Benvenuti al parcheggio…di Piazza Duomo. Quando l’inciviltà è totalmente fuori controllo - Tempo Stretto

Benvenuti al parcheggio…di Piazza Duomo. Quando l’inciviltà è totalmente fuori controllo

Danila La Torre

Benvenuti al parcheggio…di Piazza Duomo. Quando l’inciviltà è totalmente fuori controllo

mercoledì 24 Aprile 2019 - 11:52
Benvenuti al parcheggio…di Piazza Duomo. Quando l’inciviltà è totalmente fuori controllo

Metti un sabato qualunque nella piazza più importante della città, lì dove sorgono la Cattedrale e la fontana di Orione; aggiungi un numero imprecisato di incivili che in barba ai divieti di sosta parcheggia impunemente dentro l’area pedonale, e lo scempio è servito.

Come mostrano le foto inviate al nostro numero whatsapp, la sera e soprattutto nel weekend Piazza Duomo si trasforma in un grande parcheggio all’aperto, con auto posizionate a spina di pesce  sino all’ingresso della cattedrale.

Inciviltà, strafottenza, mancanza di rispetto per i nostri monumenti sono alla base di comportamenti tanto illegittimi quanto autodistruttivi, che danno un’immagine della città e di noi stessi vergognosa, soprattutto a chi non è abituato ad assistere a spettacoli così indecorosi.

Messina infatti oltre ad essere meta di migliaia e migliaia di crocieristi è anche la “casa” di centinaia di studenti Erasmus provenienti da ogni parte d’Europa, i quali – ne siamo certi – inorridiranno di fronte alla totale noncuranza del nostro patrimonio storico e architettonico.

Non c’ è città al mondo dove la piazza che ospita il Duomo possa trasformarsi in una mega area di sosta. Pensate se a Milano la piazza della cattedrale venisse usata come parcheggio…

Tutto questo accade perché, durante il periodo natalizio, il Dipartimento Mobilità del Comune di Messina ha provveduto a smontare gli archetti che impedivano l’accesso alle auto dentro la piazza per consentire l’installazione della pista di ghiaccio . Tolti gli archetti sono comunque rimasti i cartelli di divieto e sono state sistemate le transenne mobili, che evidentemente per i messinesi non hanno alcun valore e non costituiscono un deterrente.  

Il dirigente Comunale Mario Pizzino assicura che le transenne fisse saranno ripristinate al più presto , ma non può fare a meno di sottolineare: «Purtroppo le persone se ne infischiano dei divieti e hanno bisogno di ostacoli fisici. Per il Comune, montare e smontare le transenne ha un costo e abbiamo cercato di ottimizzare i tempi anche in base alle manifestazioni in programma a Piazza Duomo, in modo da non ripetere il lavoro più volte ed evitare continui esborsi».

Pizzino ritiene inoltre che Piazza Duomo andrebbe riqualificata e valorizzata in toto, non solo per quel che riguarda la viabilità: «Sarebbe opportuno provvedere anche all’arredo urbano ed avviare una riqualificazione definitiva e completa».

Il dirigente comunale auspica anche il pugno duro nei confronti di chi non si adegua alle regole: «Servirebbero anche maggiori controlli, e chi trasgredisce le regole deve sapere che sarà punito. In Svizzera a Montecarlo sono pulite ed ordinate perché chi sbaglia paga. Servirebbe tolleranza zero».

Il concetto di tolleranza zero è stato più volte sbandierato dal sindaco De Luca, ma – visti i risultati – le parole non si sono tramutate in fatti, almeno sino ad oggi . Messina continua ad essere in mano agli incivili, che spadroneggiano indisturbati. A danno di quella parte di cittadini che vorrebbe e lotta per un’altra Messina.

Danila La Torre

Tag:

5 commenti

  1. Purtroppo inciviltà regna sovrana in questa citta.. provate a scendere a Maregrosso , da quando hanno aperto il.centro.commerciale é il caos. Parcheggi selvaggi , auto che passano dai sensi vietati e ti insultano pure se non ti muovi e li fai passare..si formano anche tre corsie in un senso.di marcia.. Una cosa spudoratamente scandalosa e vergognosa fatta da gente che poi sui social si lamenta..mah

    0
    0
  2. Ci risiamo, dopo le orride latrine installate praticamente sul sagrato del Duomo, adesso De Luca, dall’alto della sua posizione di ex sindaco di Fiumedinisi e Santa Teresa, trasforma la piazza in parcheggio. Ormai il parolaio della provincia è fuori controllo, la sua inadeguatezza, mista a tragica xxxxxxxxxx, ci restituiranno una Messina più devastata del dopo terremoto. Torni al paese!

    5
    3
    1. Cosa c’entra De Luca? Hai letto bene l’articolo? Non confonderti, si parla di messinesi incivili qui….

      0
      0
  3. Se non si vuole andare incontro a continue spese di montaggio e smontaggio archetti, esistono, ed installati praticamente ovunque al nord, i PILOMAT, dissuasori mobili dotati di telecomando che all’occorrenza si ritraggono nel sottosuolo, basterebbe fare la spesa una sola volta.
    Purtroppo il messinese non conosce il valore e l’importanza della cosa comune

    5
    0
  4. FIATRITMO 60 CL, 1978 24 Aprile 2019 20:11

    Oppure …. si sguinzagliano 5 vigili, e li si mettono a fare multe su multe salate. Lo si continua a fare ogni sabato e ….. voila’ … si crea il vuoto.

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007