sbaglia con 40” da giocare, ma l’Alma commette infrazione di 24 secondi quando ne mancano 21” alla fine dell’incontro. Coach Corsolini richiama le sue atlete in panchina, ma in attacco La Spezia perde palla e consegna Gara 1 all’Alma Basket Patti.

Orlandina – Fabriano 102-73

Sono le triple di Marulli e Santiangeli ad aprire la gara, ma con uno splendido parziale di 10-0 chiuso dalla tripla di Vecerina l’Orlandina si porta sul +4 (10-6). Fabriano è brava a produrre e con Tommasini e l’inchiodata di Matrone sorpassa sul 14-16, ma i locali macinano gioco e provano a scavare un solco andando sul +8 con King e Diouf (27-19). Fabriano resiste, mentre due punti di Bartoli chiudono il parziale sul 29-22.

Gli ospiti tentano di tornare sotto in avvio di secondo quarto, ma sono le schiacciate di Bartoli e le bombe di Mack a portare in doppia cifra il vantaggio biancoazzurro (47-35). Santiangeli e Tommasini tentano di tenere in partita gli ospiti, quando un super Bartoli prende la via di fondo e inchioda in reverse mandando le squadre negli spogliatoi sul 53-42.

Al rientro dall’intervallo lungo l’Orlandina allunga ancora con Ellis e Mack (57-42), Gulini prova a non far scappare i padroni di casa, ma la bomba di Mack e due punti di King valgono il +19 (65-46). Tommasini non molla, ma Mack, Ellis e Bartoli trascinano Capo d’Orlando sul +24 (79-55). Dalla lunetta Marulli chiude il parziale sul 81-59.

In avvio di ultimo quarto Telesca allarga ancora la forbice, mentre Fabriano le prova tutte per ridurre lo svantaggio. Traini, Ellis e Poser riportano l’Orlandina sul +22 (91-69) e per coach Sussi è già garbage time: fanno ingresso sul parquet Teirumnieks e Tintori, ed è proprio la tripla di quest’ultimo a chiudere la gara sul 102-73.

Torrenova – Avellino 87-63

La Cestistica approccia bene alla gara, con il rientrante Perin a dare il giusto impatto alla sfida. Avellino tiene botta e trova il vantaggio sul 7-8, poi 4 bombe di fila firmate da Zanetti, Vitale e Bianco danno il vantaggio in doppia cifra alla squadra di coach Bartocci, che al 10’ chiude sul 26-15. Nel secondo quarto Torrenova riprende con la stessa intensità del primo parziale, con il “solito” trio Perin-Vitale-Zanetti a toccare anche i 20 punti di vantaggio (49-27 al 19’), poi D’Andrea manda tutti al riposo lungo sul 49-31.

Nel secondo tempo Caridà e Marra provano a rintuzzare ma le triple di Bianco e Bolletta tengono a debita distanza Avellino: al 30’ è così 70-45. L’ultimo parziale è garbage time, con Torrenova che aggiorna il massimo vantaggio al +29 (82-53 con 8 punti consecutivi di Zucca) ed i canestri del giovane Saccone, entrato a 6’ dalla fine, le cui realizzazioni vengono accolte dal boato del Pala LuxorBuilding, che canta fino alla fine, salutando i propri beniamini con la speranza di rivederli ai playoff.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007