Aziende e terziario: le sfide. A Messina il Ministro del Lavoro Catalfo - Tempo Stretto

Aziende e terziario: le sfide. A Messina il Ministro del Lavoro Catalfo

Francesca Stornante

Aziende e terziario: le sfide. A Messina il Ministro del Lavoro Catalfo

venerdì 18 Ottobre 2019 - 18:25
Aziende e terziario: le sfide. A Messina il Ministro del Lavoro Catalfo

La Camera di Commercio di Messina ha ospitato il convegno su dumping contrattuale e contrattazione di secondo livello promosso dall’Ente bilaterale terziario

Mattinata messinese per il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo. L’esponente del governo Conte è arrivata questa mattina alla Camera di Commercio di Messina per partecipare al convegno “Lavoro e opportunità: dumping contrattuale e contrattazioni di secondo livello”, promosso dall’EBT di Messina (Ente Bilaterale Terziario). Un appuntamento che è servito soprattutto per parlare di lavoro, di politiche occupazionali, per fare un focus sulla situazione attuale soprattutto al sud Italia e per portare l’attenzione su quelle che devono necessariamente essere le tappe per creare non solo maggiore quantità ma soprattutto qualità di lavoro. Per le aziende del terziario, che negli ultimi dieci anni hanno sofferto una crisi ormai divenuta sistemica, e per i lavoratori. 

Le vertenze messinesi

Fuori ad attenderla alcune vertenze messinesi. C’erano i licenziati del gruppo Papino, 23 lavoratori rimasti senza lavoro e ad oggi senza alcuna speranza. Insieme a loro il segretario della Cisl Tonino Genovese insieme a Nino Alibrandi e al segretario della Fisascat Cisl Salvatore D’Agostino. Lavoravano nei due punti vendita di Tremestieri e Milazzo. Il gruppo Papino ha deciso di chiudere e loro sono stati tutti licenziati. Una vertenza regionale che riguarda quasi un centianaio di lavoratori in tutta la Sicilia.

Gli ex Servirail

C’erano anche tre degli ex Servirail. Hanno consegnato un documento al Ministro. Le hanno chiesto di riavviare il dialogo con le Ferrovie dello Stato che li ha dimenticati. In tanti sono stati assunti dopo la lunga e travagliata vertenza. C’è però qualcuno che è rimasto fuori e oggi non ha più niente in mano. Mentre nel frattempo Fs continua a fare nuove assunzioni.

Sicurezza sul lavoro

Attorno al tema del convegno, tanti gli spunti che sono emersi dal dibattito. A cominciare dalla sicurezza sul lavoro, richiamata all’inizio dei lavori dal Prefetto Maria Carmela Librizzi: «Non ci può essere sviluppo senza sicurezza sul lavoro». Parole che oggi risuonano ancora più forte alla luce del recentissimo incidente che proprio a Messina ha visto protagonista uno degli operai dei cantieri di servizio, ancora in gravi condizioni.

Anche il ministro Catalfo ha aperto il suo discorso partendo proprio dalla sicurezza sul lavoro. «Dobbiamo aggredire e affrontare questo tema. Quando si parla di incidenti sul lavoro spesso se ne parla in modo statistico. Invece sono nomi e cognomi, persone, cittadini, sono famiglie alle quali è necessario stare accanto nel percorso doloroso che affonteranno».

Opportunità e sfide

La mattinata è stata scandita dagli interventi del presidente dell’Ente bilaterale del Terziario Andrea Miano che lanciato la sfida a trovare sinergie di intenti per affrontare una vera e propria emergenza che a Messina e provincia negli ultimi anni ha asfaltato centinaia di aziende, condiviso dal vicepresidente Carmelo Picciotto.

Ha parlato il sindaco De Luca che ha puntato l’attenzione sulla grande opportunità delle Zone economiche Speciali e della filiera di studio con l’Università di Messina. Il presidente provinciale dei Consulenti del Lavoro Maurizio Adamo ha puntato i riflettori sul nuovo caporalato, cioè il ricorso alle esternalizzazioni e quindi agli appalti illeciti di manodopera.

Chiaro il messaggio lanciato dai tre segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil, Giovanni Mastroeni, Tonino Genovese e Ivan Tripodi sulla necessità di assumersi tutti le giuste responsabilità, non dimenticando che il sud e la Sicilia sono stati dimenticati e depredati per troppi anni e adesso non si può più aspettare oltre.

Francesca Stornante

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007