Vigili del Fuoco. Celebrata Santa Barbara la Patrona dei pompieri - Tempostretto

Vigili del Fuoco. Celebrata Santa Barbara la Patrona dei pompieri

Veronica Crocitti

Vigili del Fuoco. Celebrata Santa Barbara la Patrona dei pompieri

lunedì 04 Dicembre 2017 - 12:00

L’occasione è stato anche un momento propizio per fare il bilancio dell'attività svolta dai Vigili del Fuoco nell'ultimo anno.

“Anche quest’anno, nella ricorrenza di Santa Barbara, desidero ricordare tutte le persone del nostro Corpo dei vigili del fuoco che, nell’adempimento del servizio di soccorso, di salvataggio delle vite umane e della salvaguardia dei beni e dell’ambiente, hanno dedicato e offerto la propria vita”. Un lungo messaggio di ringraziamento, quello espresso stamani dal Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Messina Piero Foderà, in occasione delle celebrazioni per Santa Barbara, la Santa Patrona dei pompieri. Dopo la solenne messa officiata dall’Arcivescovo Monsignor Accolla nella cappella Santa Barbara della Base navale della Marina Militare, i pompieri si sono spostati nella Caserma centrale per la lettura dei messaggi di saluto e la consegna delle onorificenze e dei riconoscimenti al personale. L’occasione è stato anche un momento propizio per fare il bilancio.

“E’ consuetudine – ha spiegato Foderà – tracciare una sintesi dell’attività svolta in questo anno che volge al termine, evidenziando l’eccezionale impegno offerto dai Vigili del fuoco messinesi nel portare soccorso alle popolazioni locali, in occasione degli eventi che hanno interessato il territorio. Quest’anno, le attività sono state molto intense e di notevole rilevanza. L’attività operativa dedicata al soccorso tecnico urgente, infatti, ha prodotto ben oltre 8.000 interventi, di cui più di 3.000 per incendi, ben 792 connessi a dissesti strutturali e idrogeologici e 532 soccorsi a persone. Rispetto allo scorso anno, si è registrato un incremento medio del 10.77 % e gli incendi di vegetazione hanno avuto addirittura un incremento di 295.74 %. La campagna antincendi estiva, dunque, è stata lunga e molto pesante”.

Dopo aver ricordato l’evento internazionale del G7 di maggio, che ha visti impegnati tutti i vigili del fuoco della Sicilia a Taormina allo scopo di assicurare un imponente dispositivo di soccorso, Foderà si è soffermato sulla lunga serie di incendi che hanno martoriato la città e la provincia messinese per tutta l’estate.

“Le elevate temperature e la notevole ventilazione – ha rievocato il Comandante – hanno favorito incendi generalizzati in tutta la provincia, che hanno messo a rischio abitazioni, residenze collettive, luoghi di cura, insediamenti agricoli, artigianali e commerciali e il traffico delle principali infrastrutture autostradali. In particolare, si ricorda la notte del 12 agosto quando gli incendi hanno minacciato seriamente l’incolumità dei pazienti ricoverati in un noto centro di cura specializzato, in contrada Casazza di Messina. Soltanto il lavoro svolto dai vigili del fuoco di Messina ha garantito la sicurezza delle persone e dei lavoratori che occupavano l’ospedale”. Piero Foderà ha snocciolato dati e numeri anche sulla attività di prevenzione nelle aziende e negli edifici ricordando come queste “hanno prodotto 218 sopralluoghi, 156 pareri di conformità su progetti e un totale di 359 procedimenti d’ufficio per la conformità antincendio. Le attività di formazione dei lavoratori addetti alla prevenzione e lotta antincendi hanno generato 21 corsi per 296 addetti e abbiamo rilasciato l’attestato di idoneità a ben 698 addetti antincendio, soprattutto lavoratori, dirigenti e preposti del Policlinico universitario. I servizi di vigilanza nei locali di pubblico spettacolo e nei porti hanno raggiunto i 786 presidi”.

Passaggio obbligato anche sulla questione dei distaccamenti provinciali, per i quali il Comandante ha affermato che “c’è ancora molto da lavorare per la sede Centrale e per i distaccamenti a S. Agata di Militello, a Patti e per confermare e riqualificare la sede del distaccamento Nord che, inserita nel complesso dell’ex Ospedale Regina Margherita, aspetta una decisione importante da parte dell’Assessorato regionale ai Beni culturali”.

Al termine della cerimonia, Foderà ha chiosato ricordando come la sua attività nel Corpo gli “ha insegnato che molti obiettivi, di natura strutturale, si possono raggiungere negli anni. Occorrono: buona volontà, competenza professionale, determinazione, continuità di gestione e, soprattutto, una risposta efficace e solidale da parte degli altri Enti e Istituzioni territoriali. I vigili del fuoco sono già all’attenzione dei cittadini, sono amati dai cittadini. Il loro ruolo dovrebbe percepire un maggiore rispetto e una maggiore comprensione anche da parte di chi governa il territorio”. (Veronica Crocitti)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007