Barresi rinchiuso al Pagliarelli di Palermo, indagini per individuare i fiancheggiatori - Tempostretto

Barresi rinchiuso al Pagliarelli di Palermo, indagini per individuare i fiancheggiatori

Redazione

Barresi rinchiuso al Pagliarelli di Palermo, indagini per individuare i fiancheggiatori

Tag:

mercoledì 30 Gennaio 2013 - 13:27

Sarà interrogato venerdì prossimo per rogatoria il boss barcellonese Filippo Barresi che si trova rinchiuso nel carcere palermitano Pagliarelli. Indagini della Polizia per smascherare la rete di complicità che gli ha permesso di nascondersi per quasi due anni.

Venerdì prossimo il boss di Cosa Nostra barcellonese Filippo Barresi, arrestato ieri dalla Polizia dopo 19 mesi di latitanza, sarà interrogato per rogatoria nel carcere palermitano Pagliarelli dove si trova rinchiuso. Il gip Massimiliano Micali ha fatto richiesta in tal senso per cui sarà un giudice palermitano a sentirlo sempre che Barresi decida di rispondere alle sue domande. All’interrogatorio saranno presenti i giudici della DDA di Messina che nell’inchiesta sono stati coordinati dal procuratore capo Guido Lo Forte. Adesso si tratta di ricostruire le complicità di cui Barresi ha goduto in questi mesi riuscendo a sfuggire ripetutamente alla cattura, muovendosi per tutta la provincia, cambiando continuamente rifugi.
Uno dei fiancheggiatori sarebbe proprio Salvatore Cuttone, il proprietario della villa di Milazzo in cui si trovava Barresi al momento della cattura. Un posto di passaggio in cui il padrino si trovava lunedì sera all’arrivo della Polizia. Barresi ha cercato rifugio in un sottotetto nel quale si accede da una botola ma è stato scovato ed arrestato. Non pensava di essere trovato ma soprattutto non temeva per la sua vita visto che era disarmato. Le indagini della Polizia, proseguite oggi con interrogatori e perquisizioni, puntano ora a individuare quanti hanno aiutato Barresi a nascondersi in quasi due anni di latitanza.

2 commenti

  1. questi non hanno capito che prima o poi si finisce in galera a vita o ammazzati a vita.Fateglio capire e la smetteranno.

    0
    0
  2. oguno pensa di essere piu inteligente dell’altro

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007