Gestione del porto di Tremestieri, c’è un’offerta. Ma il futuro è sempre nebuloso - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Gestione del porto di Tremestieri, c’è un’offerta. Ma il futuro è sempre nebuloso

Marco Ipsale

Gestione del porto di Tremestieri, c’è un’offerta. Ma il futuro è sempre nebuloso

mercoledì 25 Marzo 2015 - 10:24

Al termine della sciroccata si valuteranno gli effetti e la quantità di sabbia accumulata sul molo. La prossima settimana dovrebbe riprendere il dragaggio ma non è più possibile spendere soldi a vuoto. Entro fine maggio i risultati dello studio affidato alla società danese mentre martedì prossimo l’incontro con la società aggiudicatrice dell’ampliamento. Ma anche su questo fronte non ci sono passi avanti

Il termine ultimo scadeva alle ore 13 di ieri. In extremis è giunta un’offerta di una società che si candida alla gestione del porto di Tremestieri. Nonostante le enormi difficoltà dell’infrastruttura, si è scongiurato il rischio che anche la nuova gara andasse deserta così come quella dello scorso 31 luglio. Da allora, l’approdo è gestito in regime di proroga, anche se i giorni di chiusura hanno superato quelli di apertura.

La notizia è stata fornita dal presidente dell’Autorità Portuale, Antonino De Simone, alle organizzazioni sindacali Fast Confsal e Ugl Mare, che esprimono “soddisfazione per la conferma data da questa partecipazione. Vuol dire che il porto di Tremestieri è il futuro infrastrutturale, occupazionale ed unico passaggio del traffico dell’area dello Stretto”.

Rammarico, invece, per non essere stati invitati alla successiva riunione che ha riguardato gli aspetti tecnici di operatività. “Ci chiediamo – affermano i sindacalisti Antonino Di Mento e Guglielmo Pellegrino – come l’assessore Pino nominato dalla trasparente giunta Accorinti ed ex esponente sindacale possa escludere le rappresentanze sindacali dei dipendenti operanti nel porto in questione attualmente in cassa integrazione proprio per le questioni tecniche da lui menzionate”.

Dalla riunione, in ogni caso, non sono giunte novità eclatanti. Si attende la fine dell’ennesima sciroccata per valutare quanta ghiaia è accumulata. Il dragaggio della scorsa settimana è servito a poco perché immediatamente è tornato il maltempo e con esso la sabbia. La draga è andata via e dovrebbe tornare al lavoro la prossima settimana.

Per il futuro, però, nessuno ha più intenzione di continuare in questo modo. Entro fine maggio dovrebbero arrivare i risultati dello studio affidato al Dhi, Danish Hydraulic Institute, mentre martedì prossimo la Coedmar, vincitrice dell’appalto di ampliamento, incontrerà a palazzo Zanca il segretario comunale Antonio Le Donne, che è il soggetto coordinatore individuato dall’ordinanza di Protezione Civile numero 93 del 2013.

Da ottobre, vale a dire da quando il progetto ha ottenuto il via libera definitivo alla Valutazione d’Impatto Ambientale, non è stato superato lo scoglio successivo, quello della conferma dei finanziamenti. L’amministrazione comunale ha richiesto al Governo l’affidamento dei poteri speciali ma non è ancora giunta alcuna risposta. Nessuna novità arriva sul rinnovo del mutuo in scadenza a dicembre da 35 milioni con la Banca Dexia, né per i 20 milioni attesi dalla Regione né per i 10 milioni stanziati dal Cipe. Ed il futuro è sempre più incerto.

(Marco Ipsale)

Tag:

4 commenti

  1. Cittadini escono in piazza e manifestate contro queste amministrazioni che invece di denunciare le disfatte di chi amministrato e di continua ad amministrare soldi di noi tutti sì parche per chi non lo sapessero i soldi pubblici sono quelli che noi paghiamo sì le tasse.
    Fate un comitato difesa dei diritti di ogni cittadino e denunziare tutti e tutto…..

    0
    0
  2. Cittadini escono in piazza e manifestate contro queste amministrazioni che invece di denunciare le disfatte di chi amministrato e di continua ad amministrare soldi di noi tutti sì parche per chi non lo sapessero i soldi pubblici sono quelli che noi paghiamo sì le tasse.
    Fate un comitato difesa dei diritti di ogni cittadino e denunziare tutti e tutto…..

    0
    0
  3. IL PORTO DELLA VERGOGNA HANNO SOLO ROVINATO LA COSTA E BRUCIANDO SOLDI DEI CITTADINI VERGOGNA ORA BASTA

    0
    0
  4. IL PORTO DELLA VERGOGNA HANNO SOLO ROVINATO LA COSTA E BRUCIANDO SOLDI DEI CITTADINI VERGOGNA ORA BASTA

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007