Guardie Zoofile e Nucleo Decoro multano i proprietari di cani non chippati. E, attorno...(FOTO) - Tempostretto

Guardie Zoofile e Nucleo Decoro multano i proprietari di cani non chippati. E, attorno…(FOTO)

Veronica Crocitti

Guardie Zoofile e Nucleo Decoro multano i proprietari di cani non chippati. E, attorno…(FOTO)

sabato 05 Ottobre 2013 - 18:32

Chip, guinzaglio e maltrattamenti. Le Guardie Zoofile spiegano il loro lavoro mentre, in un blitz a Villa Dante, "scovano" qualche cane non cippato. Ma nella Villa si "scova" anche altro.

Per favore, mi faccia controllare se il suo cane è chippato”. Indossano una canotta blu con una scritta gialla ben visibile, e il loro compito è controllare che i padroni dei “migliori amici dell’uomo” rispettino la legge.

Il chip è obbligatorio, così come il guinzaglio. I nostri blitz servono a far sì che queste norme vengano rispettate”. Rosanna Giorgianni è il capo del Nucleo Guardie Zoofile di Messina.

Questo pomeriggio, lei ed il suo gruppo hanno fatto “visita” alla Villa Dante muniti degli attrezzi per controllare uomini e cani.

Si tratta di un’attività che loro svolgono insieme al Nucleo Decoro della Polizia Municipale e che ormai va avanti da alcune settimane.

L’80% dei cani controllati nell’ultimo blitz è risultato chippato. Su 46, infatti, ne abbiamo verbalizzati solo tre” ha spiegato il comandante Biagio Santagati.

Questo pomeriggio, però, a qualcuno è andata male. Una delle ragazze del gruppo si è avvicinata al 40enne che stava portando a passeggio il suo cagnolino, ha preso lo strumento di controllo e l’ha posizionato vicino l’orecchio dell’animale. Un “biiip” e poi la sentenza: nessun chip.

“Mi dispiace ma adesso dovremo verbalizzare”. “A quanto ammonta la multa?”. “154,78 euro”.

Ma Rosanna ci spiega che, talvolta, il problema è a livello di informazione: “Non tutti sanno che ormai il chip è obbligatorio per legge”.

Anche se altri, invece, fanno semplicemente finta di niente. Non appena ci scorge, un passante si avvicina: “Dovreste venire la domenica e la sera dopo le 18.30, soprattutto vicino alla casa degli anziani. Trovereste numerosissimi cani senza museruola e senza guinzaglio”.

Le segnalazioni che arrivano al Nucleo Zoofilo, in realtà, sono numerose. Ma non sempre si tratta di verità.

Noi ci occupiamo anche di maltrattamenti –spiega Rosanna – e riceviamo davvero tantissime denuncie. Prima di chiedere l’intervento del Nucleo Decoro, però, controlliamo di cosa si tratta: in moltissimi casi, infatti, sono bufale”.

Anche se, la vicenda che ieri pomeriggio ha interessato un cane abbandonato, si è rivelata alla fine una vera e propria caccia all’uomo.

Abbiamo trovato un cane abbandonato. Grazie al cip – spiega Santagati – siamo risaliti al proprietario. Ancora non siamo riusciti a rintracciarlo, ma sappiamo chi è e dove vive”.

E tutto questo perché, in quel chip, sono digitalizzate tutte le informazioni necessarie.

Il blitz di Villa Dante è durato tutto il pomeriggio. Un costante girare e monitorare, un costante osservare. E proprio in questo osservare, l’occhio ha visto anche altro.

La foto gallery è la testimone di tutto.

Nella villa esiste una zona in cui i cani possono girare liberamente ma, basta dare uno sguardo al cancello per individuare un elemento di disturbo. Cosa ci fa un capitello storico piazzato lì davanti?

Altro giro, altra vergogna. Cosa ci fanno le panchine rivolte a terra? Perché il cassonetto del conferimento delle feci dei cani è stato scaraventato in mezzo all’immondizia?

E dove sono i custodi?

Stiamo controllando anche se i custodi sono o meno presenti, se svolgono o meno il loro lavoro”, sottolinea Santagati.

Ma per le altre domande chi darà una risposta?

Veronica Crocitti

@VCrocitti

Tag:

10 commenti

  1. lodevole, abbiamo risolto già tutti i problemi di Messina, tir traffico ambulantato, quidi passiamo ad altro.

    0
    0
  2. ma perché non risolvete il problema del randagismo??

    la stessa storia…è sempre facile controllare dove i controlli sono facili da fare e non costano fatica !

    1
    0
  3. anticospeziale 6 Ottobre 2013 07:36

    Finalmente! E’ da tempo che si aspettavano questi controlli: Bene! Adesso bisogna intensificarli gradualmente fino a farli diventare una norma e non l’eccezione. Messina deve diventare un modello di civiltà cinofila come la città (Viterbo) che mi ha scelto come consulente per il benessere degli animali e per la quale amministrazione lavoro con soddisfazione. Il fiore all’occhiello di Viterbo è la sterilizzazione gratis per i cittadini che la chiedono, oltre ovviamente a quella di routine per le femmine del canile municipale. Sto organizzando un efficace, immediato e naturalmente gratuito “pronto soccorso” ed ho in programma il progetto di un cimitero per cani e gatti. Se l’amministrazione di Messina vuol emergere, copii Viterbo o chieda consulenza gratuita al sottoscritto.

    1
    0
  4. Più che lodevole, astuto. Non potendo risolvere i problemi dei cristiANI risolviamo i problemi dei cANI

    0
    0
  5. Vanno bene tutte le iniziative a favore della tutela degli animali, ma non basta, perché altri animali che di solito troviamo nelle nostre case, non hanno l’obbligo del chip. Basterebbe obbligare chi vuole tenere degli animali ad iscriverli nello stato di famiglia dalla nascita/adozione fino alla morte e con obbligo di denuncia on-line per le fughe o per chi non voglia più tenere l’animale.

    0
    0
  6. Dovrebbero farsi una bella passeggiata sulla pista ciclabile dove i signori padroni fanno defecare i loro 4zampe senza fottersene assolutamente di pulire.

    Ieri uno sono riuscito ad insultarlo faccia a faccia. Spero che almeno abbia provato un po di vergogna, anche se dubito fortemente.

    0
    0
  7. “Il fiore all’occhiello di Viterbo è la sterilizzazione gratis per i cittadini che la chiedono” AH AH AH AH
    Il comune di Viterbo ti “ha scelto come consulente .. bla bla bla”?.
    Se leggessero a Viterbo come scrivi.. si vergognerebbero profondamente. ……
    A parte che Messina come “modello di civiltà cinofila” è una contraddizione in termini. A Messina molti sono cani e quasi tutti incivili. Se proprio dobbiamo civilizzarli preferirei civilizzarli come umani e non come cani.

    0
    0
  8. Microchippate anche i custodi….

    0
    0
  9. Hombre de barro 6 Ottobre 2013 15:34

    I soliti BUDDACI amici e/o schiavi della vecchia politica: NON SIETE MAI CONTENTI!
    Ho visto piu’ vigili e controlli vari in strada in 100 giorni di RENATO SINDACO che in 50 anni da Messinese.
    Invece di lodare ed incoraggiare, stanno sempre li a lamentarsi gli avvoltoi della vecchia repubblica.
    Mai era stato fatto un controllo simile… avete sempre taciuto lo schifo decennale e adesso mischiate tutto in uno: TIR, tombini, ed i chiodi al signore. Ma insomma vi rendete conto di non essere credibili nelle vostre proteste o no?
    Il problema TIR verrà smantellato a partire da dicembre, cosi’ hanno deciso e cosi’ sarà… oppure leggete solo le informazioni che vi interessano?

    0
    0
  10. scusate piu’ dei chip io chiederei alla squadra decoro di girare per la citta’ e’ multare le centinaia di messinesi, che ogni giorno con i loro cani riempiono i marciapiedi della stessa con gli escrementi che per giorni poi restano a decoro del paesaggio con i cattivi odori che emanano e con il rischio di pestare il prodotto!! nel mio quartiere ViaMonza esiste il cesso a cielo aperto per cani…!!!!!grazie veramente questo si dovrebbe fare come prima cosa multare chi sporca con i cani….

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007